Mario Caputo (FI): “A rischio l’accesso al fondo Salva Enti e in ogni caso si allontanano i tempi di approvazione”

0
tusa big

Monreale, 15 gennaio 2014 – “A sentire parlare l’assessore alle politiche finanziarie del comune, il piano di riequilibrio finanziario che contiene la cosiddetta norma “Salva Enti” era già pronto per l’approvazione e quasi in arrivo alle casse della tesoreria comunale. Mentre il sindaco aveva recentemente affermato che il piano di risanamento delle finanze comunali era già completato e avviato. 

La richiesta di chiarimenti, piuttosto articolata, per quanto è dato a sapere, e inviata in questi giorni dal competente dipartimento del ministero dell’interno, rappresenta una vera e propria doccia fredda per le già disastrate casse comunali e impone all’amministrazione di predisporre una serie di risposte e documenti, la cui formulazione non appare affatto facile”.

Con questa dichiarazione inviata alla stampa, Mario Caputo, consigliere comunale di Forza Italia e Presidente del Club Forza Silvio Guglielmo II di Monreale, solleva l’attenzione sul Piano di Riequilibrio Pluriennale presentato dall’amministrazione e in attesa di approvazione da parte del Ministero degli Interni.

Caputo stamattina ha inviato al sindaco Di Matteo e al Segretario comunale la richiesta di fornire copia del parere richiesto dal Ministero dell’Interno e di comunicare ufficialmente al consiglio comunale le determinazioni che l’amministrazione intende adottare per dare una risposta esaustiva al competente ministero.

“Dalle strettissime maglie degli uffici comunali – ha aggiunto Mario Caputo – è emersa questa mattina una fortissima preoccupazione in merito sia alla possibilità di accedere al fondo salva enti e alla conseguente approvazione del piano di riequilibrio, e in ogni caso per la circostanza che i tempi si allungano talmente che diventano incompatibili con la prossima scadenza elettorale. Per quanto ho avuto modo di apprendere, i chiarimenti richiesti dal Ministero dell’Interno sono dovuti al fatto che il comune non ha fornito tutta la documentazione prevista dalla legge e ancor più che dall’invio della stessa sono emerse numerose perplessità che hanno imposto al Ministero dell’Interno di richiedere l’invio di ulteriori chiarimenti. Tutto ciò dimostra ancora una volta la superficialità con la quale l’attuale amministrazione comunale ha affrontato una materia così complessa e che nonostante gli spot e le affermazioni politiche, si è ben lontani da quell’assestamento della situazione finanziaria del comune di cui il Sindaco tanto si vanta in tutte le manifestazioni. E in ogni caso una cosa è certa, – ha concluso Mario Caputo – questa amministrazione lascerà a quella che le succederà dopo le elezioni un pesante fardello sia per quanto riguarda la situazione finanziaria che il piano regolatore generale”.

Caputo intanto ha invitato il Presidente del consiglio comunale Alberto Arcidiacono a convocare con urgenza una seduta del consiglio comunale alla presenza del sindaco e dell’assessore al bilancio per riferire sul contenuto delle richieste del Ministero dell’Interno. 

L’Assessore al bilancio Giuseppe La Fiora, da noi interpellato, fornisce la sua versione dei fatti. “Ieri, a seguito di un precedente sollecito inviato dal Comune di Monreale al Ministero degli Interni, nel quale si richiedeva di conoscere di tempi dell’istruttoria avviata sul Piano di Riequilibrio Pluriennale da noi presentato, è pervenuta in risposta una mail che preannunciava l’invio di una richiesta di integrazione documentale, ma senza anticiparne il contenuto. Ad oggi nulla è arrivato”.

Da La Fiora non traspare nessuna preoccupazione: “Che il Ministero faccia ulteriori richieste documentali è sicuramente un buon segnale, perché indica che la pratica non è stata bocciata e che l‘istruttoria va avanti”. 

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com