Contro Di Matteo, ma critico con le scelte del PD

0
tusa big

E’ uno sfogo, quello di Lillo Sanfratello, segretario della CGIL Monreale, contro la classe politica che ha amministrato questo paese, ma è anche l’espressione di un forte mal di pancia nei confronti dell’area politica che sente ideologicamente più vicina, il Partito Democratico.

Nei confronti dell’amministrazione Di Matteo, Sanfratello non risparmia critiche, soffermandosi soprattutto sulla carenza di servizi sociali capaci di arginare le difficoltà di molte famiglie monrealesi. “Che al comune operi un solo assistente sociale è sintomatico della sensibilità nei confronti di questi temi da parte di chi ci amministra”.

Il segretario ricorda come negli anni ottanta, con la presenza della sinistra al governo della città, e con la professoressa Rosalba Di Salvo a capo dell’assessorato, il comune disponeva di 7 assistenti sociali e le politiche adottate nei confronti dei più bisognosi costituivano un esempio per gli altri comuni.

“Oggi – continua il segretario sindacale – assistiamo solamente a slogan da parte del primo cittadino sulla possibilità di nuove assunzioni, quando la situazione occupazionale del paese è allo stremo”.

Ma Sanfratello disapprova anche il proprio partito, il PD, del quale non ha condiviso il percorso, definito “tortuoso”, che l’ha portato a decidere per le primarie di coalizione. “Bisogna cominciare dal partito e dal programma per poi definire il percorso da intraprendere, non procedere al contrario”.

“La CGIL – dichiara il segretario – è un sindacato e non è funzionale ad alcun partito. Fino ad oggi la coalizione di centro sinistra non ha ritenuto opportuno fare una discussione con le forze sociali monrealesi, per analizzare le problematiche dei lavoratori che giornalmente affrontiamo, e per trovare insieme proposte e soluzioni valide”.

Ma Sanfratello non vuole stare a guardare e pretende che al sindacato venga riconosciuto il ruolo istituzionale che ricopre.

“Abbiamo invitato le altre sigle sindacali, CISL e UIL, ad avviare un progetto unitario che preveda la stesura di alcuni punti programmatici ben definiti da sottoporre alle forze politiche che si candidano ad amministrare questo paese. La nostra presenza in campagna elettorale a favore dell’uno o dell’altro candidato sarà condizionata alla condivisione di questo progetto”.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com