Monreale, branco di cani sbrana 12 pecore a Fiumelato

0
tusa big

Monreale, 17 maggio. Dodici pecore, appartenenti a un pastore monrealese, sono state trovate dilaniate da un branco di cani vaganti per il territorio. 

Il fatto, reso noto dal consigliere comunale Massimiliano Lo Biondo, risale alla notte del 15 maggio. All’alba del 16, infatti, il signor Giaccone, pastore e proprietario di un gregge di pecore a Fiumelato, entrando nell’ovile in cui detiene solitamente gli animali, ha ritrovato una scena a dir poco raccapricciante: 12 pecore riverse a terra, dilaniate dai morsi di un branco di cani. All’appello mancavano anche diversi capi di bestiame che si sono dati alla fuga durante l’incursione dei cani e che qualche ora dopo sarebbero ritornati.

Il pastore ha subito allertato i veterinari dell’Asp e le autorità competenti, procedendo, poi, all’inumazione dei cadaveri degli ovini al fine di evitarne la putrefazione. Il signor Giaccone procederà alla denuncia presso i Carabinieri della Stazione di Pioppo. 

Lo stesso pastore lamenta la continua presenza di cani randagi nel territorio e, indirettamente, nonostante il proprio animo da animalista e nonostante ritenga giusto aiutare i cani in difficoltà, ritiene responsabili dell’accaduto le tante persone che quotidianamente portano del cibo ai randagi creando, in questo modo, un vero e proprio centro di riunione dei cani randagi, proprio nelle vicinanze del proprio ovile.

Sulla questione randagi è intervenuto Massimiliano Lo Biondo. “È una degenerazione – afferma- di un fenomeno sottovalutato da chi governa e strumentalizzato da chi nel silenzio ne ha fatto la strategia del tanto peggio per loro, tanto meglio per noi”.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com