Oggi è 16/11/2018

Politica

Costituzione dell’ARO, fumata nera in consiglio comunale

La seduta è stata rinviata a domani per mancanza del numero legale

Pubblicato il 6 febbraio 2014

Costituzione dell’ARO, fumata nera in consiglio comunale

Alle ore 10,45 di questa mattina si è aperta la seduta del consiglio comunale.

18 consiglieri presenti. I capigruppo hanno consentito, su invito del vicepresidente del consiglio Grippi, l’apertura del consiglio comunale alle associazioni cittadine che avevano chiesto di intervenire. Il portavoce del Comitato No TARSU, Sergio Calderaro, ha quindi dichiarato che la legge prevede che il comune debba adottare, prima della costituzione dell’ARO, un PCRD (piano comunale della raccolta differenziata), che stabilisca modalità, tempi, impiego dei mezzi, risorse a disposizione, anche umane, e obiettivi che devono essere conseguiti dalle ditte appaltatrici del servizio di raccolta. “Il PCRD, oltretutto, sarà poi il riferimento sul quale valutare i risultati compatibili con gli obiettivi prefissati, oltre alla conguità delle tariffe. L’art. 4 della legge regionale n.9 dell’Aprile 2010, sulle varie competenze dei comuni, prevede che i comuni redigano il regolamento comunale per la raccolta differenziata, verifichino lo stato di attuazione della raccolta differenziata e la qualità del servizio erogato dal soggetto gestore anche attraverso un comitato indipendente costituito da rappresentanti delle associazioni ambientaliste, dei consumatori e di comitati civici”.

Calderaro ha rimarcato che, sebbene l’approvazione dell’ARO sia indispensabile, si deve evitare che l’SRR dia una delega in bianco alle ditte appaltanti quando non abbiamo chiari gli obiettivi da perseguire. Da qui la richiesta al consiglio di un odg che preveda la costituzione di un tavolo tecnico per redigere il PCRD.

Riaperta la seduta, stavolta 19 consiglieri presenti, si sono susseguite le dichiarazioni delle forze di opposizione che hanno espresso le loro perplessità all’approvazione della delibera di costituzione dell’ARO.

Il consigliere Abruzzo, riprendendo l’’intervento di Calderaro, ha chiesto al sindaco di fornire adeguate informazioni al consiglio sul piano che sottende l’istituzione dell’ARO.

Il consigliere Lo Coco ha fatto una premessa ricordando la precedente gestione “scellerata”, per le assunzioni prive di evidenza pubblica, gli appalti, i noli a caldo e a freddo, già più volte denunziati. Entrando nel merito della delibera, ha ricordato che la regione Sicilia ha assegnato ai comuni linee guida concedendo però all’amministrazione la facoltà di riorganizzarsi. Da qui la sua proposta di optare per un servizio svolto in house, utilizzando il personale contrattista del comune, “con il doppio vantaggio di ridurre i costi di gestione ed assicurare a 94 persone un futuro certo”.

A questo intervento è seguita la replica del consigliere Venturella: “Se il servizio venisse svolto dai contrattisti andremmo contro l’obbligo di legge di garantire ai dipendenti attuali dell’ATO l’assunzione presso le ditte che si aggiudicano l’appalto”.

Il consigliere D’Alcamo ha voluto riprendere la legge regionale di riforma del sistema gestione dei rifiuti. Il consiglio comunale andrebbe informato adeguatamente sul Piano d’Ambito dell’ARO prima della sua costituzione. “Adesso ci viene chiesto di approvare una delibera priva dei documenti che la illustrino”.

Il sindaco Di Matteo, presa la parola, ha spiegato che “il consiglio comunale oggi è chiamato a votare o a bocciare la costituzione dell’ARO. Questo significa decidere se continuare a fare svolgere il servizio all’ATO o uscire da questo tipo di gestione. Il Piano d’Ambito che deve redigere l’SRR può essere fatto solo dopo la costituzione dell’ARO. Se la costituzione dell’ARO verrà bocciata il servizio passerà all’SRR che farà un bando per affidare il servizio ad una società esterna, senza più passare dall’approvazione del consiglio comunale. Diversamente, se verrà costituito l’ARO, il consiglio comunale potrà discutere sul piano industriale, che è un atto successivo”.

