Oggi è 19/06/2018

Politica

Movimento Monreale Futura: “Le parole del sindaco? Fumo negli occhi”

“Si, è proprio fumo negli occhi per quei Monrealesi che ascoltano le melliflue parole del nostro amato Sindaco il quale prospetta, conforta, abbindola la nostra comunità con messaggi che sono di pura propaganda elettorale, come la creazione di posti di lavoro tra ARO e Complesso Guglielmo. E ci apprestiamo a esternare le nostre riflessioni su entrambe le questioni”, esordisce Davide Parisi – Presidente di Monreale Futura.

Pubblicato il 9 febbraio 2014

Movimento Monreale Futura: “Le parole del sindaco? Fumo negli occhi”

E continua: “Auspicare di per se la creazione di nuovi posti di lavoro a Monreale per la gestione del Museo Multimediale è cosa che condividiamo, come penso la condividano tutti i detrattori di Di Matteo. Ma si tratta di detrattori anche loro immersi nella campagna elettorale. Limitarsi a dire che il Sindaco farebbe bene a non illudere i Monrealesi, facendo balenare opportunità lavorative al solo fine di ingraziarsi le loro simpatie è limitativo, riduttivo, nonché superficiale.

Se la critica che sollevano al Primo Cittadino è tutta qui, dimostrano pochezza culturale e intellettuale, poiché anche i sassi sanno che in campagna elettorale promettere posti di lavoro è prassi comune, non c’è nulla di anormale, fa parte del modo di fare politica della classe dirigente monrealese.  Ed è evidente che gli stessi detrattori vengono fuori con le loro critiche e osservazioni esattamente per le stesse ragioni: ci sono le elezioni!

È tutto qui ciò che sa dire il segretario Zuccaro? Siamo straniti! Dall’esponente più importante della politica di sinistra monrealese (o presunta tale) ci saremmo aspettati altro genere di riflessioni. Che il Complesso Guglielmo dovesse ospitare un Museo Multimediale si sa da tanto tempo, ma non ho mai sentito nessuno fare questo genere di rilievi, fino ad oggi.  Immagino che si sapesse già che la gestione del Museo avrebbe comportato la creazione di nuovi posti di lavoro. Quindi, cosa c’è di strano se il Sindaco le annuncia? Solo il fatto di essere in prossimità dell’evento elettorale? Ripetiamo, è solo la tempistica che è calcolata. Quindi gli avversari del Sindaco dovrebbero essere in grado di addurre rilievi più profondi e pressanti.

Infatti, il vero problema è un altro, e a nessuno dei sopracitati detrattori l’abbiamo sentito dire. Come al solito noi di Monreale Futura preferiamo andare a fondo alla questione, così come abbiamo fatto in tante altre circostanze.

La creazione di posti di lavoro attorno al Complesso Monumentale è cosa ovvia, lo abbiamo già detto, ma il Sindaco deve anche dire ai Monrealesi che questi lavoratori non necessariamente saranno concittadini, anzi sarà quasi impossibile che lo siamo. Infatti il bando ad evidenza pubblica che l’amministrazione si accinge a varare per l’assegnazione della gestione del Museo prevede la partecipazione di ditte che non sono obbligate ad assumere Monrealesi, soprattutto se le stesse ditte candidate non sono del luogo.  Questo deve essere chiaro. Le regole del bando non potranno prevedere l’assunzione forzata di operatori locali, poiché si verrebbe meno alla normativa di riferimento, che prevede l’assoluta libertà per le imprese partecipanti di assumere chi vogliono, visto che l’appalto sarà per loro costoso. E ci pare pure giusto! Quindi, caro Sindaco, non gettare fumo negli occhi alla gente, sperando di averne un ritorno di immagine. Non si gioca con le aspettative delle persone in un momento di grave crisi come questo.

Ma il problema è ancora più grave, in quanto la selezione prevista dal bando dovrebbe in un certo qual modo (ma non saprei come) garantire la competenza e lo spessore culturale dell’imprenditore che si aggiudicherà l’appalto. Visto che i criteri di aggiudicazione riguarderanno prevalentemente il valore economico dell’appalto, si potrebbero presentare dei paperoni del tutto privi della conoscenza della cultura monrealese necessaria per gestire un’opera di questo rango. Auspichiamo che tra i criteri del bando, prima di quelli economici, ci siano quelli culturali. Ma siamo convinti che il Sindaco non ci abbia neppure pensato. Speriamo di sbagliarci.

