La nomina del consulente Falgares e gli attacchi politici a Di Matteo

0
tusa big

La recente nomina del dott. Falgares in qualità di esperto in materia di bandi pubblici da parte del sindaco Di Matteo ha sollevato un vespaio di polemiche ed è stata colta come l’occasione per gettare benzina sul fuoco dello scontro politico. La nostra testata online è stata invasa dagli sfoghi di sbigottimento, e a volte di rabbia, dei lettori indignati dalla decisione del sindaco.

L’aspetto più criticato riguarda il compenso che è stato pattuito con il consulente. Per i tre mesi, questa la durata dell’incarico, Falgares riceverà 4.500 € più IVA e spese. E’ il primo incarico che Di Matteo assegna a titolo oneroso ad un consulente esterno. Gli altri, l’ultimo nominato a dicembre è stato il dott. Filippo Gerbino, stanno prestando la loro opera in via del tutto gratuita.

Nel pubblicare le critiche dei consiglieri d’opposizione, Mario Caputo ha sottolineato che si tratterebbe di una mossa elettorale, mentre Massimiliano Lo Biondo ha posto l’accento su un’operazione esosa per le casse comunali e per di più condotta contro il principio della trasparenza, abbiamo chiesto una replica al primo cittadino. Di Matteo ha preferito non rispondere alle accuse, minimizzandone la portata, lasciando intendere che il tempo saprà fornire la giusta risposta.

Quando in redazione era giunta la notizia della nomina del dott. Falgares, ho svolto immediatamente una ricerca per verificarne il curriculum (vedi link). Di fronte al lungo elenco di titoli e di incarichi assegnati, il mio pensiero non è andato ai 4.500 € di compenso bensì ai benefici che Falgares avrebbe potuto portare al comune. La cifra in termini assoluti non assume alcun significato, ma va giudicata in relazione agli obiettivi e ai risultati che la consulenza assegnata può permettere di raggiungere.

A lasciarmi perplesso è stata piuttosto la tempistica con cui Di Matteo ha deciso di assegnare questo incarico.

Se necessità c’è al comune di Monreale di avere un esperto in bandi pubblici, come si spiega che il sindaco se ne sia accorto solamente dopo 4 anni e mezzo di legislatura, e solamente a 4 mesi dalle prossime elezioni? Se questa consapevolezza fosse stata maturata prima probabilmente il nostro comune si gioverebbe già di finanziamenti importanti e ne godrebbe i frutti.

Saranno questi tre mesi sufficienti al nostro comune e al suo consulente per preparare nuovi progetti e presentarli agli enti pubblici così da accedere a contributi?

Non ci resta che attendere.

Che si possa bollare come inutile questo incarico, per ricondurlo ad una mera trovata elettorale, mi sembra poco condivisibile, o comunque non nel senso espresso dagli avversari politici del sindaco. L’effetto boomerang sarebbe ben più devastante per Di Matteo, che invece si sta giocando le migliori cartucce a sua disposizione, per giungere in prossimità delle amministrative di Maggio con risultati tangibili da porre tra pochi mesi al centro del dibattito politico. Di Matteo al momento non sta svelando le sue carte, ha preferito non divulgare quali progetti ha messo in cantiere nel breve termine. Verranno fuori al momento più opportuno.

Sarebbe da ingenui pensare che il sindaco non abbia un progetto chiaro e che si stia limitando a favorire amici per un mero ritorno elettorale. Probabilmente i suoi avversari, che si stanno esponendo mediaticamente con queste accuse, sottovalutano il primo cittadino e, inconsapevolmente, ne stanno assecondano la strategia. Che da difesa diverrà d’attacco. Se il sindaco, nel vivo della campagna elettorale, potrà mettere sul tavolo i risultati conseguiti grazie all’assegnazione di questo incarico, avrà gioco facile nel definire infondate,  superficiali e pretestuose le critiche montategli contro dagli avversari.

Se il dott. Falgares fornirà risultati e permetterà al comune di attingere a cospicui finanziamenti pubblici, le polemiche di questi giorni si ritorceranno contro chi li ha accese, e i 4.500 € saranno considerati una modica somma, più che adeguata al lavoro svolto.

Se invece l’esperto non avrà portato benefici al comune sarà l’occasione e il momento per gli avversari politici per rinfacciare al sindaco lo spreco di denaro pubblico.

Non resta che attendere, e la verità verrà a galla da sola. 

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com