Emergenza randagi. L’ass. UNA pronta ad intervenire ma attende ancora la consegna del locale dell’Acetilene

0
Araba Fenice desk

Il Comune di Monreale ha concesso in comodato d’uso gratuito all’Associazione “U.N.A. PALERMO, MONREALE E PROVINCIA” ONLUS, il locale cosiddetto “Acetilene” ubicato lungo la panoramica della strada Rocca – Monreale in via Fontana del Drago n. 3, per essere adibito a locale di prima accoglienza per gli animali, dove si pensa di attivare l’ambulatorio Veterinario Comunale.

Il 13 Maggio il sindaco Di Matteo ha inviato una lettera, con carattere di estrema urgenza, al dirigente dell’area APGAT, ing. Maurizio Busacca, disponendo che venisse immediatamente sgombrato il locale da tutto il materiale e dalle attrezzature non pertinenti, e che le chiavi del locale venissero consegnate all’ass. UNA. I volontari lamentano che ancora non hanno potuto prendere possesso dei locali.

L’ass. ha presentato al comune la propria disponibilità ad attivare il servizio di primo pronto intervento veterinario per la lotta al randagismo e per la tutela degli animali a costo zero per il Comune. Per il sindaco Di Matteo, la proposta rappresenta una reale soluzione per attivare immediatamente il servizio in considerazione della disponibilità del locale, delle attrezzature fornite dalla USL 6, e dell’ausilio dei volontari dell’ass. UNA.

Pietro Mazzara, Tecnico Ambientale, associato e sostenitore UNA, fautore dell’Iniziativa, e Lo Vecchio Giuseppe, Presidente dell’associazione U.N.A., si serviranno in una prima fase del presidio come soluzione per affrontare le soluzioni emergenziali, nelle more che venga  finanziato e realizzato il canile municipale di Contrada Ginestre, il cui progetto è stato avanzato dall’Amministrazione comunale, da finanziare con i Fondi Europei.

Attende la consegna dei locali l’Ingegnere Benedetto Madonia, consulente del sindaco e socio dell’U.N.A.. Madonia e il Perito Tecnico Ambientale Pietro Mazzara presteranno gratuitamente la propria competenza per stilare una relazione tecnica di fattibilità, in rispetto alle normative di sicurezza, urbane, ambientali e igienico sanitarie, con successivo capitolato di spesa da presentare al comune affinché esegua la ristrutturazione.

“Gran parte dei lavori – dichiarano i due tecnici – saranno fatti in economia personalmente dagli associati, da varie associazioni e da privati, per cominciare al più presto ad affrontare l’emergenza di sterilizzare le cagne e microcippare tutti i cani presenti sul territorio di Monreale”.

I volontari denunciano intanto la presenza di cucciolate abbandonate presso i cassonetti dei rifiuti, e hanno lanciato anche una campagna di sensibilizzazione nei confronti di tutti i cittadini finalizzata all’adozione degli animali.

Lo Vecchio risponde invece a coloro che hanno voluto trovare una scopo elettorale in questa iniziativa. “All’interno dell’associazione ci sono volontari che appartengono a differenti aree politiche, ed alcuni di essi sono anche candidati al consiglio comunale. Il nostro interesse rimane quello di affrontare l’emergenza randagismo, e per questo ci confronteremo, e se il caso richiameremo alla sua responsabilità, il sindaco di questa o della prossima amministrazione”

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com