Affermazione non condivisa dal consigliere Lo Biondo che, nel suo intervento, chiede al sindaco di spiegare perché questo nuovo percorso di gestione dei rifiuti sia la scelta migliore per la città: “Non è vero che il Piano d’Ambito può essere redatto solo dopo la costituzione dell’ARO. Significa non avere fatto uno studio di indirizzo economico sociale”. Per Lo Biondo l’approvazione dell’ARO sarebbe una delega in bianco ad un progetto dell’amministrazione privo di garanzie: “Sindaco, lei deve spiegare adesso perché dalla nuova società si avrà una gestione migliore del servizio e un reale risparmio per i cittadini. Quali obiettivi di raccolta differenziata vi ponete come obiettivo, quale sarà la nuova tariffa per i cittadini”.

Per il consigliere Grippi, l’atto deliberativo che ci si appresta a votare non deve essere espressione di una maggioranza ma di tutto il consiglio comunale, dato che si guarda all’interesse collettivo della città. “Si dà alla città la possibilità di uscire dall’ATO e di decidere come gestire in futuro i rifiuti. “Visti gli errori del passato è fondamentale oggi costituire l’ARO per poi vedere, anche con le associazioni di categoria e il Comitato No Tarsu, come procedere per non incorrere negli errori del passato. Non possiamo stabilire il Piano d’Ambito senza prima costituire la società che dovrà disporlo”.

Per il consigliere Abruzzo sarebbe stato necessario che l’assessore al bilancio La Fiora avesse fornito le opportune delucidazioni all’assemblea prima di presentare la delibera per l’approvazione.

Per il consigliere d’Alcamo l’uscita dall’ATO non è competenza del consiglio comunale, dato che c’è già una legge regionale che lo impone. La legge prevede alcuni passaggi successivi. Dopo la costituzione dell’SRR, di cui Di Matteo è presidente, si sarebbe dovuto stilare il Piano d’Ambito per determinare perché l’ARO sia conveniente. Procedura nuovamente confutata dal sindaco Di Matteo: “Il Piano d’Ambito è invece lo step successivo alla costituzione dell’ARO”.

Nicola Giacopelli, relatore della proposta deliberativa, è stato chiamato ad illustrare gli aspetti tecnici della delibera, che sono comunque successivi ad un atto di indirizzo già espresso dalla giunta. “La legge prevede la salvaguardia degli attuali livelli occupazionali. E prevede che, data la situazione emergenziale e l’imminente chiusura delle società d’Ambito, si possa derogare e costituire prima l’ARO e poi procedere al Piano d’Intervento. Sarà necessario concentrarsi su un valido Piano d’Intervento dal quale dipenderà il futuro del servizio”.

E’ stata quindi la volta dell’intervento del consigliere Romanotto che ha sottolineato come la città debba cogliere oggi la possibilità di uscire dalla gestione ATO. “L’appalto ad evidenza pubblica permetterà di aggiudicare il servizio al prezzo più conveniente. Ma il grande vantaggio per il comune è che in caso di perdite economiche o di fallimento della società appaltante il comune non sarà chiamato a doverne risponderne, così come è avvenuto fino ad oggi con l’ATO.”

Terminati gli interventi, alle ore 12,35, si è proceduto alla votazione della delibera.

Ha espresso voto favorevole il consigliere Grippi. Contrario il consigliere Villanova. Si sono astenuti dal voto i seguenti consiglieri: Barna, D’Alcamo, Davì, Di Verde, Gelsomino, Lo Biondo, Lo Coco, Mirto, Russo, Schimmenti.

Essendo solamente 12 i consiglieri presenti in aula, la seduta è stata sospesa e rinviata di un’ora.

