Pericolo per San Martino delle Scale, la Pro-loco lancia l’allarme incendi boschivi

0
tusa big

MONREALE, 25 giugno – Nella giornata di ieri anche il territorio di Monreale è stato vittima di una serie di incendi, alcuni anche molto gravi, che hanno distrutto parecchi ettari di vegetazione. In altri casi, vedi l’incendio sviluppatosi ieri notte a Villagrazia, alcuni residenti sono stati costretti ad abbandonare le proprie case  a causa delle altissime fiamme sospinte dal forte vento di scirocco. Anche a San Martino delle Scale, ieri notte, si è potuto assistere a veri e propri momenti di paura. Un incendio di grosse dimensioni si è sviluppato nei pressi di Valle Paradiso, in pieno centro abitato.

Ed è proprio la Pro-loco di San Martino delle Scale, nella persona del Presidente Giuseppe Pellerito, che desidera porre l’attenzione sul gravissimo problema della mancata manutenzione ordinaria e straordinaria dell’area boschiva del comprensorio di San Martino delle Scale, in agro di Monreale.

Nessun intervento, secondo l’associazione Turistica Pro-Loco –  sarebbe stato messo in atto per la manutenzione dei viali parafuoco e per la manutenzione del verde ormai secco in prossimità delle strade di pubblica fruizione.

“Il caldo in aumento e l’erba ormai alta e secca, – dichiara la Pro-loco – creano un mix micidiale per l’innesco di pericolosi incendi. Rimangono indelebili nella memoria dei “sanmartinari” gli incendi nelle calde estati del ‘94 e del ‘98 dove oltre il 70% della copertura boschiva del territorio monrealese è andata distrutta, con gravi danni all’ambiente e ripercussioni sul piano idrogeologico, (la mancata copertura arborea necessaria per trattenere i terreni scoscesi, ha di fatto reso instabile le rocce ed i massi, con il risultato che decine di mᶟ di materiale vario è rovinato sulla strada con gravi problemi per l’incolumità pubblica), ma sopratutto su quello dell’ economia locale, che come ben si sa si basa esclusivamente sull’avvento dei fruitori estivi”.

La Pro-loco della frazione montana di Monreale chiede, a chi di dovere, di voler tempestivamente intervenire, affinché la popolazione residente e quella turistica possano godere dei “freschi piaceri” di questo antico borgo a pochi passi da Palermo.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com