Piero Capizzi sindaco, riceve meno preferenze di quante ne ricevette Di Matteo nel 2009

0
Araba Fenice desk

L’affluenza degli elettori alle urne, in occasione del secondo turno di ballottaggio dell’8 e 9 Giugno, ha fatto registrare una massiccia astensione dal voto: poco più di un elettore su due, il 56,09%, non si è recato ai seggi. L’affluenza è stata del 43,91% contro il 68,59% del primo turno del 25 Maggio.

 

 

Primo Turno

% Primo Turno

Ballottaggio

% Ballot-taggio

Arcidiacono

3369

24,5

6120

44,12

Capizzi

6215

45,19%

7750

55,88

 

 

 

 

 

E’ cresciuto considerevolmente invece il numero di preferenze espresse nei confronti dei due candidati rispetto al primo turno, quando gran parte delle schede elettorali riportava solamente la preferenza per il candidato al consiglio comunale.

L’apparentamento di Arcidiacono con FI, UDC, Per Monreale, ha fatto rimbalzare il suo risultato elettorale, senza però consentirgli di raggiungere le preferenze conseguite da Capizzi.

Con una percentuale di consensi del 55,88, calcolata sui voti validi, l’avv. Piero Capizzi diventa sindaco di Monreale. Ha sconfitto il rivale Alberto Arcidiacono che si è fermato al 44,12%, con una differenza di 1630 voti, confermando le previsioni che, dato il grosso divario conseguito al primo turno, lo davano vincente.

A questa seconda tornata elettorale sono andati al voto solamente 14.286 elettori, contro i 22.316 del 25 Maggio, su un totale di 32.533 aventi diritto. L’affluenza alle urne è scesa dal 68,59% al 43,91%.

Al ballottaggio del 2009 (Filippo Di Matteo/Toti Zuccaro), Di Matteo si era insediato al Comune ricevendo 7.958 preferenze da un corpo elettorale di 30.858 cittadini. Era diventato sindaco quindi con il consenso del 25,8% degli elettori. Soltanto un cittadino su 4 aveva scelto il sindaco della città.

Il consenso conseguito da Capizzi si riduce, sia in termini assoluti che percentuali: Capizzi è diventato sindaco di tutti i monrealesi con il consenso di una ancor più esigua minoranza. E’ stato scelto da 7.750 elettori su un totale di 32.533. Solo il 23,8% del corpo elettorale, meno di un elettore su quattro, ha determinato la sua elezione. Il 76,2% del corpo elettorale non ha votato per lui, preferendo Arcidiacono (18,8%) o astenendosi dal voto (57,4%).

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com