Oggi è 23/05/2018

Politica

Fondi CIPE, Movimento Monreale Futura: “Il Presidente Arcidiacono c’è o ci fa?”

Arcidiacono: ”Io non lo so, ma chi mi contesta in questa occasione… c’è!”

Pubblicato il 16 gennaio 2014

Fondi CIPE, Movimento Monreale Futura: “Il Presidente Arcidiacono c’è o ci fa?”

Qualche giorno addietro il Presidente del Consiglio comunale di Monreale, nonché candidato Sindaco alle prossime elezioni amministrative, Alberto Arcidiacono, ha invitato tutte le forze politiche e amministrative a prendere visione di un avviso pubblico in merito ai fondi del CIPE che potrebbero consentire al Comune di Monreale di realizzare numerosi interventi sugli edifici scolastici.

A rispondere a questo invito, con toni non certo collaborativi, è il Movimento Monreale Futura che, tramite il suo presidente Davide Parisi, tiene a precisare alcuni aspetti della vicenda: “Affinché l’amministrazione, di cui il Presidente Arcidiacono fa parte, o di cui forse non fa più parte, possa accedere a questi fondi, dovrebbe aver già inserito questi progetti di riqualificazione, risanamento, ristrutturazione tra le opere pubbliche previste dal programma di lavori pubblici; cioè, deve aver già previsto questi interventi a priori. Poi, ammesso e non certamente concesso, che siano inclusi in tale programma, ci devono essere almeno i progetti preliminari; significa che qualcuno (qualche tecnico del comune o qualche consulente esterno) deve aver prodotto i progetti per ciascun edificio, il tutto entro il 9 marzo di quest’anno.”

Secondo il neo-nato Movimento, quindi, il Presidente Arcidiacono, prima di sollecitare qualcuno a non perdere questa occasione, dovrebbe essere informato circa la fattibilità di tale operato, “altrimenti ciò si spiegherebbe con il fatto che, essendo ormai in piena campagna elettorale, essendo ormai lo stesso lontano dalla maggioranza con cui è stato eletto consigliere e nominato Presidente, voglia mettere in cattiva luce i suoi ex compagni (ops … forse proprio “compagni” no!), o meglio colleghi di partito, capitanati dal nostro Sindaco, poiché sa già che tali fondi andranno persi. Quindi, per mettere in difficoltà l’amministrazione di cui egli stesso ha fatto parte fino a ieri, prenderebbe in giro noi Monrealesi.”

“Noi riteniamo che Arcidiacono lo debba sapere (se non lo sa lui che sta dentro l’amministrazione, allora chi?) – aggiunge Parisi – Ma se le condizioni di cui abbiamo detto sopra non ci fossero, allora saremmo certi dell’ipocrisia del Presidente e del tentativo di farsi bello con i Monrealesi, di cui tenta di carpire il consenso.”

Considerando che il Comune si è lasciato sfuggire in passato fondi anche più allettanti e più corposi, Monreale Futura si dice quasi certa che l’Amministrazione non abbia i progetti pronti: “Da 20 anni a questa parte non c’è stato alcun intervento, alcuna iniziativa che lasciasse pensare al futuro del nostro Paese. E adesso uno di loro ci viene a raccontare che l’amministrazione non dovrebbe lasciarsi sfuggire questa opportunità? Ma il Signor Arcidiacono dove è stato in questi ultimi 5 anni? Perché non ha invitato, invogliato, sollecitato chi di dovere cinque anni fa? Era distratto, lo capiamo.”

A queste accuse risponde, a tono, lo stesso Alberto Arcidiacono: “L’articolo altro non voleva essere se non uno stimolo, per Uffici comunali competenti, ad attivarsi per verificare le condizioni necessarie a far presentare al Comune di Monreale una richiesta di interventi a sostegno del settore scolastico. Quando parlo di ‘verificare le condizioni necessarie’, intendevo proprio dire ‘reperire la documentazione richiesta dall’avviso’. Verificare cioè, che se ci fossero dei progetti preliminari e/o che questi fossero inseriti nel programma dei lavori pubblici. A questo servono gli Uffici e per questo si definiscono competenti.”

“Sembrava un sensazionale scoop, e invece cosa dire?

