Oggi è 13/11/2018

Politica

Bilancio degli ultimi due anni e mezzo di amministrazione Di Matteo con l’ex ass. La Fiora. L’intervista

“Razionalizzazione della spesa, riduzione dell’indebitamento, messa in sicurezza dei conti comunali, rispetto del patto di stabilità, pagamento regolare degli stipendi ai dipendenti comunali, credibilità con i creditori, sono alcuni degli obiettivi raggiunti”

Pubblicato il 15 giugno 2014

Bilancio degli ultimi due anni e mezzo di amministrazione Di Matteo con l’ex ass. La Fiora. L’intervista

Il dott. Giuseppe La Fiora ha operato come assessore al Bilancio del Comune di Monreale negli ultimi due anni e mezzo di amministrazione Di Matteo.

Sicuramente una delle figure più importanti della giunta, un tecnico che ha messo a disposizione tutta la sua competenza professionale per tirare fuori dal baratro finanziario un comune sull’orlo del dissesto. Ed è quindi con La Fiora che facciamo il “bilancio” della gestione del Comune in questo ultimo periodo.

D. Dott. La Fiora, partiamo dalla situazione che ha trovato al momento del suo insediamento nella Giunta Di Matteo.

R. Fin dall’inizio del mio mandato di assessore si era delineata in maniera chiara la preoccupazione per la situazione nella quale i Comuni sono oggi costretti ad operare: le esigenze della finanza di livello nazionale e regionale, hanno mortificato le necessità degli Enti Comunali, riducendo ai minimi storici le risorse ad essi destinate. Proprio perché era netta la percezione di quello che poteva accadere alla finanza locale, la nostra amministrazione ha subito individuato nella messa in sicurezza dei conti comunali l’obiettivo primario da perseguire, provvedendo ad una importante ristrutturazione del Bilancio, grazie anche alla sblocco della fiscalità propria, che oggi ci permette di vivere sonni meno agitati rispetto a molte altre realtà. Tutto ciò ha significato avviare uno sforzo sia tributario che tariffario e introdurre meccanismi di razionalizzazione della spesa e di riduzione dell’indebitamento in previsione dei tempi che, purtroppo, sono arrivati, aggravati da una situazione di crisi economica generale senza precedenti negli ultimi decenni.

D. Quali sono state le azioni più importanti intraprese durante questi anni di assessorato?

R. La precaria situazione economico finanziaria ha condotto la nostra Amministrazione ad aderire al Piano di Riequilibrio Finanziario Pluriennale di cui al D.L.174/2012, convertito in legge 213 del 07_12_2012, scelta condivisa dal Consiglio Comunale. Detta manovra finanziaria, se da un lato ha obbligato l’Amministrazione ad aumentare i tributi comunali, dall’altro ha dato la possibilità di avviare un progetto di risanamento di cui la nuova amministrazione potrà raccogliere i frutti. Abbiamo anche sfruttato le possibilità offerte dal D.L. 35/2013 (c.d. salva imprese) accedendo alle anticipazioni della Cassa Depositi e Prestiti grazie alle quali abbiamo eliminato un arretrato di debiti verso le imprese di oltre 2 anni, immettendo moneta sonante nel circuito economico a beneficio della economia del nostro territorio.

Abbiamo fatto recuperare credibilità al nostro Comune, e le aziende dopo tanti anni hanno ricominciato a partecipare alle gare fino ad allora sempre deserte. Ma soprattutto abbiamo allentato la morsa e la tensione di tanti creditori che quotidianamente venivano a bussare alla porta per avere pagati i loro crediti, rendendo di fatto impossibile gestire e  programmare.

Grazie alle disponibilità finanziarie che dalle citate manovre sono derivate abbiamo potuto definire transattivamente una grossa mole di debiti arretrati con grandi imprese, creditori storici del Comune, quali Enel, Telecom, Gemmo, Enel Energia, Edison, Acea, Gea, con  piccole imprese e con professionisti, ottenendo economie per oltre un milione e mezzo di euro e soprattutto rientrando dal regime di salvaguardia a quello del libero mercato per quanto riguarda l’energia elettrica, con un risparmio del 40%.

Abbiamo ridotto del 30% le indennità di sindaco, assessori e consiglieri, indennità che già erano tra le più basse d’Italia; abbiamo ridotto i costi per servizi e trasferimenti, la spesa del personale. E, soprattutto, siamo riusciti a fare uscire il nostro Comune dalla condizione di Ente strutturalmente deficitario già nel 2011 e, nel 2013, abbiamo finalmente centrato il rispetto del patto di stabilità. Obiettivi che hanno evitato ulteriori tagli ai trasferimenti statali, ma soprattutto hanno consentito al nostro Comune di pagare regolarmente gli stipendi ai dipendenti (cosa non più tanto scontata) e di garantire i servizi essenziali.

