“Sulla Via Pulchritudinis, Percorsi d’Arte e di Storia”: un circuito culturale attraverso 4 chiese

0
Araba Fenice desk

L’iniziativa culturale, presentata ieri pomeriggio presso il Palazzo Arcivescovile di Monreale, è nata su idea dell’avv. Rosaria Messina e della dott.ssa Antonella Vaglica, storica dell’arte, che hanno trovato piena collaborazione nell’ass. “Amici dei Musei Siciliani”, e sostegno nella Curia Arcivescovile, nell’amministrazione comunale di Monreale e negli Ordini Costantiniano e Teutonico.

“Abbiamo operato – spiega l’avv. Messina – nella comune convinzione di dovere proiettare all’esterno un’immagine di Monreale in grado di offrire prospettive culturali, nuove forme di accoglienza, di dialogo e di riappropriazione da parte della comunità degli spazi e del territorio”.

L’iniziativa rappresenta un esempio di dialogo tra associazioni, soggetti privati, istituzioni e curia.

I siti a disposizione dei visitatori sono molto significativi, impreziositi da affreschi pregiati e poco conosciuti, con strutture architettoniche singolari.

Il progetto consente un mini tour che condurrà i visitatori attraverso la conoscenza di quattro chiese ad oggi chiuse. Si partirà dalla chiesa “S. Maria degli Agonizzanti”, per proseguire verso la “Madonna dell’Orto”, quindi “Il Sacro Cuore”, per terminare con la “Cappella di S. Maria degli Angeli”.

Le 4 chiese saranno aperte nelle giornate di sabato (10,00-19,00) e di domenica (10,00-18,00), dal 26 Aprile al 18 Maggio.

La visita prevede un ticket di 2€ per la singola chiesa, o in alternativa di 5€ per tutti i 4 siti, per coprire i costi di pulizia e per fornire un rimborso spese ai volontari. Opportunamente formati, 12 giovani garantiranno la custodia e accoglieranno i visitatori. Saranno inoltre disponibili due guide volontarie per condurre ogni ora i visitatori lungo il percorso artistico.

La dott.ssa Vaglica ha già pubblicato un libro nel 2005 dal titolo “Dietro un muro tra le crepe. Chiese Monrealesi chiuse al culto”, con l’intento di restituire ai monrealesi e al mondo tessere di storia raccontata attraverso l’arte. “L’apertura ai visitatori di questi magnifici luoghi di fede, d’arte e di storia, contribuirà notevolmente alla presa di coscienza e quindi forse alla loro salvaguardia. Non si può pensare di provare interesse, per una realtà che non si conosce. Non mi interessa la cultura autoreferenziale, che arricchisca me stessa, ma la cultura comunicata, come scambio, condivisione e arricchimento reciproco”.

In quest’ottica la dott.ssa Vaglica ha collaborato alla realizzazione della manifestazione Via Pulchritudinis – Via della bellezza. “Un’opera d’arte può aprire gli occhi della mente e del cuore, sospingendoci verso l’alto”.

L’Ordine Costantiniano si è assunto l’onere di tenere aperte le chiese e di garantirne la manutenzione ordinaria e straordinaria.

Non è facile tenere aperte le chiese non dedicate al culto – ha sottolineato l’arcivescovo di Monreale, S. E. Mons. Pennisi – per problemi di gestione, di manutenzione ordinaria e straordinaria. E’ quindi positivo che l’associazione se ne faccia carico, consentendo la fruizione di un patrimonio non conosciuto e che va valorizzato, nell’ottica di recuperare le radici cristiane della nostra comunità.”

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com