Seminario Laicità e scuola pubblica: il Ministero impone e gli insegnanti eseguono. Seconda parte [VIDEO]

0
tusa big

Candida Di Franco apre il suo intervento sulle interferenze della Chiesa cattolica sulla “cosa pubblica”, affermando che il conflitto è alla base di ogni evoluzione, ma, sia nella scuola, che in altre istituzioni, oggi, è molto basso: “il Ministero impone e gli insegnanti eseguono”.

La Di Franco sostiene che NON possa esserci la possibilità di trovare un modo giusto e corretto di insegnare sia religione che storia delle religioni, nella scuola pubblica. “La religione attiene alla sfera personale” afferma, “e la parola ‘religione’ non dovrebbe NEMMENO entrare nella scuola”. E continua analizzando il condizionamento che lo Stato del Vaticano agisce sullo Stato italiano, sia attraverso le leggi (legge 40 sulla procreazione assistita, coppie di fatto, legge sull’aborto, testamento biologico, eutanasia) che attraverso la semplice gestualità e i bisogni di appartenenza (ritualità, riflessi condizionati, e mafiosi che finanziano le “processioni”).

Attraverso un breve excursus cita i ministri italiani che hanno voluto lasciare un segno sulla scuola: Luigi Berlinguer con la legge di parità (sussidiarietà tra pubblico e privato), la Moratti (che aveva provato ad escludere il darwinismo dagli studi di Scienze) e Fioroni (che propose di attribuire crediti formativi ai ragazzi che avrebbero potuto dimostrato di fare volontariato, discriminando chi faceva altre attività, anche formative).

La Di Franco ha messo un punto fermo anche a favore della scelta delle attività sostitutive della religione cattolica che è facoltativa. Dunque la scuola DEVE organizzare le attività sostitutive, individuando le esigenze, le risorse interne ed eventualmente il personale precario; in mancanza di risorse interne, infatti, il dirigente può assumere personale esterno. Per concludere, l’attenzione si è spostata sull’individuazione e l’assunzione degli insegnanti di religione, “illicenziabili” e individuati dalla Curia pur essendo pagati dallo Stato italiano.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com