L’antivilla comunale colma di scritte, servono più controlli

0
tusa big

Monreale, 24 marzo 2014. Spesso, scorrendo tra le pagine dei giornali locali e nazionali, si legge di giovani minorenni denunciati perché sorpresi a imbrattare un muro di pertinenza pubblica. Scritte di tutte le tipologie possono essere rinvenute, ormai, in tutte le zone delle nostre città, dal centro storico alla periferia. Bombolette spray, penne, matite, gessetti, pennarelli indelebili sono, solitamente, i mezzi utilizzati per imbrattare i muri e i monumenti con scritte romantiche, sportive, politiche. 

Anche a Monreale l’abitudine, per giovani e meno giovani, di scrivere sui muri sembra essere abbastanza frequente. Caso indicativo, segnalato dai lettori di Filodiretto, è quello dell’antivilla comunale. L’antivilla, insieme alla villa comunale, è uno dei pochissimi luoghi d’incontro per i tanti adolescenti monrealesi durante il week-end. 

In seguito alla segnalazione arrivata in redazione, ci siamo recati all’interno dell’antivilla. Com’è possibile notare dalle foto la situazione che si presenta ai tanti turisti che giornalmente visitano l’unico spazio verde di Monreale, non è delle migliori. Non lasciano spazio all’immaginazione le scritte presenti lungo i muri esterni del Complesso Monumentale, recentemente restaurato e già deturpato. “I love you”, “Sei unico amore”, “Cry mi manchi”, “Io + te”, “Federica + Gabriele”, “Angelo ti vogliamo bene”, “Liborio ti amo” e potremmo continuare quasi all’infinito a elencare le tantissime scritte presenti, non solo sui muri, ma anche sulle finestre, sui muretti, sulle panchine e addirittura, qualcuna anche sulla vetrina di un esercizio commerciale. Al di là dei contenuti delle scritte, però, sta di fatto che l’antivilla comunale versa oggi in una soluzione di degrado incontrollato. 

Ci chiediamo se il Comune di Monreale sia intenzionato a combattere il fenomeno e voglia una città pulita e ordinata, soprattutto in chiave della candidatura di Monreale a diventare bene dell’UNESCO.
Venerdì 28 marzo sarà inaugurata la nuova sede della Sezione dell’Associazione Nazionale Carabinieri, cui l’Amministrazione Comunale ha devoluto i locali all’ingresso dell’Antivilla Comunale. Che sia la presenza dei volontari dell’Associazione Nazionale Carabinieri il preludio per un più corretto ed efficiente controllo della villa comunale? Ben vengano i controlli ma anche la collaborazione dei cittadini, sicuramente, non deve mancare.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com