Oggi è 23/05/2018

Politica

Contro Di Matteo, ma critico con le scelte del PD

Lillo Sanfratello, segretario della CGIL Monreale, chiarisce la posizione del sindacato

Pubblicato il 25 febbraio 2014

Contro Di Matteo, ma critico con le scelte del PD

E’ uno sfogo, quello di Lillo Sanfratello, segretario della CGIL Monreale, contro la classe politica che ha amministrato questo paese, ma è anche l’espressione di un forte mal di pancia nei confronti dell’area politica che sente ideologicamente più vicina, il Partito Democratico.

Nei confronti dell’amministrazione Di Matteo, Sanfratello non risparmia critiche, soffermandosi soprattutto sulla carenza di servizi sociali capaci di arginare le difficoltà di molte famiglie monrealesi. “Che al comune operi un solo assistente sociale è sintomatico della sensibilità nei confronti di questi temi da parte di chi ci amministra”.

Il segretario ricorda come negli anni ottanta, con la presenza della sinistra al governo della città, e con la professoressa Rosalba Di Salvo a capo dell’assessorato, il comune disponeva di 7 assistenti sociali e le politiche adottate nei confronti dei più bisognosi costituivano un esempio per gli altri comuni.

“Oggi – continua il segretario sindacale – assistiamo solamente a slogan da parte del primo cittadino sulla possibilità di nuove assunzioni, quando la situazione occupazionale del paese è allo stremo”.

Ma Sanfratello disapprova anche il proprio partito, il PD, del quale non ha condiviso il percorso, definito “tortuoso”, che l’ha portato a decidere per le primarie di coalizione. “Bisogna cominciare dal partito e dal programma per poi definire il percorso da intraprendere, non procedere al contrario”.

“La CGIL – dichiara il segretario – è un sindacato e non è funzionale ad alcun partito. Fino ad oggi la coalizione di centro sinistra non ha ritenuto opportuno fare una discussione con le forze sociali monrealesi, per analizzare le problematiche dei lavoratori che giornalmente affrontiamo, e per trovare insieme proposte e soluzioni valide”.

Ma Sanfratello non vuole stare a guardare e pretende che al sindacato venga riconosciuto il ruolo istituzionale che ricopre.

“Abbiamo invitato le altre sigle sindacali, CISL e UIL, ad avviare un progetto unitario che preveda la stesura di alcuni punti programmatici ben definiti da sottoporre alle forze politiche che si candidano ad amministrare questo paese. La nostra presenza in campagna elettorale a favore dell’uno o dell’altro candidato sarà condizionata alla condivisione di questo progetto”.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Monreale, corso Operatore del benessere: approvata la terza e la quarta annualità all’ente Ted

    Politica

    Monreale, 23 maggio 2018 - Approvata la terza e la quarta annualità del corso Operatore del benessere che si svolgerà nella sede di Monreale dell'ente di formazione professionale Ted. Il corso, che partirà tra quindici giorni, rientra nel programma operativo del Fondo sociale Europeo 2014-20..

    Continua a Leggere

  • Gli italiani vanno sempre più pazzi per i cellulari

    Politica

    Da quando la tecnologia mobile è arrivata nel nostro paese, noi italiani l'abbiamo adottata con grandissimo entusiasmo. Lo dimostrano i dati diffusi a febbraio da Enlabs: su 59 milioni di italiani, 43 milioni utilizzano internet e ben 49 milio..

    Continua a Leggere

  • Palermo, aula bunker. La giornata della legalità (LE IMMAGINI)

    Politica

    [gallery ids="64374,64375,64376,64377,64378,64379,64380,64381,64382,64383,64384,64385,64386,64387,64388,64389,64390,64391,64392,64393,64394,64395,64396,64397,64398"] Aula bunker dell’Ucciardone (Palermo), 23 maggio 2018 - Il 23 maggio del 1992 alle 17:58  l'auto su cui viaggiava ..

    Continua a Leggere

  • Monreale e i disservizi postali. Poste Italiane: “Installeremo cassette modulari sulle strade di ingresso alle unità abitative, per sopperire ad alcune carenze relative alla toponomastica e alle complessità morfologiche del territorio”

    Politica

    Monreale, 23 maggio 2018 - Si è tenuto ieri pomeriggio il tavolo tecnico tra comune di Monreale e Poste Italiane, per affrontare il problema dei disservizi riscontrati nel recapito della posta, soprattutto, ma non solo, nelle contrade monrealesi. Una questione sollevata dalla nostra redazione, e po..

    Continua a Leggere

  • Monreale. È ancora emergenza al cimitero. Decine di salme al deposito e aria irrespirabile

    Politica

    [gallery ids="64348,64349,64350,64351,64352,64353,64354"] Monreale, 23 maggio 2018 - È ancora emergenza all'interno del cimitero di Monreale. Al deposito ci sono tantissime salme alle quali non è stata ancora data una degna sepoltura. Protestano i cittadini, costretti, per portare qualche fiore..

    Continua a Leggere

  • Roberto Fico: «Continuare a cercare la verità sulle stragi e aggiornare le norme antimafia»

    Politica

    Palermo, 23 maggio 2018 - Roberto Fico, presidente della Camera dei deputati a Palermo, stamattina è a Palermo in occasione dell’anniversario delle strag..

    Continua a Leggere

  • La nave della Legalità sbarca a Palermo. Il corteo verso l’aula bunker VIDEO

    Politica

      Palermo, 22 maggio 2018 - Con l'operazione antimafia eseguita all'inter..

    Continua a Leggere

  • Blitz antimafia alla Noce. I nomi e le foto degli arrestati

    Politica

    [gallery ids="64197,64198,64199,64200,64201,64202,64203,64204,64205,64206"] Palermo, 22 maggio 2018 - Dieci gli arrestati nell'ambito dell'operazione antimafia della Mobile di Palermo nel quartiere Noce. Ecco i nomi: Giovanni Musso, Giovanni Di Noto, Salvatore Pecoraro, Fabio La..


  • Circonvallazione al buio e senza segnaletica orizzontale. Caputo scrive al Prefetto

    Politica

    Monreale, 22 maggio 2018 - Esiste una linea che separa dissesto finanziario di un comune e sicurezza dei cittadini? La mancanza di risorse può davvero mettere in pericolo la vita dei cittadini? Caso, ormai diventato emblematico, è la Circonvallazione di Monreale. L’importante asse viario, nel tr..


  • Operazione antimafia nella notte, 11 arresti alla Noce. Pizzo, feste religiose e intimidazioni

    Politica

    Palermo, 22 maggio 2018 - Anche la festa religiosa del quartiere serviva a mantenere gli uomini di Cosa nostra. La mafia non ha pietà: e impon..


  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com