Rinviato per mancanza del numero legale il Consiglio comunale d’urgenza convocato oggi a Monreale

0
tusa big

Monreale, 14 Febbraio. Si è svolto oggi il consiglio comunale d’urgenza convocato nei giorni scorsi nel nostro Comune.

Tanti i punti all’ordine del giorno, a partire dal “Piano di miglioramento dell’efficienza dei servizi di Polizia Municipale”.

Ad intervenire sulla questione, in primo luogo, il consigliere Lo Coco, il quale ha dichiarato il suo voto contrario, sottolineando come, nella sua opinione, il servizio di Polizia Municipale sia inefficiente, in particolar modo per quel che riguarda la frazione di Pioppo.

In seguito, è intervenuto il consigliere Mirto, il quale ha dichiarato di considerare la votazione una vera e propria verifica di maggioranza, a prescindere dal merito della stessa. Nelle sue parole, “questa sera sarà chiaro il fallimento di un progetto politico che non esiste più. Il progetto Di Matteo, è fallito, è andato in fumo”.

Ha infine chiesto che l’amministrazione dichiari il fallimento della propria maggioranza, prima di chiedere all’opposizione di appoggiare i propri provvedimenti.

Il consigliere Venturella ha dichiarato di condividere, almeno in parte, l’intervento del consigliere Lo Coco, creando un parallelismo fra la situazione della frazione di Pioppo e quella di Aquino.

Il consigliere Grippi, che ha convocato il consiglio comunale in quanto vicepresidente dello stesso, ha dichiarato l’atto in votazione un passaggio tecnico riguardante una delibera già approvata, non ravvisando quindi problemi particolari riguardo la sua votazione.

Pasquale Villanova, presidente della commissione bilancio e consigliere comunale del gruppo misto, ha dichiarato la sua disponibilità a rimanere in aula per non far venir meno il numero legale, poiché la questione riguarderebbe direttamente i lavoratori e non divisioni politiche.

Il consigliere Abruzzo ha appoggiato l’intervento del consigliere Mirto, sottolineando come sia controverso l’uso dello strumento della convocazione d’urgenza per ciò che riguarda atti tecnici, e non per ciò che riguarda emergenze reali del paese.

La dottoressa Curcio, dirigente al ramo, ha chiarito, dal punto di vista tecnico, come l’adeguamento del Piano di miglioramento sia stato dovuto ad una circolare ricevuta dall’assessorato regionale alle autonomie locali.

Il consigliere D’Alcamo ha ribadito come la delibera in oggetto oggi, sia già stata votata il 28 Dicembre scorso dal consiglio comunale. Ciò che sarebbe naturale chiedersi, è come mai, essendo la circolare citata dalla dott.ssa Curcio del 20 Dicembre scorso, la delibera non fosse stata rimodulata già il 28 Dicembre scorso.

D’Alcamo ha però contestualmente sottolineato come la definizione di “miglioramento del servizio” desumibile dal merito della delibera sia fortemente opinabile.

In particolare, non sarebbe possibile considerare il servizio di vigilanza scolastica un servizio “straordinario”, senza considerare come da 4 anni il consiglio comunale attenda la trattativa sindacale prospettata dall’amministrazione comunale al fine di garantire la vigilanza all’ingresso delle scuole.

Al momento della votazione del punto all’ordine del giorno, però, avendo molti consiglieri dell’opposizione abbandonato l’aula come annunciato dal consigliere Mirto, capogruppo del Partito Democratico, erano presenti in aula solo 15 consiglieri. Il numero legale è quindi venuto meno, determinando così, dopo il primo rinvio di un’ora dei lavori, l’aggiornamento della seduta a domani alla stessa ora.

Ecco il resoconto delle presenze all’apertura dei lavori, e della sitazione al momento della votazione del primo punto all’odg.

Apertura dei lavori: 24 presenti (Abruzzo, Albano, Arcidiacono, Barna, Capizzi, D’Alcamo, Davì, Di Verde, Gelsomino, Grippi, La Corte, Lo Biondo, Lo Coco, Mirto, Picone, Romanotto, Russo, Scalici, Schimmenti, Sirchia, Vaglica, Venturella, Villanova, Vittorino), 6 assenti.

Votazione del “Piano di miglioramento dell’efficienza dei servizi di Polizia Municipale”:

15 consiglieri presenti, 10 voti favorevoli (Albano, D’Eliseo, Grippi, Picone, Romanotto, Scalici, Sirchia, Vaglica, Venturella, Vittorino), 2 voti contrari (D’Alcamo, Lo Coco), 3 astenuti (Caputo, Gelsomino, Villanova)

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com