Giovanni Provenzano, l’artista combattuto

0
tusa big

Monreale, 5 Aprile 2014 – Prende il via questa mattina la mostra personale di Giovanni Provenzano.

Presso l’ex Monastero dei Benedettini di Monreale saranno esposte le opere realizzate dall’artista agrigentino con l’ausilio della sabbia. Il complesso monrealese ospiterà buona parte della produzione del pittore, a partire da quelle realizzate nel 1964, anno d’inizio dell’attività artistica di Provenzano, fino quelle più recenti.

La tecnica che più identifica Gianni Provenzano è la grafica-pittura su sabbia. Il pittore alterna opere di grafica e di serigrafia, in un’evoluzione di colori che mettono in risalto l’anima e la delicata personalità dell’artista. I soggetti variano dalla natura morta ai vicoli delle strade, dai ritratti agli angoli malinconici del proprio inconscio.

Nel 2001 l’artista ha un fermo nella produzione artistica, che lo terrà assente dai diversi scenari artistici fino al 2012, anno in cui il suo estro artistico si stanca, ha bisogno di esprimere la voce del cuore; un artista quindi combattuto da ciò che era diventato e cosa non era più. L’amore per l’arte lo riporta a creare opere per la propria terra, utilizzando la tecnica della sabbia e dell’olio su carta, con pennellate e tocchi di colore che ci permettono di capire l’estrema attenzione nella realizzazione delle diverse opere.

La mostra sarà visitabile fino al 19 Aprile.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com