Una nuova primavera monrealese: Arcidiacono presenta la sua candidatura

0
Araba Fenice desk

Monreale 9 Marzo. Un’aula “Biagio Giordano” gremita in ogni ordine di posto ha salutato stamane la presentazione della candidatura a Sindaco di Alberto Arcidiacono, attuale presidente del consiglio comunale monrealese.

Parola d’ordine della giornata: cambiamento.

La candidatura è appoggiata dalle liste civiche “CambiAmo Monreale”, “Idee in movimento” e “Vivi Monreale”, e dai vertici dei gruppi parlamentari regionali dei “Democratici Riformisti” e de “Il Megafono”: erano presenti infatti, oltre ai rappresentanti dei movimenti civici, gli onorevoli Edy Tamajo, Salvatore Cardinale, Salvo Lo Giudice, Beppe Picciolo ed il coordinatore del “Megafono” per la provincia di Palermo Tommaso Lima. Grande apprezzamento per Arcidiacono nelle parole di tutti i deputati, per le sue competenze e per le sue qualità umane e politiche.

L’onorevole Cardinale, agli apprezzamenti ed incoraggiamenti per il percorso intrapreso, ha aggiunto una riflessione sull’opportunità persa dal centro sinistra monrealese con le primarie di coalizione, che si sarebbero potute aprire alla candidatura di Arcidiacono, senza pregiudizi di sorta; Cardinale, ha infine sottolineato l’appoggio del presidente Crocetta e della politica regionale e nazionale di riferimento a questa candidatura.

Moderatore degli interventi il dott. Nello Lombardo.

Ad aprire la presentazione è stato l’avv. Francesco Troia, coordinatore di “CambiAmo Monreale”, che ha posto l’accento sul principio di legalità, in un’ottica di cambiamento per la città di Monreale, sottolineando come nella politica attuale non si possa più sottostare a tentativi d’influenzare la capacità di scelta di chi è amministrato e di coloro i quali hanno l’idea di cambiamento e vogliono attuarla.

A chiusura del suo intervento, Troia ha augurato buona fortuna agli altri candidati, “perché di questo penso abbiano bisogno”.

A seguire ha preso la parola Marco Intravaia che ha portato i saluti del movimento “Vivi Monreale”.

Il movimento avrebbe deciso di appoggiare Arcidiacono per la sua preparazione, per la sua saggezza, e non ultimo per la sua giovane età. L’unico interesse da portare avanti in queste elezioni è, secondo Intravaia, la spinta al cambiamento di Monreale in vista del bene comune, partendo da programmi concreti.

Marika Arcidiacono, del “comitato Montinari”, ha voluto portare in questa giornata il grido d’aiuto delle persone diversamente abili. Il suo impegno, e quello di Arcidiacono in questo senso, vuole far riconoscere la condizione di disabilità, perché sia garantita una corretta qualità di vita a tutti i cittadini.

In chiusura di manifestazione, Alberto Arcidiacono ha presentato la sua candidatura, ringraziando tutti gli intervenuti, “chiamati a guerreggiare per la prima vera rivoluzione socio culturale del nostro Comune”.

Il segnale mandato dalla sua candidatura è, secondo Arcidiacono, chiaro, e rappresenta un cambiamento radicale rispetto agli ultimi 20 d’amministrazione della cosa pubblica monrealese.

Monreale dove ritrovare il posto che merita fra le grandi città mediterranee, “un nuovo sole, una nuova era, una nuova primavera monrealese”, in un viaggio che sarà “guidato dal faro dell’amore per Monreale”.

Annunciata infine, una prossima presentazione per i candidati al consiglio comunale ed i programmi del loro gruppo.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com