Monreale: L’analisi del voto europeo e le dichiarazioni dei politici

0
Araba Fenice desk

Esprime soddisfazione il portavoce monrealese del M5S, nonché candidato alla carica di sindaco del comune, Fabio Costantini. Il suo Movimento ha conseguito il 30% delle preferenze, registrando un balzo in avanti rispetto alla media nazionale, ferma al 21,15%, ma anche a quello registrato nella circoscrizione Sicilia e Sardegna (27,35%). Segna invece un bilancio negativo rispetto alle politiche del 2013, quando a Monreale aveva conseguito il 39,2% (7.164 preferenze).

“Siamo in controtendenza rispetto ai dati nazionali, vuol dire che si è fatto un buon lavoro sul territorio ed il voto libero ha dato un risultato più che soddisfacente. Vedremo quale variazione subirà adesso, una volta declinato sulla base della politica clientelare locale”.

Anche il sindaco di Monreale, Filippo Di Matteo (FI), si dichiara molto soddisfatto del risultato riportato in casa dal proprio partito, che si attesta al 27,42%, in netta controtendenza al dato nazionale, 16,81%, e a quello insulare, 20,05%. Un dato che però segna una netta tendenza discendente per un partito (il PDL) che alle elezioni europee del 2009 aveva ottenuto il 42,9% dei suffragi. Tiene invece rispetto alle politiche del 2013, quando si era attestato al 25,9% con 4.738 voti.

“Registriamo – dichiara Di Matteo – un grande successo di Forza Italia rispetto alla media nazionale. E’ il risultato del grande impegno e del proficuo lavoro svolto sul territorio monrealese da parte di tutti i collaboratori del partito”.

Lo spoglio del voto europeo a Monreale ha assegnato il terzo posto in classifica, anche se per soli 147 voti, al Partito Democratico. Stavolta il PD segna a Monreale un 26,65%, nettamente inferiore al dato nazionale del 40,82%, ma anche a quello insulare, del 34,89%. Si tratta invece di un netto balzo in avanti rispetto al 17% (3.244 voti) registrato alle consultazioni del 2009 e al 14,6% delle politiche del 2013 (2.679 voti).

“Il risultato – dichiara il segretario monrealese del PD, Toti Zuccaro – conseguito dalle liste va confrontato con quello delle precedenti consultazioni. Per il PD a Monreale non si sono mai visti questi numeri. Siamo in risalita di più di 1.800 voti rispetto alle consultazioni europee del 2009”. Nel 2009 il PD aveva ottenuto 3.244 preferenze, oggi ne registra 5.100. “Non possiamo che ritenerci soddisfatti della forte crescita del partito nel nostro territorio”. Il risultato di ieri segna una netta risalita anche rispetto all’anno scorso, quando alle politiche, con 2.679 preferenze, si era attestato al 14,6%.

Schermata 2014-05-26 alle 10.34.19

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com