Un’altra riflessione che facciamo riguarda la stessa opportunità di realizzare il Museo Narrativo Multimediale. In un paese come il nostro, strapieno di monumenti di altissimo profilo, che da soli potrebbero meglio narrare le vicende della nostra storia, era proprio necessario rinchiudere i visitatori dentro il Complesso Guglielmo? È come se ce ne fregassimo del nostro patrimonio architettonico, tanto si sta perdendo: non ne vale la pena cercare di recuperarlo! Il Sindaco ha chiesto agli operatori turistici monrealesi se preferiscono i visitatori per le strade piuttosto che chiusi dentro un sia pur magnifico edificio come il Complesso Guglielmo? Se io fossi uno di questi operatori mi preoccuperei, poiché il rischio è quello che, visitata la Cattedrale, visitato il Museo, i turisti se ne vadano lo stesso.

Perché dovrebbero restare in città? Perché dovrebbero alloggiare in uno dei nostri Bed and breakfast? Ci vuole una settimana per visitare il Museo? Anzi, tra Cattedrale e Museo esaurirebbero la loro giornata, arricchirebbero la società che gestisce il Guglielmo, e noi rimarremmo con un palmo di naso. Non sarebbe stato meglio restaurare i nostri monumenti, portare in giro per le strade i nostri visitatori? Poi sarebbe stato compito dei nostri operatori turistici accattivarseli, attrarli con i loro prodotti e la loro creatività. Pensiamo ai laboratori di mosaico, ai ceramisti, ai locali tipici, alla bancarella della granita. Rischiano tutti di averne un danno dal Museo Narrativo.

Certo, il Sindaco potrebbe sempre obiettare (d’altronde è il leitmotiv delle ultime amministrazioni): ma dove li avete visti, cari amici di Monreale Futura, i soldi per mettere a posto i monumenti della Città? Sarebbe fin troppo semplice e banale rispondergli, ma i Monrealesi devono sapere che i bandi comunitari esistono soprattutto per il recupero del patrimonio architettonico locale. Solo che i nostri amministratori, che ne possono sapere? Se avessero davvero avuto voglia e competenza per metter mano a un grandioso progetto di recupero del nostro patrimonio architettonico e culturale, dal 2000 ad oggi, cioè da quando esistono i fondi comunitari, avrebbero avuto tutto il tempo necessario per far tornare Monreale ai fasti di un tempo. E la candidatura all’Unesco avrebbe potuto riguardare la nostra Città piuttosto che il solo Duomo. Ma questa gente che crede di saper amministrare, non potrà mai elaborare un progetto così ambizioso, poiché non ne ha gli strumenti culturali, poiché non ha tra i suoi primi obiettivi di governo l’interesse della collettività.

Un piano serio per il rilancio del turismo a Monreale, lo ribadiamo, non esiste e non è mai esistito. E il Museo Narrativo, e ci auguriamo davvero di sbagliarci, non sarà da solo in grado di riportare il turismo nel nostro paese. Uno degli aspetti più interessanti del programma di Monreale Futura, che sarà presentato a giorni, sarà proprio il progetto per il rilancio del turismo a Monreale.

E poi c’è il problema dei costi di realizzazione del Museo. Altri 2,5 milioni di euro dalla Regione Sicilia. Ma ce li hanno regalati? O li dobbiamo restituire? 20 milioni di debito fuori bilancio stiamo cercando di spalmarli grazie al piano di riequilibrio finanziario che ancora la Corte dei Conti non si decide a deliberare (dimenticavo … se passa il piano, il Comune di Monreale dovrà pagare oltre 2 milioni di euro all’anno per i prossimi vent’anni alla Cassa Depositi e Prestiti!), ne mettiamo altri 2,5 milioni per il Museo … ma chi li paga questi debiti? Ovviamente non è un problema di Di Matteo, poiché sta per lasciare la sua poltrona. Certo, ci dirà che sono soldi ben investiti, e speriamo che gli unici a avvantaggiarsi del Museo non siano i gestori individuati dalla gara d’appalto.

