Di Matteo: “Capizzi risponda anche del danno di 1.800.000 € per la mancata consegna del posteggio”

0
Araba Fenice desk

Le primarie di coalizione del centro sinistra e il riconoscimento della candidatura a sindaco dell’avv. Piero Capizzi continuano a portarsi dietro una scia di polemiche. L’oggetto delle critiche e delle accuse si è spostato su un piano che interessa certamente i lettori ed elettori monrealesi: quello più prettamente politico. Capizzi nella sua risposta di ieri ha ricordato un importante risultato politico conseguito durante la sua presidenza del consiglio comunale. Oggi il sindaco Di Matteo risponde mantenendosi sullo stesso tema degli atti realizzati.

Affinché il botta e risposta sia realmente utile per gli elettori monrealesi, la nostra redazione invita le parti interessate a partecipare ad un confronto aperto per chiarire meglio quanto realizzato finora, e per presentare concretamente i progetti in programma per il futuro.

Il sindaco Di Matteo risponde alla replica di Capizzi pubblicata ieri su queste pagine: “Il candidato sindaco Capizzi, non avendo elementi utili per contrastare quanto da me affermato, tenta di difendere il suo operato con un attacco politico che nulla ha a che vedere con la critica numerica.

Voglio ricordare al candidato Capizzi che non deve ricordare solamente quella delibera della passata amministrazione (Capizzi aveva ricordato di avere revocato una convenzione che, sotto altra amministrazione, aveva concesso a terzi l’utilizzo del complesso monumentale Guglielmo II, per la somma di appena 10.000 € annui”). Capizzi dovrebbe ricordare tutti gli atti che quella passata amministrazione ha partorito, compreso quello che ha cagionato un danno di 1.800.000 € per la mancata consegna del posteggio”.

Di Matteo risponde anche al presidente del seggio elettorale del Collegio di Maria, Massimiliano Birchler: “Al presidente di seggio Birchler va la mia solidarietà perché non volevo offendere nessuno. Era mia intenzione fare riflettere i cittadini sui dati pubblicati e complimentarmi con l’organizzazione.

Solo per amore della verità ricordo a me stesso che domenica sono passato da piazzetta Vaglica tre volte, intorno alle 11, alle 16 e alle 19 e non ho mai visto confusione”.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com