Alla riapertura dei lavori, alle 14,45, non essendoci il numero legale dei consiglieri presenti in aula, la seduta è stata rinviata a domani, ore 10,00.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Rendiconto 2017, una corsa contro il tempo: i precari rischiano di restare per altri 2 mesi senza il nuovo contratto. “Alla base un problema tecnico”

    Politica

    Monreale, 16 novembre 2018 - Sarà una corsa contro il tempo, nelle mani dei Revisori dei conti. Il Rendiconto di Gestione 2017 ha urgenza di essere approvato entro lunedì 19 novembre. Il giorno successivo il sindaco Piero Capizzi e il segretario generale del comune, la dott.ssa Domenica Ficano, vo..

    Continua a Leggere

  • “La Politica con la P maiuscola? Non retribuita e di breve periodo. Il potere tende a corrodere chi lo esercita”

    Politica

    [gallery ids="82909,82910,82911,82912"] Monreale, 16 novembre 2018 - Ieri, giovedì 15 novembre, il presidente nazionale dell'Azione Cattolica, Matteo Truffelli, ha presentato il suo libro “la P maiuscola, fare politica sotto le parti”. In quest'occasione l'Azione Cattolica ha dato il ..

    Continua a Leggere

  • “Ricominciamo da qui”, Monreale tra le tappe delle “Giornate dell’Economia del Mezzogiorno”

    Politica

    Monreale, 15 novembre 2018 - Si terrà a Monreale il 23 novembre una delle "Giornate dell'Economia del Mezzogiorno", una serie di eventi che si svolgeranno in varie località e che avranno come temi lo sviluppo economico e l'occupazione. Nella giornata del 23 novembre, dal titolo "Ricomin..


  • Via Aldo Moro si risveglia sommersa dai rifiuti. Residenti stanchi chiedono interventi incisivi

    Politica

    [gallery ids="82850,82849,82847"] Monreale, 15 novembre 2018 -"In via Aldo Moro ci sono residenti onesti che, come noi, fanno la differenziata e siamo stanchi di vedere questo tutti i giorni". Una mancanza di rispetto per il prossimo, per il proprio vicino di casa, ma anche per i nostri stessi fi..


  • Approvazione del rendiconto 2017, manca la relazione dei Revisori dei conti. FI: “Di cosa dobbiamo discutere senza un documento tanto importante?”

    Politica

    Monreale, 15 novembre 2018 - "Ancora una volta assistiamo all’ennesima mortificazione del consiglio comunale come organo rappresentativo dell’interesse dei cittadini. Ancora una volta, se ce ne fosse bisogno, sottolineiamo come questa amministrazione sia inadeguata ed incapace nel portare avanti..


  • Monreale, approvazione rendiconto 2017. Romanotto (Lega): “Manca la relazione del Collegio dei revisori. Il documento non si potrà votare”

    Politica

    Monreale, 15 novembre 2018 - Questa sera il consiglio comunale è chiamata ad approvare il rendiconto 2017. Un unico punto all’ordine del giorno, intorno al quale si prevede un ampio e acceso dibattito. Ma già prima di avviare la seduta è il consigliere comunale della Lega, Giuseppe Romanotto..


  • Monreale, saldo TARI 2018. Come e quando pagare le rate

    Politica

    Monreale, 15 novembre 2018 - Sono stati messi in distribuzione i modelli fiscali F24 per effettuare il pagamento delle rate a saldo TARI2018. Il pagamento va effettuato entro il 31 dicembre 2018, ma potrà essere suddiviso anche in due rate. La prima va pagata entro il 30 ..


  • Centro per l’impiego, Capizzi: “Da oggi c’è l’ok all’agibilità dei locali”

    Politica

    È stato definito stamane l'iter amministrativo per l’agibilità dei locali di via Venero che ospiteranno il nuovo Centro per l’Impiego. Lo rende noto il sindaco di Monreale Piero Capizzi che ha trasmesso al Dipartimento regionale dell’Assessorato al Lavoro il certificato di agibilità dell’..


  • Aquino, case popolari. Cornicioni pericolanti e muri consumati da muffa e umidità

    Politica

    Monreale, 15 novembre 2018 — Non c’è requie per i residenti di via Santa Liberata, nella frazione di Aquino. Oltre al già trattato problema delle tubature idriche, le condizioni generali degli edifici non sono meno preoccupanti.


