Monreale: Due vincitori alle primarie del centro sinistra

0
tusa big

L’esito della consultazione elettorale del centro sinistra ha proclamato, di fatto, due vincitori: l’avv. Piero Capizzi, decretato candidato sindaco del centro sinistra, e il segretario del Partito Democratico, Toti Zuccaro.

Capizzi ha vinto su Di Salvo con una percentuale di voti altissima, il 69%. Un risultato schiacciante, ma scontato e già da tempo metabolizzato, tant’è che durante le operazioni di spoglio nessuna sorpresa è emersa sui volti dei presenti.

Capizzi esce vincente perché riceve in eredità l’elettorato del Partito Democratico, senza il quale avrebbe avuto poche chance di aggiudicarsi le prossime amministrative.

Per il PD è una sconfitta solo apparente, invece per il suo candidato sindaco, il dott. Vittorio Di Salvo, è netta.

Ieri ha preso definitivamente forma un disegno politico per il Partito Democratico monrealese che trova il suo principale stratega nel suo segretario, Toti Zuccaro. Il cambio di segreteria dello scorso ottobre aveva segnato un’inversione di rotta nel percorso seguito dal partito in vista delle amministrative di maggio.

Zuccaro l’aveva dichiarato a chiare lettere: il PD da solo non può pensare di vincere le elezioni a Monreale e deve necessariamente entrare a far parte di una coalizione più ampia. Questa posizione aveva ottenuto l’appoggio della maggioranza del direttivo, mentre ne aveva deluso una minoranza. Quella che avrebbe preferito scommettere e approfittare del momento storico favorevole per il PD, sia a livello nazionale che, e soprattutto, a livello locale, trovandosi all’opposizione di un’amministrazione comunale ai livelli minimi di popolarità, per presentare alla città un proprio candidato, forte, capace di trascinare al suo seguito le altre forze di centro sinistra.

Ma il risultato di ieri ha avvalorato l’idea e ha rafforzato il progetto del segretario. Gli 886 voti di Di Salvo, contro i 2032 di Capizzi, dimostrano che il vincitore delle primarie di partito dello scorso ottobre non sarebbe stato un cavallo vincente su cui puntare.

Se è vero che il PD esce sconfitto dal confronto di ieri, è soprattutto vero che questo risultato è il più vantaggioso per il PD stesso. Perse le primarie di coalizione, il PD può adesso ambire a governare il paese.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com