Rinviato a domani il consiglio comunale sull’approvazione del bilancio di previsione 2013

0
tusa big

Monreale 27 Dicembre. Si è svolto stamane il consiglio comunale riguardo l’approvazione Bilancio di Previsione 2013, del Bilancio Pluriennale 2013/2015 e della Relazione Previsionale e Programmatica 2013/2015 del Comune di Monreale.

Dopo un primo rinvio di un’ora, vista la mancanza del numero legale, il consiglio comunale ha avuto inizio alle 11;00, salvo poi chiudersi alle 12;30 circa, a causa di un nuovo venir meno del numero legale.

Come annunciato nei giorni scorsi, previa approvazione dei verbali delle sedute precedenti, è intervenuto il consigliere comunale del Partito Democratico Massimiliano Lo Biondo, che ha posto una pregiudiziale sull’approvazione del bilancio in oggetto.

Secondo Lo Biondo, infatti, la proposta di bilancio disattende il testo unico del regolamento sugli enti locali, poiché mancherebbero, nella stessa, gli allegati essenziali alla formulazione del parere da parte dei consiglieri comunali.

Inoltre, stando alla delibera della corte dei conti del 22 novembre 2013, la proposta non risolverebbe alcune gravi criticità riguardo il bilancio 2011, protratte nel bilancio successivo.

Società partecipate, debiti fuori bilancio, non corretto utilizzo dei capitoli afferenti i “servizi a conto terzi”, superamento del limite delle spese relative a relazioni pubbliche, convegni e parco autovetture: il consigliere cita puntualmente la delibera della corte dei conti.

Lo Biondo ha quindi chiesto il ritiro immediato della proposta di bilancio, chiedendo la presentazione di una nuova proposta entro il 31 Dicembre che dia risposte alle criticità evidenziate dalla corte dei conti.

A seguito della proposta di Lo Biondo, si è accesa la discussione in aula, durante la quale è intervenuto il Sindaco Filippo Di Matteo, che ha dichiarato vana la presentazione della pregiudiziale, non ammissibile, a suo dire, in consiglio comunale. Il Sindaco ha inoltre sottolineato che gli atti relativi saranno presentati alla procura della repubblica ed alla corte dei conti, provocando la reazione del consigliere Mario Caputo, che si è lamentato dei toni minacciosi dell’affermazione, rivendicando la libertà d’azione dei consiglieri comunali regolarmente eletti.

Numerosi altri interventi si sono poi susseguiti nel corso delle dichiarazioni di voto sulla pregiudiziale stessa, sia da parte della maggioranza che dell’opposizione.

In particolare, centrale per il proseguo dell’iter di votazione è stato l’intervento del consigliere e capogruppo del Partito Democratico Salvatore Mirto, il quale si è dichiarato contrario alla presentazione della pregiudiziale da parte del suo compagno di partito Lo Biondo, poiché al consiglio comunale non spetterebbe la valutazione della correttezza dell’iter di presentazione della proposta di bilancio, ma solo una discussione sul merito della stessa.

Alla fine della discussione, il Presidente del consiglio comunale, Alberto Arcidiacono, ha messo in votazione la pregiudiziale, ma, in seguito all’abbandono dell’aula da parte di numerosi consiglieri dell’opposizione stessa, rimanendo in aula 14 consiglieri e mancando quindi il numero legale, la seduta è stata rinviata a domani, sabato 28 Dicembre 2013, alle ore 9;30.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com