Oggi è 23/05/2018

Politica

L’assessore La Fiora: “Rimborsi entro il 30 settembre, come previsto dal legislatore, grazie alla nostra manovra finanziaria”

La Fiora critica il comportamento istituzionale del consigliere Lo Coco, “che saltella da uno schieramento all’altro”, e gli ricorda “il rispetto di coloro che lo hanno eletto e lo hanno mandato a rappresentarli in Consiglio Comunale”

Pubblicato il 5 aprile 2014

L’assessore La Fiora: “Rimborsi entro il 30 settembre, come previsto dal legislatore, grazie alla nostra manovra finanziaria”

Il consigliere Lo Coco, con un comunicato inviato a Filo Diretto, chiedeva delucidazioni all’amministrazione Di Matteo relative alla restituzione degli oneri di depurazione versati impropriamente da centinaia di cittadini. 
A questo proposito, abbiamo chiesto chiarimenti all’assessore La Fiora. Riceviamo e pubblichiamo, dunque, la sua risposta:

“Con la legge n. 13/2009 il Legislatore ha introdotto i termini e le modalità con le quali le Amministrazioni Comunali devono procedere al rimborso della quota della tariffa del servizio idrico integrato non dovuta alla luce della sentenza n. 335/2008 della Corte Costituzionale, prevedendo che tale rimborso debba effettuarsi, anche a rate, entro 5 anni a decorrere dal primo ottobre 2009, e quindi entro il 30 settembre 2014.

Ciò premesso, gli Uffici del Comune hanno già incamerato nel 2009 circa 600 istanze di Utenti che hanno i requisiti per ottenere il rimborso, per un totale da rimborsare di circa 100.000 euro. Fino all’anno 2012 non è stato possibile stanziare in bilancio le somme per procedere al rimborso, a causa delle ben note difficoltà finanziarie dell’Ente. 
Soltanto grazie all’importante lavoro di risanamento economico che la nostra Amministrazione, con senso di responsabilità, ha portato avanti nell’anno 2013 con l’adesione al piano di riequilibrio pluriennale finanziario, è stato possibile inserire i fondi per il rimborso prima nel Piano di riequilibrio pluriennale e poi nel Bilancio 2013 all’interno del quale ha trovato copertura la prima quota di disavanzo che sarà coperta nell’arco dei dieci anni di durata del Piano. Ciò consentirà al nostro Comune di rispettare la scadenza prevista dal legislatore.
Tengo a precisare che il consigliere Lo Coco ha votato sempre contro o si è astenuto in occasione sia dell’adozione del Piano di Riequilibrio Pluriennale che del Bilancio di previsione 2013, di fatto assumendo un comportamento istituzionale esattamente di senso opposto rispetto all’obiettivo che oggi dice di voler conseguire. Non si può affermare di volere perseguire un fine per i cittadini quando poi, nelle sedi e nei momenti che contano, si fa di tutto perché quell’obiettivo non si possa raggiungere. I cittadini avranno quel rimborso solo perché la nostra amministrazione ha portato avanti una manovra finanziaria ed economica di certo impopolare, ma assolutamente necessaria. I cittadini hanno invece rischiato di perdere quel rimborso (e molto altro) proprio per i voti contrari del consigliere Lo Coco. Il quale viene oggi a chiedere alla nostra amministrazione che fine abbiano fatto quei soldi. Quei soldi i cittadini li hanno pagati prima del 2009, dovrebbe quindi rivolgere a qualcun’altro la sua domanda, e magari con l’occasione chieda pure come si è formata quella voragine finanziaria che la nostra amministrazione, in nobile silenzio, mettendoci la faccia, ha piano piano rimarginato. E tutto questo in un’epoca storica in cui i trasferimenti di risorse dallo Stato e dalla Regione si sono ridotti ai minimi termini, ma grazie a dei risultati nella lotta all’evasione (Ici, Tarsu, immobili fantasma) che non ha eguali, per risultati, negli ultimi anni, e questo un consigliere comunale dovrebbe saperlo.
Concludo dicendo che, sebbene io non sia un politico di professione, in questa mia esperienza ho imparato che un consigliere comunale, che è eletto (e non nominato) ha un preciso obbligo, prima che giuridico, di ordine morale: il rispetto di coloro che lo hanno eletto e lo hanno mandato a rappresentarli in Consiglio Comunale. È lì che si dimostra di volere perseguire il bene dei cittadini, non con le chiacchiere, né offendendo con parole così pesanti chi quotidianamente, anche commettendo errori, lavora con serietà e cerca di fare del proprio meglio per il bene della comunità che amministra; né tanto meno saltellando da uno schieramento politico all’altro per finalità che non possono che essere esclusivamente personali”.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Monreale, corso Operatore del benessere: approvata la terza e la quarta annualità all’ente Ted

