Una spremuta con: Piero Capizzi

0
Araba Fenice desk

La “spremuta” all’avv. Piero Capizzi, candidato sindaco al comune di Monreale, non può non cominciare da un’analisi della situazione economica del comune e delle eventuali responsabilità.

Le difficoltà economiche di questa amministrazione non si possono imputare all’amministrazione precedente. Ma non voglio guardare indietro né fare valutazioni dell’operato delle precedenti amministrazioni. Posso solo dire che anche l’amministrazione Gullo ha dovuto affrontare una situazione economica critica. Anche allora il consiglio comunale, che io presiedevo, ha dovuto adottare provvedimenti impopolari. L’amministrazione Di Matteo nulla ha fatto per pianificare interventi adeguati a migliorare la situazione economica del comune. Lo sfido a dimostrare il contrario. Ha operato sempre in stato di emergenza aumentando le tasse.

Costo e gestione rifiuti.

Da sindaco costituirò immediatamente un gruppo di lavoro con persone dotate di competenze specifiche per comprendere il problema. Dobbiamo capire perché il costo della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti debba costare tanto e trovare le soluzioni alternative. La raccolta differenziata potrà garantire un risparmio notevole.

Vi sono, ed in tal caso, come è possibile tagliare spese inutili per il comune?

Il comune dispone di tanti beni abbandonati e fatiscenti. Bisogna fare una ricognizione dei beni comunali per vedere quali è utile mantenere e quali dismettere.

Spese legali, come ridurle?

Da avvocato dispongo delle competenze necessarie per capire cosa è successo in questi e negli anni precedenti. Alcune questioni giudiziarie potrebbero essere risolte in via transattiva in fase extragiudiziale, senza neppure dovere arrivare alla fase giudiziale. Questo permetterebbe di abbattere notevolmente i costi delle spese legali.

Cultura e turismo, è un binomio che può portare ricchezza al paese?

E’ un punto che sarà attenzionato dalla mia amministrazione. Abbiamo interesse affinché il turismo decolli a Monreale e possa costituire una risorsa economica per la città. Monreale gode di tanti beni monumentali, di tante chiese e di tanti siti di interesse storico – culturale che vanno valorizzati.

Il piano traffico della città è condizionato dalle lobby dei commercianti?

Non parlerei di lobby dei commercianti, penso che da un’azione sinergica, anche con l’apporto della categoria dei commercianti, si possano trovare provvedimenti di equilibrio che siano di interesse per la città, quindi dei cittadini, commercianti compresi. I commercianti investono nel nostro territorio, è importante ascoltare il loro parere. Il piano traffico va affrontato per migliorare la viabilità e la vivibilità della città, elementi tra loro collegati.

Contrasto alla criminalità organizzata e Codice Vigna.

Non posso oggi dire se e come è stato applicato il Codice Vigna. Nel mio programma c’è la riorganizzazione dei servizi comunali, per ottimizzarli, nel rispetto della legalità. E’ fondamentale il principio sotteso al Codice Vigna, secondo il quale la lunga permanenza in alcuni posti di lavoro può creare centri di potere, esponendo gli uffici a rischi di infiltrazione mafiosa. Da sindaco procederò alla rotazione di tutti i funzionari nei settori più sensibili a questi rischi, anche nell’ottica di migliorare la qualità dei servizi per i cittadini di Monreale. Non è concepibile che in uno stesso ufficio possa permanere un funzionario oltre 3/4 anni.

Edilizia scolastica, carenza di locali e costi degli affitti presso privati.

E’ un problema serio, non risolvibile in tempi brevi, che è stato al centro della mia attenzione già da quando ero Presidente del Consiglio (amministrazione Gullo ndr). In quell’occasione ho portato avanti l’approvazione del progetto definitivo della scuola di Pioppo, voluta da tutto il consiglio comunale, che costituisce un fiore all’occhiello per la città.

Coalizione di centro-sinistra. Quanto è importante l’orientamento politico per amministrare un comune?

Gli ideali e i valori politici sono fondamentali nel caratterizzare l’azione amministrativa del sindaco. Non certo decisivi per risolvere i problemi. E’ importante l’impegno, la passione e l’abnegazione.

I cittadini sono chiamati ad eleggere il sindaco, ma è importante conoscere la squadra di governo chiamata a collaborare il primo cittadino. Un’anticipazione?

La mia candidatura è espressione di una coalizione con la quale valuterò i nomi. Al momento la squadra di governo è in fase di studio. Sarà giovane, caratterizzata dalla voglia di rinnovamento e di impegno per la città. La mia indicazione è di individuare soggetti di natura non prettamente politica.

Se dovesse superare il primo turno, a quali forze politiche chiederà l’appoggio per affrontare il ballottaggio?

Non ipotizzo l’ipotesi del ballottaggio ma della vittoria al primo turno. Nell’eventuale ipotesi del ballottaggio, il progetto sarà quello già elaborato e condiviso con le liste della coalizione, anche nel rispetto dei cittadini chiamati a votare. E’ certo che non possiamo prevedere accordi con chi ha contribuito per anni all’amministrazione fallimentare della nostra città.

I primi risultati che porterà a termine da Giugno a Natale?

Ripristinare il collegamento AMAT con il comune di Palermo, costi quel che costi, e riapertura dei campetti da tennis della Ranteria.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com