Oggi è 23/05/2018

Cronaca

Convegno del SiFUS sulla Legge di stabilizzazione dei forestali

Ieri 21 febbraio si è svolto il Convegno alla Rovescia organizzato dal Sindacato Forestali Uniti per la Stabilizzazione, in aula consiliare.

Pubblicato il 22 febbraio 2014

Convegno del SiFUS sulla Legge di stabilizzazione dei forestali

Abbiamo intervistato Salvatore Siragusa del Movimento 5 stelle all’ARS e Maurizio Grosso segretario generale del SiFUS.

Domanda a Salvatore Siragusa: A questo tavolo oggi abbiamo sentito buoni propositi, ma non proposte reali e fattibili che indichino la strada per poter reperire i fondi utili all’approvazione della legge di stabilizzazione, presentata e approvata già 2 anni fa in due commissioni all’ARS durante il governo Lombardo e che ora deve essere ridiscussa in tre commissioni. Il problema sono i fondi per finanziare la legge. Si è detto che fino al 2020 potremmo usufruire dei Fondi Europei e che si dovrà rendere produttiva l’azienda, ma non si è specificato come si dovrà continuare dal 2020 in poi. Sarà un caso l’assenza di Dina (commissione Bilancio) e di Ferrandelli (commissione Territorio e Ambiente) a questo convegno? I politici che noi paghiamo profumatamente devono cominciare a darci delle soluzioni adesso, no?
Salvatore Siragusa Salvatore Siragusa

Siragusa: Noi siamo certi che i soldi ci sono e si possono reperire anche tagliando gli stipendi dei parlamentari e non pesando sempre sugli operai; manca, comunque, una programmazione seria per farlo. Noi abbiamo fatto una proposta sul reddito di cittadinanza e anche se non sono in nessuna delle commissioni interessate, conosco la legge e sono favorevole all’approvazione. Comunque è ceto che la classe politica che ha creato questo dissesto non potrà rimediare. 

Domanda: Un altro nodo che nessuno ha affrontato è il lavoro nero. 
Siragusa: È un circolo vizioso. L’operaio è un prigioniero e noi abbiamo la volontà politica di fare la legge, ma non sappiamo cosa farà il governo. 

Domande a Maurizio Grosso: Da dove prendiamo i soldi? Le buone intenzioni di tutti bastano? Dina non c’era. Come è andata secondo lei? 
Grosso: Noi abbiamo vissuto positivamente questa “quinta puntata” dei nostri convegni alla rovescia in cui il Sifus si rapporta con il “Palazzo”. Tutti i parlamentari che abbiamo interpellato, rispetto alla proposta di legge si sono espressi positivamente. Addirittura, nella passata legislatura la legge è stata recepita dal segretario generale, che ha dato indicazioni positive per facilitare il reperimento dei fondi utili al finanziamento, noi a questo proposito presenteremo degli emendamenti. Durante il governo Lombardo, la legge era passata da due commissioni, mancava l’approvazione della commissione bilancio ed era rimasta chiusa in un cassetto.
Ora con Crocetta, la legge è uscita dal cassetto. Mi hanno chiamato e a marzo avremo la possibilità di discuterla con i parlamentari. Sono certo che la legge non sarà votata da 90 parlamentari, ma supereremo i 46. Crocetta, osteggiato dai confederali, se la ritroverà votata in Parlamento. 

Domanda: Quali saranno i tempi tecnici?
Grosso: Vincenzo Vinciullo, vicepresidente della commissione bilancio, dice che nell’arco di tre anni si potrà arrivare all’approvazione, ma se il popolo capisce che ha una chance, considerando i tempi tecnici, io penso che in otto mesi, appena avremo finito il nostro giro in Sicilia, la legge si potrà approvare, anche se in quattro iniziative consecutive non abbiamo visto nessuno del PD. 
Quando abbiamo cominciato, la scarsa partecipazione dei deputati era visibile a tutti, su due congressi, pur avendo invitato tutte le forze politiche, ha partecipato solo un deputato. Ora stiamo parlando con tutti e il nostro sindacato ha oggi più del 20% di consensi. 
Se pensiamo che quando la legge era passata in due commissioni, durante il governo Lombardo, avevamo a favore solo un deputato, crediamo, ora, di essere proprio sulla buona strada.

