23 maggio, per Ferdinando Arena non si tiene conto dell’uniformità degli intenti

0
tusa big
Apprendo dalla stampa locale una sequenza di decisioni prese da alcuni candidati a Sindaco circa l’opportunità di non effettuare comizi in occasione della ricorrenza del vile atto criminoso che ha colpito il mondo civile causando la morte di quelle persone che hanno speso la vita per la legalità e la sicurezza di noi tutti, ricordata come la “Strage di Capaci”.
Ancora una volta non si tiene conto della uniformità degli intenti dove nella riunione del 16/05/2014 in occasione della richiesta di “par condicio” da me avanzata per la ripartizione dello svolgimento dei comizi dello scorso 17/05/2014, in presenza dei Carabinieri, i candidati a Sindaco e i loro rappresentanti e il Segretario Comunale, si era addivenuto unitariamente che in data 20/05/2014 alle ore 17:00 si sarebbero effettuati alla presenza di tutti i convenuti, i sorteggi per la tempistica di intervento sul palco per i comizi di chiusura ovvero del 23/05/2014.
Trovo pertanto strumentale e inopportuno l’invito rivolto da alcuni candidati a Sindaco proporre in forma plateale decisioni che sarebbero dovute essere vagliate nei giusti tempi e luogo alla presenza di tutti come convenuto. Regole e rispetto.
Related Posts

Monreale. Chiusa la pendenza con l’ATO con un…

Ricevi tutte le news
Nel contempo ritengo opportuno ricordare a noi tutti una frase di Giovanni Falcone “chi tace e chi piega la testa muore ogni volta che lo fa, chi parla e chi cammina a testa alta muore una sola volta”.

                                                                                     

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com