Il Ministro Maria Elena Boschi ed il deputato Davide Faraone a Monreale. Il video

0
Araba Fenice desk

Monreale, 21 Maggio. Si è svolto, nella serata di ieri, un incontro fra gli elettori e simpatizzanti del Partito Democratico, il ministro per le riforme costituzionali ed i rapporti con il parlamento Maria Elena Boschi e il deputato nazionale Davide Faraone.

A moderare gli interventi, il segretario locale del PD, Toti Zuccaro.

Nel suo intervento, il ministro Boschi ha sottolineato la forza del progetto del centro sinistra monrealese, che agevola la cooperazione fra un’amministrazione nazionale guidata dall’ex Sindaco Renzi, e la futura amministrazione monrealese.

“Non è un caso se per la prima volta, anche dovendo chiedere sacrifici a tutti quanti, non sono stati fatti dei tagli lineari ai comuni”, ha poi affermato Maria Elena Boschi.

“Aver previsto un fondo di 3 miliardi e mezzo per l’edilizia scolastica è un modo per venire incontro anche alle esigenze dei Comuni. Noi ripartiamo dalle scuole e dalle strutture, che è il primo passo per dare una offerta formativa migliore ai nostri ragazzi. Un miliardo e mezzo destinato alla prevenzione del dissesto idrogeologico, un altro modo per stare accanto ai comuni, alle comunità.

E poi cerchiamo di stare accanto ai comuni ed ai sindaci con delle misure che aiutino direttamente le famiglie e le imprese, perché quando le famiglie sono in difficoltà, le imprese non ce la fanno, è dal Sindaco che vanno a chiedere aiuto. La misura degli 80 euro in più in busta paga, che ricordava Davide Faraone, non è una politica assistenziale, ma è un intervento sul cuneo fiscale, è una misura strutturale.

C’è un governo che cerca di riavvicinare lo stato ai cittadini, alle famiglie, alle imprese, e cerca di farlo dando delle risposte concrete. In questi tre mesi abbiamo segnato un cambiamento vero.

Noi abbiamo gli ultimi cinque giorni prima del voto di Domenica. La differenza lo faranno soprattutto gli indecisi, è importante andare a votare Domenica. Se il partito democratico sarà il gruppo più numeroso al parlamento europeo, la nostra voce sarà ascoltata. Se c’è chi si accontenta di lanciare un grido, anche disperato, per poi lasciare le cose così come stanno, allora può votare Movimento 5 Stelle. Chi invece ha voglia di dare un voto utile per cambiare il proprio futuro, sa che ha un’unica alternativa valida, che è il partito democratico.”

Riprese video di Gaetano Ferraro:

 

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com