Andiamo alle 15 assunzioni per l’ARO. Anche in questo caso i detrattori del Sindaco si sono sprecati: non illudere i Monrealesi, non fare promesse in campagna elettorale …  Vorremmo far notare al Sindaco e ai suoi detrattori, che i dipendenti del Comune di Monreale sono già tanti rispetto alle reali esigenze dell’amministrazione, e che l’assunzione di altre 15 unità non farebbe che annullare quelle economie che potrebbero realizzarsi  con la gestione efficiente (o presunta tale) dei rifiuti. Qualunque siano le professionalità necessarie per gestire il bacino di compostaggio di Bisacquino, il Sindaco sa bene che una tale spesa in più cadrebbe sotto la lente di ingrandimento della Corte dei Conti che, se Di Matteo non lo avesse notato, ha puntato su di noi le sue attenzioni (vedi piano di riequilibrio finanziario). I futuri amministratori sappiano, poiché siamo certi che non lo sanno, che sarà impossibile fare nuove assunzioni se prima non si saranno cercate altre soluzioni. E le soluzioni ci sono, come quella di formare il personale esistente che sappiamo già farà parte dell’ARO. Quindi, cari Monrealesi, siate vigili” conclude il presidente di Monreale Futura. “I vincoli imposti alle Amministrazioni inadempienti sotto il profilo finanziario sono stringenti: si deve ridurre la spesa, non si può assumere nessuno!”

 

 

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Vigili urbani in controsenso sulla Palermo-Sciacca a Giacalone. Il video è virale

    Politica

    Monreale, 19 giugno 2018 - Controsenso e ad alta velocità. Le automobili che provengono di fronte suonano il clacson ma niente da fare, l’auto prosegue sulla corsia destinata ai veicoli che provengono dal senso di marcia opposto (VEDI VIDEO IN FONDO ALL'ARTICOLO). A mettere a repentaglio la sicur..

    Continua a Leggere

  • «Deve stare buono». La mafia vecchio stampo di Monreale e le cartucce al ladruncolo

    Politica

    Monreale, 19 giugno 2018 - Gli dovevano mettere qualche “cartoccia” per farlo stare buono. Stava dando fastidio quel giovane furfante che sarebbe stato responsabile di certi furti all’interno di alcune abitazioni di Monreale. Quel ragazzo doveva smetterla, doveva essere redarguit..

    Continua a Leggere

  • “Giochi senza sezione” questa mattina alla Scuola Morvillo

    Politica

    Monreale, 18 giugno 2018 - Emozionante e colorata manifestazione stamane per i bambini di scuola dell’infanzia  della scuola Morvillo per la chiusura della prima edizione dei “Giochi senza sezione”, una kermesse ludico-sportiva che ha coinvolto circa 180 bambini dai 3 ai 5..


  • Black out telefonico, abitazioni isolate da questa mattina

    Politica

    Monreale, 18 giugno 2018 - Un black out telefonico da ore sta isolando dal punto di vista della comunicazione le abitazioni nel territorio di Monreale. Un guasto alla dorsale fibra ottica sembrerebbe essere la natura del problema, al quale i tecnici stanno lavorando per ripristinare la rete. Il gua..

    Continua a Leggere

  • Grande partecipazione per lo stage targato ASD Atletico Monreale

    Politica

    Monreale, 18 giugno 2018 - Buona la prima per l'ASD Atletico Monreale. "Lo stage di sabato 16 giugno ha dato la risposta che la società si aspettava". Così commenta il vice presidente Giuseppe Guzzo il primo evento targato Atletico Monreale c5. Adesso si rimanda all'appuntamento al..


  • Circonvallazione, canne e rami pregiudicano la sicurezza stradale

    Politica

    Monreale, 18 giugno 2018- La carreggiata è ristretta e in curva le automobili sono costrette ad allargarsi al limite della corsia opposta. All'altezza del ponte di via Aldo Moro, sulla Circonvallazione un canneto,  alto 3 metri, invade da tempo la strada. Ma non è..

    Continua a Leggere

  • Monreale. In prognosi riservata il 21enne vittima dell’incidente sulla circonvallazione

    Politica

    Monreale, 18 giugno 2018 - È un ragazzo di 21 anni, G. O., residente a Monreale, la vittima dell’incidente che questa notte si è verificato sulla circonvallazione di Monreale, all’altezza di Via Santa Liberata. G. O. è stato condotto con l’autoambulanza all'ospedale civico, dove è stato..

    Continua a Leggere

  • Cefalù. 10 palermitani arrestati per furti di rame e in abitazioni (FOTO E VIDEO DELL’OPERAZIONE)

    Politica

    [gallery ids="67846,67847,67848,67849,67850,67851,67852,67853,67854,67855,67858,67859,67860,67861"] 18 giugno 2018 - A pochi giorni dall’"Action Day", iniziativa promossa da Europol, alla quale hanno aderito 12 stati membri dell’Unione Europea compresa l’Italia, finalizzata a dare impulso a..