Ricordo inoltre che la nostra amministrazione è stata la prima ad introdurre incentivi concreti alla raccolta differenziata, prevedendo sconti sulla Tares per chi conferisce i rifiuti presso le isole ecologiche/ecocentri o effettua il compostaggio domestico. Grazie a tali incentivi nel giro di pochi mesi sono state più di duemilacinquecento le famiglie che si sono registrate presso gli ecocentri di Monreale e delle frazioni per conferire i rifiuti in maniera differenziata.

D. Cosa lasciate alla nuova amministrazione?

R. La situazione economica generale, le incertezze del quadro normativo e le scelte di finanza pubblica di questi ultimi anni concorrono, insieme, a formare un quadro delicato e difficile per chi deve scegliere come allocare le – poche – risorse disponibili e, soprattutto, dove reperire le – molte – risorse necessarie a garantire la stabilità dei bilanci comunali. In queste condizioni è già un successo riuscire a reperire le risorse per garantire i servizi minimi indispensabili di competenza dell’Ente.

Partire da una situazione in equilibrio, in grado di sostenere anche eventuali novità negative che, da quella incertezza, potrebbero scaturire, è senza dubbio il punto di forza della nostra amministrazione che lasciamo in eredità alla futura amministrazione.

Ben sapendo che, se situazioni originate nel corso di quasi quarant’anni non possono essere gestite e smaltite in pochi esercizi, dall’altro la situazione di equilibrio delle partite correnti è oggi la migliore garanzia a supporto di un lavoro di bonifica che dovrà necessariamente svilupparsi sul medio e lungo periodo.

Alla nuova amministrazione auguro di sapere sfruttare al meglio tale favorevole punto di partenza costruendo su di esso quel necessario processo di rilancio di cui il territorio e la popolazione hanno un bisogno improcrastinabile, ma che solo se costruito su quelle basi solide potrà essere reale e duraturo.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Via Olio di Lino, prevista per domani la riapertura

    Politica

    [gallery ids="82653,82652,82651,82650,82649"] Monreale, 13 novembre 2018 - Riaprirà domani via Olio di Lino, entro oggi sarà chiuso lo scavo mentre domani la ditta provvederà ad asfaltare.  Dopo otto giorni dall'apertura della voragine, l'impresa incaricata dall'Amap ha sostituito..

    Continua a Leggere

  • Roccamena richiede lo stato di calamità naturale. Ingenti danni all’agricoltura

    Politica

    Roccamena, 13 novembre 2018 - Anche la Giunta Comunale di Roccamena ha approvato la proposta per richiedere lo stato di calamità naturale a causa dei gravi danni subiti durante i giorni di forte maltempo che hanno interessato la Sicilia. [caption id="attachment_76791" align="alignleft" width="30..

    Continua a Leggere

  • Aquino, bollette dell’acqua da 17.000 euro. I residenti “Noi non paghiamo più”

    Politica

    Monreale, 13 novembre 2018 — Continua a sgorgare l’acqua dal marciapiede delle case popolari di via Santa Liberata, ad Aquino. L’annoso problema non ha ancora trovato una soluzione, e anzi sembra che le istituzioni non abbiano intenzione di inter..

    Continua a Leggere

  • “AAA locasi ufficio a San Martino delle Scale, prezzi modici”

    Politica

    San Martino delle Scale (Monreale), 13 novembre 2018 - Volete lavorare all’aria aperta? Avete bisogno di silenzio e tranquillità per portare avanti il vostro lavoro? Stare in un ambiente chiuso vi crea scompensi respiratori e non vi permette di dare il meglio al vostro datore di lavoro? Adesso..

    Continua a Leggere

  • Monreale, la Lega di Matteo Salvini entra in consiglio comunale. Ne faranno parte Giuseppe La Corte e Giuseppe Romanotto

    Politica

    Monreale, 12 novembre 2018 - Questo pomeriggio, nel corso dei lavori del consiglio comunale a Monreale, verrà ufficializzata la nascita del nuovo gruppo consiliare della “Lega”. Il Movimento di Matteo Salvini sarà presente con i consiglieri comunali Giuseppe La Corte (Capogruppo) e Giuseppe Ro..

    Continua a Leggere

  • Avvallamento stradale in Contrada Caputo Cardullo, pozza d’acqua impedisce il transito pedonale

    Politica

    Monreale, 12 novembre 2018 - Continua la lista dei danni provocati dal maltempo della settimana scorsa, e fanno luce sui problemi del territorio. ..

    Continua a Leggere

  • La rivincita di Giulia, il cane ha ripreso a correre e vive a Torino

    Politica

    [gallery ids="82529,82434,82433,82435"]

    Monreale, 12 novembre 2018 - A distanza di un anno possiamo dire che Giulia è felice, si è riscattata da un incidente che le avrebbe potuto cambiare la vita in peggio, ma fortunatamente non è andata così. È tornata a correre ed intorno ha ge..