    Politica

    Monreale, 23 maggio 2018 - Approvata la terza e la quarta annualità del corso Operatore del benessere che si svolgerà nella sede di Monreale dell'ente di formazione professionale Ted. Il corso, che partirà tra quindici giorni, rientra nel programma operativo del Fondo sociale Europeo 2014-20..

    Continua a Leggere

  • Gli italiani vanno sempre più pazzi per i cellulari

    Politica

    Da quando la tecnologia mobile è arrivata nel nostro paese, noi italiani l'abbiamo adottata con grandissimo entusiasmo. Lo dimostrano i dati diffusi a febbraio da Enlabs: su 59 milioni di italiani, 43 milioni utilizzano internet e ben 49 milio..

    Continua a Leggere

  • Palermo, aula bunker. La giornata della legalità (LE IMMAGINI)

    Politica

    [gallery ids="64374,64375,64376,64377,64378,64379,64380,64381,64382,64383,64384,64385,64386,64387,64388,64389,64390,64391,64392,64393,64394,64395,64396,64397,64398"] Aula bunker dell’Ucciardone (Palermo), 23 maggio 2018 - Il 23 maggio del 1992 alle 17:58  l'auto su cui viaggiava ..

    Continua a Leggere

  • Monreale e i disservizi postali. Poste Italiane: “Installeremo cassette modulari sulle strade di ingresso alle unità abitative, per sopperire ad alcune carenze relative alla toponomastica e alle complessità morfologiche del territorio”

    Politica

    Monreale, 23 maggio 2018 - Si è tenuto ieri pomeriggio il tavolo tecnico tra comune di Monreale e Poste Italiane, per affrontare il problema dei disservizi riscontrati nel recapito della posta, soprattutto, ma non solo, nelle contrade monrealesi. Una questione sollevata dalla nostra redazione, e po..

    Continua a Leggere

  • Monreale. È ancora emergenza al cimitero. Decine di salme al deposito e aria irrespirabile

    Politica

    [gallery ids="64348,64349,64350,64351,64352,64353,64354"] Monreale, 23 maggio 2018 - È ancora emergenza all'interno del cimitero di Monreale. Al deposito ci sono tantissime salme alle quali non è stata ancora data una degna sepoltura. Protestano i cittadini, costretti, per portare qualche fiore..

    Continua a Leggere

  • Roberto Fico: «Continuare a cercare la verità sulle stragi e aggiornare le norme antimafia»

    Politica

    Palermo, 23 maggio 2018 - Roberto Fico, presidente della Camera dei deputati a Palermo, stamattina è a Palermo in occasione dell’anniversario delle strag..

    Continua a Leggere

  • La nave della Legalità sbarca a Palermo. Il corteo verso l’aula bunker VIDEO

    Politica

      Palermo, 22 maggio 2018 - Con l'operazione antimafia eseguita all'inter..

    Continua a Leggere

  • Blitz antimafia alla Noce. I nomi e le foto degli arrestati

    Politica

    [gallery ids="64197,64198,64199,64200,64201,64202,64203,64204,64205,64206"] Palermo, 22 maggio 2018 - Dieci gli arrestati nell'ambito dell'operazione antimafia della Mobile di Palermo nel quartiere Noce. Ecco i nomi: Giovanni Musso, Giovanni Di Noto, Salvatore Pecoraro, Fabio La..


  • Circonvallazione al buio e senza segnaletica orizzontale. Caputo scrive al Prefetto

    Politica

    Monreale, 22 maggio 2018 - Esiste una linea che separa dissesto finanziario di un comune e sicurezza dei cittadini? La mancanza di risorse può davvero mettere in pericolo la vita dei cittadini? Caso, ormai diventato emblematico, è la Circonvallazione di Monreale. L’importante asse viario, nel tr..


  • Operazione antimafia nella notte, 11 arresti alla Noce. Pizzo, feste religiose e intimidazioni

    Politica

    Palermo, 22 maggio 2018 - Anche la festa religiosa del quartiere serviva a mantenere gli uomini di Cosa nostra. La mafia non ha pietà: e impon..


  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com