Chiusura della campagna elettorale del candidato Filippo Di Matteo

0
tusa big

Monreale, 23 Maggio. Si è svolto oggi, a partire dalle ore 18;30 il comizio elettorale di chiusura della campagna elettorale del candidato alla carica di Sindaco Filippo Di Matteo, appoggiato dalla coalizione di centro destra del nostro paese. Sul palco erano presenti, oltre ai componenti della giunta comunale La Corte, Giangreco, Vittorino e Cardullo, i deputati regionale Nino Dina e Vincenzo Figuccia ed il senatore Vincenzo Gibiino, coordinatore di Forza Italia Sicilia.

In apertura di comizio, l’assessore Giangreco ha ricordato, attraverso le parole di Paolo Borsellino, il sacrificio di Giovanni Falcone, della moglie Francesca Morvillo e degli agenti di scorta, uccisi dalla mafia nella strage di Capaci il 23 Maggio del 1992.

Sono poi intervenuti, nell’ordine, il senatore Gibiino e il deputato Dina, i quali hanno sottolineato la positività di un’amministrazione, quella uscente, che ha affrontato il peso di una situazione di bilancio in forte disagio, evitando la dichiarazione di dissesto nel nostro Comune e affrontando l’aumento della tassazione derivante dalla normativa nazionale.

È quindi intervenuto il candidato Filippo Di Matteo, il quale ha inizialmente ricordato i suoi impegni concreti nella lotta alla mafia, innanzitutto con la consegna della cantina Caggio “oggi simbolo dell’antimafia, non più della mafia corleonese”, e poi con la costituzione a parte civile del Comune in vari procedimenti: “Bisogna avere coraggio per sedersi nella sedia della sala rossa” ha detto al proposito Di Matteo, chiudendo l’argomento con un perentorio “la mafia si tiene lontano dal Comune come ha fatto Filippo Di Matteo”.

Di Matteo ha poi fatto riferimento alle dichiarazioni di risposta del candidato al consiglio comunale Toti Gullo sulla questione relativa al campo di calcio non realizzato nella frazione di Aquino, includendo nella sua dichiarazione anche un riferimento alla gestione dell’ATO rifiuti:

“Il ministero manda pochi giorni fa un decreto con cui invita il Comune a restituire i fondi, in quanto il campo sportivo non è stato realizzato. Vengo immediatamente attaccato dal Dottore Gullo che mi descrive come il “buco nero”. Io mi auguro che lui venga attratto lontano da qua.

Caro dottore Gullo, io ti chiedo di visionare le delibere votate nel 2009 in cui venivano nominati dei parenti, sicuramente non miei. Chiedo che le autorità intervengano e confrontino i due piani regolatori. Sono felice, caro dottore Gullo, che tu divenga consigliere comunale, non per la città, ma perché così gli atti verranno analizzati dalla procura.

Qualcuno mi ha accusato di aver aumentato le tasse: la Tarsu non è altro che la divisione matematica di quello che costano i rifiuti: purtroppo se in questo Comune c’è stata una cattiva gestione dell’Ato, non è colpa mia.”

Infine, definendo il Partito Democratico monrealese un “partito a conduzione familiare” (con esplicito riferimento all’assessore designato Ignazio Zuccaro e all’attuale segretario cittadino del PD Toti Zuccaro), ha esaminato il programma elettorale del candidato Capizzi, ribattendo su punti precisi le proposte lì contenute: “Al punto 1) della brochure informativa distribuita da Capizzi, c’è la riduzione delle spese legali. Io non le ho ridotte, le ho annullate. Se lui le vuole ridurre, significa che prima le vuole mettere e poi le vuole ridurre. Capizzi poi parla di tutela delle fasce più deboli: vi dico che il nostro Comune è stato recentemente l’unico comune siciliano premiato per il sociale, e di questo ringrazio Giuseppe La Corte.

In sintesi Capizzi vuole continuare quello che ho fatto io: ma perché si candida allora? Io ritengo opportuno che lui non si candidi e ci lasci lavorare.

Capizzi ha poi dichiarato, nei vari confronti, di non avere le idee chiare sui rifiuti, ma poi nel programma dice che farà l’ARO: ma l’ARO è già stata votata dal consiglio comunale, quale ARO vuole costituire? E poi, dice di voler nominare altri 5 consulenti per i rifiuti?”

Infine, Di Matteo ha chiuso il suo comizio con l’invito ai presenti ed ai cittadini di Monreale: “Per il bene di questa città, votatemi!”

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com