Il vice sindaco Giuseppe La Corte al fianco di Di Matteo con l’UDC. L’INTERVISTA

0
Araba Fenice desk

E’ soddisfatto del proprio lavoro il vice sindaco Giuseppe La Corte che, seppur con un budget limitato, ritenga di essere riuscito a garantire a tanti concittadini in difficoltà un servizio minimo di assistenza. 
La Corte sarà candidato a rivestire un posto in Consiglio Comunale sostenendo il sindaco uscente Filippo Di Matteo con cui dichiara di aver condiviso il programma. La sua lista sarà quella dell’UDC, partito che La Corte ritiene essere ancora coeso nonostante la fuoriuscita di molti esponenti.


Assessore, può fare un’autovalutazione del suo operato?


Sono contento del mio operato perché solo con i fondi della 328 e con piccole risorse prese dal nostro bilancio, abbiamo portato avanti tanti servizi alla persona. Il Sad è stato finanziato per mezzo della legge 328 per 47 mila euro, il Comune ha stanziato i restanti 70 mila Euro. Siamo riusciti a garantire questo servizio a persone che ne avevano veramente bisogno. Abbiamo realizzato il Centro Diurno, partito da pochi giorni; un centro per i disabili in cui saranno previste varie attività con il supporto dell’associazione Nati Due Volte. Come Comune abbiamo dato il supporto, con le risorse umane, a un progetto con l’INPDAP che vanta 144 assistiti e 144 persone che lavorano. Abbiamo garantito la formazione di vari albi di professionisti come gli Oss e gli Osa al fine di dare più trasparenza al nostro operato. 
Per quanto riguarda le politiche giovanili, non ci sono stati fondi comunali. Con la Consulta giovanile pensavo di ottenere qualcosa in più ma ancora i giovani non sono pronti per questo tipo d’istituzioni. 
Pe quanto riguarda lo sport, abbiamo cercato di coinvolgere le varie associazioni e abbiamo creato la consulta sportiva. 


Qual è stato il budget a sua disposizione durante questa legislatura?


Il budget non è stato sufficiente. Con il nuovo Piano di zona, approvato dal Comitato dei sindaci in cui io sono delegato, Monreale riuscirà ad avere qualche fondo in più per quanto riguarda le colonie estive per minori. Colgo l’occasione per ringraziare il personale comunale che ha contribuito alla redazione dei piani per gli anziani e per l’infanzia. 
Per quanto riguarda gli anziani, abbiamo ricevuto un finanziamento dalla 328. Saranno previste una serie di attività ludico-ricreative abbinate a un percorso socio-culturale. La cooperativa Nido D’argento sta garantendo un grande servizio.

Qual è la situazione del campo Conca d’oro e degli altri impianti sportivi?

L’ex presidente Rosano si è impegnato molto per il comune. Grazie alla sua collaborazione abbiamo portato avanti un progetto che oggi è finanziato per un importo di un milione e 400 mila Euro per la ristrutturazione del campo. Il progetto, al momento, è fermo perché la Regione aspetta l’iter dei ricorsi presentati da altri comuni. Sono fiero di questo progetto perché la Regione non ha mosso nessuna obiezione.

Si schiererà al fianco di Di Matteo alle prossime elezioni?


Sì, certo. 
Condivido il suo programma. Sono consapevole delle scelte importanti che abbiamo fatto per la città; abbiamo risanato i conti e fatto tanto per la città. Ci abbiamo messo la faccia rischiando di fare scelte impopolari. Adesso possiamo dire che i nostri conti sono a posto. All’interno del Comitato dei sindaci abbiamo lottato per avere il massimo per quanto riguarda il sociale. Fino ad oggi partecipiamo a vari bandi regionali per portare più fondi possibili a Monreale. Certo, il pre-dissesto ci ha molto vincolato, ma tutti i progetti a costo zero li abbiamo portati avanti, vedi il progetto INPDAP in cui siamo stati tra i più virtuosi in Italia.

Che cosa rimprovera a quest’amministrazione? 


Niente, tutte le scelte sono state condivise all’interno della Giunta, sempre unita.

Il suo partito è l’UDC. Come ne spiega la fuoriuscita di diversi esponenti?


L’UDC monrealese ha sempre avuto una posizione politica precisa. Evidentemente chi è fuoriuscito dal partito, non si rivede nella destra ma preferisce candidarsi a sinistra sostenendo un altro candidato sindaco. O forse non crede o non ha mai creduto nel partito, oppure ha utilizzato il partito stesso per fini personali.

L’UDC a Monreale è a destra o a sinistra? Esiste una spaccatura all’interno del partito?


L’UDC a Monreale è a destra; una spaccatura nel partito non esiste ma fa riflettere vedere oggi candidati che sostenevano prima noi, adesso schierati verso un’altra fazione. Mi riferisco a persone che mai si sono schierate in prima persona a fare politica attiva a Monreale.

Parliamo di Pioppo. Quando sarà intitolata a Borsellino la nuova scuola media e a Giovanni Paolo II la via che conduce alla scuola?

Per quanto riguarda le azioni che dovevano essere intraprese dalla Giunta, aspettiamo che si riunisca la commissione toponomastica per intitolare ufficialmente la strada a Giovanni Paolo II. Per quanto riguarda la scuola, m’informerò con la direttrice scolastica. Il Consiglio d’Istituto, tempo fa, aveva deciso di intitolare la scuola a Giorgio Li Pira.

Quando arriverà la nuova tabella della frazione di Pioppo?

Aspettiamo che la ragioneria faccia i conti per destinare le somme delle sanzioni amministrative derivanti da infrazioni al codice della strada, per rifare le strisce pedonali, i segnali per i disabili e le strisce per i parcheggi. Tra questi lavori è inclusa anche la sostituzione delle tabelle delle frazioni di Grisì e Pioppo.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com