Ricetta Vegana: CROISSANT

0
tusa big

 

In fondo, se pensiamo che le api lo producono naturalmente, cosa ci sarebbe di sbagliato nell’usufruire di questo prodotto e dei suoi benefici per la nostra salute?

 

Comincio dalle leggi di natura, gli uomini per cibarsi sono stati dotati di mani e di denti non molto sviluppati rispetto a quelli di altre specie carnivore, di conseguenza non ha i mezzi per nutrirsi di ciò che è contenuto in un fiore, a meno che non si comincino a sfruttare le api cambiando, come avviene, il corso della natura.

 

Gli apicoltori sottraggono alle api tutto il miele prodotto, anche quello in eccesso che viene immagazzinato, e lo sostituiscono con sciroppo di zucchero che non è assolutamente adatto al normale sviluppo dell’animale, che infatti vivrà molto meno a lungo di quanto dovrebbe e minacciato da varie malattie.

 

Parliamo adesso proprio del miele; l’ape ingoia il nettare per rigettarlo successivamente con lo scopo di aggiungervi enzimi mescolandolo con le proprie secrezioni digestive, cioè il miele è il vomito delle api, cosa che tengo molto a precisare quando alcuni sostengono che io, essendo vegana, sono strana; mangiare vomito di api invece è normale?

 

È stato inoltre dimostrato che le tanto famose proprietà del miele sulla nostra salute sono sia minime sia presenti in moltissimi altri prodotti naturali, che non richiedono quindi lo sfruttamento di alcun animale, tipo la frutta, lo sciroppo di riso, lo zucchero di canna e di barbabietola.

 

Per quanto riguarda la cera, serve alle api, o almeno dovrebbe, per costruire gli alveari, nella realtà però è utilizzata dagli ingombranti e invadenti esseri umani per cosmetici e candele (indubbiamente due elementi fondamentali per vivere meglio).

 

Identico discorso per il veleno, del quale sono conosciutissime le proprietà curative (mai dimostrate), prelevato a seguito della inevitabile morte dell’animale che a causa di scosse indotte dagli uomini reagisce pungendo, quindi morendo.

 

CROISSANT

 

Ingredienti (per circa 8 croissant):

 

190g di farina 00

 

40gr di farina di manitoba (nei supermercati)

 

100gr di sciroppo o malto di riso (nei negozi biologici o in erboristeria)

 

30gr di olio di semi

 

80gr di acqua

 

1/2 bustina di lievito di birra in polvere

 

1 pizzico di sale

 

aromi a piacere (cannellalimonevaniglia)

 

zucchero a velo

 

Unite le farine, il sale, il lievito e gli aromi e iniziate a mescolare aggiungendo poi l’olio, lo sciroppo di riso e l’acqua un po’ per volta così che il composto si amalgami bene fino a diventare una palla compatta e morbida.

 

Lasciate a riposo per circa 3 ore coprendolo con un panno.

 

Una volta lievitato, stendete l’impasto realizzando una forma circolare non molto spessa e dividete il cerchio in otto triangoli; ogni triangolo va ripiegato su se stesso (partendo dalla base). Potete mettere un cucchiaino di una eventuale farcitura al centro.

 

A questo punto, i croissant possono essere adagiati su una teglia rivestita da carta da forno e lasciati a lievitare per almeno altre 3 ore.

 

Infine infornate a 180° per circa 15-20 minuti, quando saranno pronti, spolverate con zucchero a velo.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com