    Continua a Leggere

  • Quando è bene rivolgersi ad uno psicologo?

    Politica

    18 giugno 2018 - Molte persone credono che rivolgersi allo psicologo sia un segno di debolezza e di incapacità di affrontare le difficoltà che la vita ci propone. In realtà, non si rendono conto che richiedere un aiuto professionale significa essere consapevoli dei propri limiti e decidere..

    Continua a Leggere

  • “Cimitero degli orrori”. Da questa mattina i RIS al lavoro. L’avv. Caputo: “Messina vuole collaborare con i magistrati”

    Politica

    [gallery ids="67834,67835,67836,67837,67838,67839"] San Martino delle Scale (Monreale), 18 giugno 2018 - Questa mattina presso il “Cimitero degli orrori” di San Martino delle Scale si è presentato il reparto dei RIS (Reparto Investigazioni Scientifiche) di Messina per avviar..

    Continua a Leggere

  • Scontro auto-moto sulla Circonvallazione di Monreale. È emergenza sicurezza

    Politica

    Monreale, 18 giugno 2018 – Un incidente stradale si è verificato la scorsa notte lungo la Circonvallazione di Monreale. Lo scontro, che è avvenuto all’incrocio con la via Santa Liberata attorno alle 23.00, ha coinvolto uno scooter e un’automobile. Ad avere la peggio è stato il motociclis..

    Continua a Leggere

  • Arrivano i RIS. Il cimitero degli orrori chiude a tempo indeterminato

    Politica

    Monreale, 17 giugno 2018 - Chiude a tempo indeterminato il cimitero di San Martino delle Scale su cui la Procura della Repubblica di Palermo ha avviato un'inchiesta e iscritto nel registro degli indagati 11 persone, tra cui cinque attualmente sottoposte a misure cautelari. Sono tante le domande a..

    Continua a Leggere

  • Miss Monreale 2018. Le FOTO delle sfilate e della premiazione

    Politica

    [gallery ids="67770,67769,67768,67767,67766,67765,67764,67763,67762,67761,67760,67759,67757,67756,67755,67754,67753,67752,67751,67750,67749,67748,67747,67746,67745,67744,67743,67742,67741,67740,67739,67738,67737,67736,67735,67734,67733,67732,67731,67730,67729,67728,67727,67726,67725,67724,67723,6772..

    Continua a Leggere

  • Monreale, “3° Memorial Michele Guzzo”. Al via il 24 giugno. Più di 400 atleti presenti

    Politica

    Monreale, 17 giugno 2018 - La prossima domenica, 24 Giugno, col patrocinio gratuito del Comune di Monreale, si svolgerà la IV edizione per le vie di Monreale della corsa su strada, “3° Memorial Michele Guzzo”, in ricordo dell’atleta della ASD Marathon Monreale scomparso prem..

    Continua a Leggere

  • Sofia Badalamenti è Miss Monreale 2018. La fascia di Miss Social a Gabriella Fragasso

    Politica

    Monreale, 17 giugno 2018 - Sofia Badalamenti è Miss Monreale 2018. È stata incoronata ieri notte nel corso della seconda edizione “I Love Monreale” da Miss Monreale 2017, Simona Costanzo. Sul palco di piazza Guglielmo II si è tenuto ieri uno spettacolo di buon livello. Alle numerose sfilat..

    Continua a Leggere

  • Alzare la voce paga. L’uso distorto del diritto di parola e di espressione da parte dei politici

    Politica

    Monreale, 17 giugno 2018 - L'art. 21 della Costituzione recita così: "Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa..


  • Il Palermo resta in B. Perde una partita giocata da “Terza Categoria”

    Politica

    Il Palermo conferma gli undici dell’andata al Barbera, il Palermo cerca di giocare a calcio ma il Frosinone è teso come una corda di violino e ad ogni contrasto il direttore di gara è costretto a fermare il gioco. Dopo i primi dieci minuti si cominciano a vedere delle trame di gioco. Il Palermo ..

    Continua a Leggere

  • Anche Corleone vieta la presenza di bovini a Ficuzza

    Politica

    Corleone,16 giugno 2018 - "Immediato ritiro, da parte dei proprietari, dei bovini inselvatichiti dalle aree boschive della Ficuzza e dalle aree immediatamente boschive". Lo ha deciso la Commissione Straordinaria del Comune di Corleone. Con una ordinanza della Commissione prefettizia è stato disp..

    Continua a Leggere

  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com