Invito a leggere con più attenzione e con maggiore lucidità i prossimi articoli; auspicabilmente, di riservare l’ironia e l’enfasi profusa nel suo pezzo per altre più congrue occasioni; certamente, di mettere la propria competenza al servizio della comunità e non di improvvidi sofismi. Quanto al titolo dell’articolo (c’è o ci fa?)… il sig. Davide Parisi certamente non ci fa, c’è!”, conclude il Presidente del Consiglio.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Monreale, corso Operatore del benessere: approvata la terza e la quarta annualità all’ente Ted

    Politica

    Monreale, 23 maggio 2018 - Approvata la terza e la quarta annualità del corso Operatore del benessere che si svolgerà nella sede di Monreale dell'ente di formazione professionale Ted. Il corso, che partirà tra quindici giorni, rientra nel programma operativo del Fondo sociale Europeo 2014-20..

    Continua a Leggere

  • Gli italiani vanno sempre più pazzi per i cellulari

    Politica

    Da quando la tecnologia mobile è arrivata nel nostro paese, noi italiani l'abbiamo adottata con grandissimo entusiasmo. Lo dimostrano i dati diffusi a febbraio da Enlabs: su 59 milioni di italiani, 43 milioni utilizzano internet e ben 49 milio..

    Continua a Leggere

  • Palermo, aula bunker. La giornata della legalità (LE IMMAGINI)

    Politica

    [gallery ids="64374,64375,64376,64377,64378,64379,64380,64381,64382,64383,64384,64385,64386,64387,64388,64389,64390,64391,64392,64393,64394,64395,64396,64397,64398"] Aula bunker dell’Ucciardone (Palermo), 23 maggio 2018 - Il 23 maggio del 1992 alle 17:58  l'auto su cui viaggiava ..

    Continua a Leggere

  • Monreale e i disservizi postali. Poste Italiane: “Installeremo cassette modulari sulle strade di ingresso alle unità abitative, per sopperire ad alcune carenze relative alla toponomastica e alle complessità morfologiche del territorio”

    Politica

    Monreale, 23 maggio 2018 - Si è tenuto ieri pomeriggio il tavolo tecnico tra comune di Monreale e Poste Italiane, per affrontare il problema dei disservizi riscontrati nel recapito della posta, soprattutto, ma non solo, nelle contrade monrealesi. Una questione sollevata dalla nostra redazione, e po..

    Continua a Leggere

  • Monreale. È ancora emergenza al cimitero. Decine di salme al deposito e aria irrespirabile

    Politica

    [gallery ids="64348,64349,64350,64351,64352,64353,64354"] Monreale, 23 maggio 2018 - È ancora emergenza all'interno del cimitero di Monreale. Al deposito ci sono tantissime salme alle quali non è stata ancora data una degna sepoltura. Protestano i cittadini, costretti, per portare qualche fiore..

    Continua a Leggere

  • Roberto Fico: «Continuare a cercare la verità sulle stragi e aggiornare le norme antimafia»

    Politica

    Palermo, 23 maggio 2018 - Roberto Fico, presidente della Camera dei deputati a Palermo, stamattina è a Palermo in occasione dell’anniversario delle strag..

    Continua a Leggere

  • La nave della Legalità sbarca a Palermo. Il corteo verso l’aula bunker VIDEO

    Politica

      Palermo, 22 maggio 2018 - Con l'operazione antimafia eseguita all'inter..

    Continua a Leggere

  • Blitz antimafia alla Noce. I nomi e le foto degli arrestati

    Politica

    [gallery ids="64197,64198,64199,64200,64201,64202,64203,64204,64205,64206"] Palermo, 22 maggio 2018 - Dieci gli arrestati nell'ambito dell'operazione antimafia della Mobile di Palermo nel quartiere Noce. Ecco i nomi: Giovanni Musso, Giovanni Di Noto, Salvatore Pecoraro, Fabio La..


  • Circonvallazione al buio e senza segnaletica orizzontale. Caputo scrive al Prefetto

    Politica

    Monreale, 22 maggio 2018 - Esiste una linea che separa dissesto finanziario di un comune e sicurezza dei cittadini? La mancanza di risorse può davvero mettere in pericolo la vita dei cittadini? Caso, ormai diventato emblematico, è la Circonvallazione di Monreale. L’importante asse viario, nel tr..


  • Operazione antimafia nella notte, 11 arresti alla Noce. Pizzo, feste religiose e intimidazioni

    Politica

    Palermo, 22 maggio 2018 - Anche la festa religiosa del quartiere serviva a mantenere gli uomini di Cosa nostra. La mafia non ha pietà: e impon..


  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com