Salvino Caputo: “La regione deve inserire Monreale nelle Zone Franche Urbane”

0
tusa big

Monreale, lì 19 giugno 2014 – “Credo che sia stata sottovalutata l’importanza di inserire Monreale nelle zone franche urbane, così come invece avvenuto per la città di Palermo e per i comuni di Bagheria e Termini Imerese. In questo momento centinaia di imprese che hanno aderito al progetto delle zone franche urbane otterranno finanziamenti da 25 mila euro a salire. Ed è impensabile che Monreale, per la vastità del suo territorio e per le centinaia di imprese che vi operano nei settori del commercio, dell’edilizia, dell’agricoltura, dell’artigianato e del turismo, debba restare fuori da questa straordinaria programmazione di sviluppo”.

Salvino Caputo, del dipartimento regionale per le attività produttive del coordinamento siciliano di Forza Italia,  ha chiesto all’assessore regionale alle attività produttive Linda Vancheri e all’assessore regionale al territorio di valutare l’opportunità di inserire attraverso una modifica legislativa il territorio di Monreale nelle zone franche urbane siciliane.

“In questo momento di gravissima crisi economica – ha continuato Caputo – che stanno vivendo le imprese del nostro territorio, dare questa opportunità alle nostre aziende rappresenta un irripetibile momento di sviluppo e di crescita economica. Ecco perché è opportuno istituire un tavolo tecnico tra il comune e il governo regionale per rivedere la perimetrazione delle aree urbane. ”.

Caputo intanto ha chiesto al sottosegretario allo sviluppo economico Simona Vicari un incontro per chiedere il sostegno del governo nazionale in favore dell’inserimento di Monreale anche alla vigilia del sopralluogo dei funzionari per il riconoscimento UNESCO per il patrimonio monumentale e artistico di Monreale, Palermo e Cefalù.

“È chiaro – ha concluso Caputo – che nessuno può pensare concretamente di rilanciare lo sviluppo economico di Monreale e contrastare la disoccupazione soltanto con le asfittiche casse comunali. Soltanto attraverso il ricorso a interventi straordinari, di natura statale o comunitaria, si può sperare di rilanciare lo sviluppo occupazionale della nostra città”. 

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com