 

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Monreale, corso Operatore del benessere: approvata la terza e la quarta annualità all’ente Ted

    Cronaca

    Monreale, 23 maggio 2018 - Approvata la terza e la quarta annualità del corso Operatore del benessere che si svolgerà nella sede di Monreale dell'ente di formazione professionale Ted. Il corso, che partirà tra quindici giorni, rientra nel programma operativo del Fondo sociale Europeo 2014-20..

    Continua a Leggere

  • Gli italiani vanno sempre più pazzi per i cellulari

    Cronaca

    Da quando la tecnologia mobile è arrivata nel nostro paese, noi italiani l'abbiamo adottata con grandissimo entusiasmo. Lo dimostrano i dati diffusi a febbraio da Enlabs: su 59 milioni di italiani, 43 milioni utilizzano internet e ben 49 milio..

    Continua a Leggere

  • Palermo, aula bunker. La giornata della legalità (LE IMMAGINI)

    Cronaca

    [gallery ids="64374,64375,64376,64377,64378,64379,64380,64381,64382,64383,64384,64385,64386,64387,64388,64389,64390,64391,64392,64393,64394,64395,64396,64397,64398"] Aula bunker dell’Ucciardone (Palermo), 23 maggio 2018 - Il 23 maggio del 1992 alle 17:58  l'auto su cui viaggiava ..

    Continua a Leggere

  • Monreale e i disservizi postali. Poste Italiane: “Installeremo cassette modulari sulle strade di ingresso alle unità abitative, per sopperire ad alcune carenze relative alla toponomastica e alle complessità morfologiche del territorio”

    Cronaca

    Monreale, 23 maggio 2018 - Si è tenuto ieri pomeriggio il tavolo tecnico tra comune di Monreale e Poste Italiane, per affrontare il problema dei disservizi riscontrati nel recapito della posta, soprattutto, ma non solo, nelle contrade monrealesi. Una questione sollevata dalla nostra redazione, e po..

    Continua a Leggere

  • Monreale. È ancora emergenza al cimitero. Decine di salme al deposito e aria irrespirabile

    Cronaca

    [gallery ids="64348,64349,64350,64351,64352,64353,64354"] Monreale, 23 maggio 2018 - È ancora emergenza all'interno del cimitero di Monreale. Al deposito ci sono tantissime salme alle quali non è stata ancora data una degna sepoltura. Protestano i cittadini, costretti, per portare qualche fiore..

    Continua a Leggere

  • Roberto Fico: «Continuare a cercare la verità sulle stragi e aggiornare le norme antimafia»

    Cronaca

    Palermo, 23 maggio 2018 - Roberto Fico, presidente della Camera dei deputati a Palermo, stamattina è a Palermo in occasione dell’anniversario delle strag..

    Continua a Leggere

  • La nave della Legalità sbarca a Palermo. Il corteo verso l’aula bunker VIDEO

    Cronaca

      Palermo, 22 maggio 2018 - Con l'operazione antimafia eseguita all'inter..

    Continua a Leggere

  • Blitz antimafia alla Noce. I nomi e le foto degli arrestati

    Cronaca

    [gallery ids="64197,64198,64199,64200,64201,64202,64203,64204,64205,64206"] Palermo, 22 maggio 2018 - Dieci gli arrestati nell'ambito dell'operazione antimafia della Mobile di Palermo nel quartiere Noce. Ecco i nomi: Giovanni Musso, Giovanni Di Noto, Salvatore Pecoraro, Fabio La..


  • Circonvallazione al buio e senza segnaletica orizzontale. Caputo scrive al Prefetto

    Cronaca

    Monreale, 22 maggio 2018 - Esiste una linea che separa dissesto finanziario di un comune e sicurezza dei cittadini? La mancanza di risorse può davvero mettere in pericolo la vita dei cittadini? Caso, ormai diventato emblematico, è la Circonvallazione di Monreale. L’importante asse viario, nel tr..


  • Operazione antimafia nella notte, 11 arresti alla Noce. Pizzo, feste religiose e intimidazioni

    Cronaca

    Palermo, 22 maggio 2018 - Anche la festa religiosa del quartiere serviva a mantenere gli uomini di Cosa nostra. La mafia non ha pietà: e impon..


  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com