  • Strazzasiti: “Strada a rischio frana. Il comune intervenga”

    Politica

    [gallery ids="82780,82781,82782,82783,82784,82785,82786,82787,82788,82789,82790,82791,82792"] Monreale, 15 novembre 2018 - “Via esterna Strazzasiti è una strada di competenza comunale” - dichiarano i residenti della contrada monrealese, che chiedono che venga fatto un intervento per ripristi..


  • Rivoluzione nel sistema di gestione dei rifiuti. Via le SRR. Salvataggio per tutto il personale, anche amministrativi e tecnici

    Politica

    Palermo, 15 novembre 2018 - Si tratta di una vera e propria rivoluzione del sistema di gestione dei rifiuti in Sicilia. Di fronte all’emergenza sanitaria, legata alla saturazione delle discariche, e ai costi di conferimento, e quindi alle tasse elevate, l’Assemblea Regionale Siciliana sta lavora..


  • Truffelli a Monreale per parlare di politica

    Politica

    Monreale, 14 novembre 2018 - L'Azione Cattolica "Beata Pina Suriano" di Monreale, presenterà il libro "La P maiuscola. Fare politica sotto le parti" di Matteo Truffelli (docente universitario e Presidente nazionale dell'Azione Cattolica Italiana). L'evento si svolgerà il 15 novembre alle 17 nel Pa..


  • Aquino, case popolari senza gas. Intervengono gli operai COM.EST.

    Politica

    [video width="640" height="352" mp4="https://www.filodirettomonreale.it/wp-content/uploads/2018/11/WhatsApp-Video-2018-11-14-at-13.26.16.mp4"][/video] Monreale, 14 novembre 2018 - Ancora disagi per i residenti delle case popolari di Aquino. Da ieri sera, infatti, le famiglie dei 4 padiglioni si s..


  • Assistenza alle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare. Ecco come richiederla

    Politica

    Monreale, 14 novembre 2018 - Il Distretto Socio Sanitario 42 provvederà agli interventi ammissibili per l’assistenza alle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare. A darne notizia è il Comune di Monreale.  Gli interessati possono rappresentare la propria situazione pres..


  • Via Olio di Lino riapre al transito, terminati i lavori di ripristino del manto stradale

    Politica

    Palermo, 14 novembre 2018 - Da questa sera sarà di nuovo possibile transitare in via Olio di Lino. I lavori di ripristino della strada termineranno nel pomeriggio, dopo più di una settimana di disagi per i residenti e per chi quotidianamente utilizza questo tratto. Una settimana impegnativa, co..


  • Tetra Pak, “La Buona Compagnia non si Rifiuta”. Parte oggi la campagna di comunicazione ambientale promossa dal Comune di Monreale

    Politica

    Monreale, 14 novembre 2018 - È stata presentata stamane in aula consiliare la campagna di comunicazione ambientale promossa dal Comune di Monreale, in collaborazione con Tetra Pak Italia che  prende il via oggi e si concluderà nel gennaio 2019, pronta a coinvolgere circa 40.000 abit..


  • Strade Provinciali 94, 95, 103 e 42 travolte dal fango, viabilità bloccata e terreni irraggiungibili

    Politica

    Piana degli Albanesi, 14 novembre 2018 - Restano impraticabili le arterie che collegano tra loro Piana degli Albanesi, San Cipirello e le contrade di Arcidocale, Mondaperto e Manali per poi proseguire verso Contrada Aquila e Santuario Madonna di Tagliavia.


  • Affidamento del campo di calcio “Conca d’Oro”. Per Russo (PD) troppe ombre: “Errori nell’attribuzione di punteggi, danno economico per il comune”

    Politica

    Monreale, 13 novembre 2018 - A distanza di alcuni mesi dalla sentenza del TAR della Sicilia che aveva annullato la gara di affidamento del campo di calcio “Conca d’Oro” alla Polisportiva Dilettantistica Calcio Sicilia (


  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com