    Continua a Leggere

  • Come si differenzia? Padre Elisée lo spiega alla fine della messa domenicale

    Politica

    Monreale, 12 novembre 2018 - La plastica deve essere pulita prima di essere gettata così come le lattine. La carta non deve essere sporca e priva di altro materiale. La domenica, a spiegare come differenziare è Padre Elisée, parroco della piccola chiesa di Fiumelato.

    Continua a Leggere

  • Scuolabus a Monreale, dimezzato il prezzo del canone. Si pagheranno 10 € mensili

    Politica

    Monreale, 12 novembre 2018 - Cambiano da oggi le tariffe del servizio scuolabus. La Giunta Municipale, dopo la riunione di giovedì scorso, ha stabilito le modifiche da apportare al prezzo degli abbonamenti. Il 24 aprile 2018 erano state stabilite due distinte tariffe in base alla fascia di reddi..

    Continua a Leggere

  • Contenzioso con il comune e la Mirto. L’Ispettorato del lavoro convoca le parti. Il comune nomina un legale

    Politica

    Monreale, 12 novembre 2018 - Ancora non si chiude la questione che tiene in sospeso i 28 ex dipendenti della Tech Servizi S.r.l. di Siracusa, prevalentemente monrealesi, che avevano prestato servizio per circa dieci mesi presso la TECH, aggiudicatrice del servizio di gestione del servizio di ..

    Continua a Leggere

  • Danni del maltempo. Monreale, Altofonte e Corleone chiedono stato di calamità, ma alcuni Comuni non fanno altrettanto

    Politica

    Roccamena, 12 novembre 2018 - I gravissimi danni causati dall'ondata di maltempo della settimana scorsa non sono bastati all'amministrazione di Roccamena per chiedere lo stato di calamità. Tra i Comuni che hanno segnalato i danni e a cui è stato riconosciuto lo stato di emergenza e di calamità..

    Continua a Leggere

  • Palermo vs Pescara  3-0. I Rosanero meritano la Serie A

    Politica

    Palermo, 12 novembre 2018 - Stellone cala il tris al Barbera e lancia un messaggio chiaro al campionato.  Il Palermo vince con autorità con un ottimo Pescara togliendo il primato in campionato, con una gara in meno da giocare in virtù della compos..

    Continua a Leggere

  • Arriva l’influenza di stagione, parte la campagna vaccinale

    Politica


  • Una sforbiciata dallo stile unico: Franco Lo Coco al Farmaca International

    Politica

    [gallery ids="82475,82474,82473,82472,82471,82470,82469,82468,82467,82466,82465,82464,82463,82462,82461,82460,82459,82458,82457,82456,82455,82454,82453,82452,82451,82450,82449"]

    Palermo, 11 novembre - 2018 Una domenica all'insegna della moda capelli al San Paolo Palace, teatro dello Sh..

    Continua a Leggere

  • Volley, week end agrodolce per la Primula

    Politica

    Monreale, 11 novembre 2018-Esordio amaro per la Primula che alla prima giornata di campionato di Pallavolo della Serie D Femminile sabato pomeriggio ha affrontato in casa la formazione del Cinisi perdendo per 3-0. La squadra d..

    Continua a Leggere

  • Roccamena, 50 alberi rischiano di essere abbattuti. Cittadini chiamano Legambiente

    Politica

    Roccamena, 11 novembre 2018 - A Roccamena si paventa una strage di alberi. Sono più di 50 le piante che rischiano di scomparire dalle strade del piccolo centro del Palermitano. Precisamente nella zona di parziale trasferimento, ossia quella della ricostruzione post sisma del Belice del 1968 che è ..

    Continua a Leggere

  • L’Atletico Monreale batte 2 a 1 lo Sporting Termini. Il bomber Tarallo traccia la vittoria della squadra monrealese

    Politica

    [gallery ids="82394,82393,82392,82391,82390,82389,82388,82387,82386"] Monreale, 11 novembre 2018 - Una partita vietata ai deboli di cuore è stata  quella di ieri, disputata ai campetti Archimede, che ha visto confrontare le due compagini sportive, i padroni di casa l'Atletico Monreale e gl..

    Continua a Leggere

  • Fontana del Pozzillo tra erbacce e rifiuti. Così vengono valorizzati i monumenti storici a Monreale

    Politica

    [gallery ids="82350,82349,82359"] Un bel biglietto da visita per i turisti e le scolaresche che si recano a visitare lo storico quartiere del Pozzillo, in via Antonio Veneziano la fontana è da tempo diventata una piccola discarica. Più volte lo stato dei luoghi è stato segnalato e ripulito ma ..

    Continua a Leggere

  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com