Continua la polemica. La Corte: ”La Roccamatisi poteva e doveva bloccare il tutto”

0
Araba Fenice desk

MONREALE,15 Febbraio. Continua il botta e risposta sulle vere o presunte responsabilità che sono emerse in seguito alla concessione dell’aula magna della scuola media di Pioppo al consigliere Lo Coco.

Ricordiamo che la Prof.ssa Patrizia Roccamatisi, dirigente scolastico, in una nota inviata alla redazione di Filodiretto, aveva motivato la concessione temporanea del locale al consigliere comunale Pippo Lo Coco e comunicava il proprio disappunto sulle affermazioni del vice sindaco Giuseppe La Corte, con il quale aveva avuto un colloquio telefonico. La Roccamatisi dichiarava, inoltre, che non era a conoscenza si trattasse di un evento elettorale.

Adesso è nuovamente Giuseppe La Corte che replica alla dirigente scolastica e dichiara: “Proprio in ragione del fatto che durante il colloquio telefonico, riferito dalla professoressa, proprio io le feci notare che si poteva trattare di un evento politico, sono io che mi stupisco che, nonostante ritengo la professoressa fosse in buona fede nel concedere i locali, perché ignara di quanto ivi si sarebbe in realtà svolto, poteva e doveva bloccare il tutto quando, essendo presente, si è resa conto del reale scopo della manifestazione”. 

La Corte ritiene una prassi normale e legittima che l’amministrazione chieda chiarimenti in merito a ciò che si è verificato presso la scuola di Pioppo, in quanto: “I locali, ripeto, sono comunali. Non capisco e mi dispiaccio se le mie parole abbiano potuto causare sorpresa. La reazione dell’amministrazione, ritengo, a oggi sia legittima e proporzionata alla gravità degli eventi”. 

Sembra però voler stemperare gli animi il vice sindaco La Corte. “Auguro alla professoressa una serena continuazione di lavoro – ha aggiunto – Rimango fiducioso che presto si appianeranno tali divergenze e confermo, a nome mio e dell’amministrazione, la stima fino ad oggi manifestata nei confronti della professoressa Roccamatisi. Spero che tali incresciosi eventi non abbiano più a verificarsi, nel rispetto di tutti i candidati e della funzione educativa e culturale dell’istituzione scolastica.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com