Bosco di Casaboli, sporcizia e degrado dopo la gara di MTB

0
tusa big

La denuncia arriva dall’EcoCampus che opera nel Bosco di Casaboli.

In procinto di fare la manutenzione annuale del bosco e delle strutture ricettive, in vista della riapertura delle attività del Parco Avventura e per preparare le attività del Centro di Educazione Ambientale, lo scenario che si è loro presentato è stato sconfortante.

Domenica scorsa si è svolta la “Gran Fondo di San Martino”, durante la quale si sono misurati alcune centinaia di atleti in sella alle loro mtb.

Una gara esaltante dal punto di vista agonistico, ma anche molto bella perché si svolge all’interno dei boschi, permettendo così ai partecipanti e ai tifosi di conoscere e godere uno spaccato naturalistico bellissimo. Uno sport che va a braccetto con il rispetto della natura. Ieri la sgradita sorpresa per gli operatori dell’EcoCampus nel trovare borracce, fettucce penzolanti dagli alberi lungo tutto il tracciato, un ristoro fantasma al piano di Casaboli con tavoli di plastica, bidoni e bicchieri a terra e, davanti l’ingresso dell’EcoCampus, una visibile scritta “MTB” di vernice bianca su un albero, circondato dalle immancabili fettucce.

“Anche noi – denunciano sulla pagina Facebook gli operatori della struttura – ormai da 3 anni a Casaboli e da circa 10 anni in tutte le aree naturali Siciliane organizziamo eventi, raduni e manifestazioni, ma mai si era verificato questo scempio, un percorso di plastica e vernice in un bosco. Non credo sia questa la MTB. Che nasce come opportunità SOSTENIBILE per godersi il bosco e la natura in silenzio, senza lasciare traccia del nostro passare.

Dall’apertura dell’EcoCampus Casaboli, che nasce per riavvicinare alla cultura della natura attraverso lo sport l’educazione e l’avventura, si sono aggiunte le gare di MTB da noi organizzate. Eventi sportivi che certamente necessitano di un supporto tecnico e logistico specifico, competenze tecniche, esigenze di gruppo e personali e di momenti ricreativi, ma il tutto sempre nel rispetto del bosco che consente la realizzazione della gara stessa.

Compreso questo e sapendo di poter offrire in MODO SOSTENIBILE una location e un servizio collaterale alla gara, secondo i nostri standard di lavoro, abbiamo deciso di organizzare le gare ma di farci supportare in questo da figure professionali (CSI , MTBeventisport, Protezione Civile, il nostro staff, la nostra location) al fine di garantire un percorso adeguato alle aspettative, la sicurezza e momenti ricreativi tutto all’altezza di un momento di sport e natura sostenibile, ed avendo cura alla fine della manifestazione di non lasciare traccia dell’attività realizzata”.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com