Incontro chiarificatore fra la componente studentesca e la presidenza del liceo Basile

0
Araba Fenice desk

Dopo le ultime dichiarazioni, apparse sul nostro giornale, da parte della componente studentesca del liceo classico-scientifico “Basile” di Monreale, in stato d’occupazione dal 29 Novembre, la redazione di Filodiretto ha ritenuto opportuno incontrare congiuntamente alunni ed insegnanti dello stesso liceo.

L’incontro si è svolto nella mattinata di ieri, presenti la vicepreside Carmen Bonanno, la professoressa Maria Rosaria Bonanno e gli alunni Bartolomeo Parisi, occupante attivo dell’Istituto e Antonino Pirri, rappresentante d’Istituto.

Animi distesi e disponibilità al confronto fra le parti, che hanno spiegato le loro ragioni, molte delle quali già note ad entrambe.

Ricostruiamo la storia: gli alunni del liceo Basile hanno deciso, il 26 Novembre scorso, di “autogestire” l’Istituto, mentre dal 29 Novembre, visti gli scarsi risultati dell’autogestione, occupano lo stesso.

I docenti avevano proposto agli allievi di non occupare la scuola, optando per la co-gestione dell’Istituto: alunni e docenti, in questo modo, avrebbero svolto giornalmente 3 ore di lezione, e per 2 ore si sarebbero riuniti in assemblea, redigendo in collaborazione un documento da presentare agli organi competenti in Provincia; in mancanza di una risposta da questi organi i docenti sarebbero addirittura stati disponibili a svolgere ulteriori manifestazioni anche presso la sede della provincia stessa.

La vicepreside, professoressa Carmen Bonanno, si è quindi rammaricata nell’aver letto dichiarazioni secondo cui il corpo docente avrebbe rifiutato il dialogo con gli alunni, data la disponibilità dimostrata.

I ragazzi hanno specificato che le affermazioni su eventuali “minacce” o “ritorsioni” presentate dai docenti, sono frutto di un’incomprensione di fondo scaturita dal recepimento, da parte dell’Istituto Basile, di una circolare ministeriale ove si specifica che i giorni di assenza da parte degli alunni occupanti devono essere giustificati da un genitore e saranno conteggiati ai fini della determinazione del totale dei giorni di assenza dei singoli alunni.

A termine dell’incontro, pur continuando ad avere delle perplessità sul comportamento di alcuni docenti, che però risulta avallato da una parte della stessa componente studentesca, propongono ai docenti una serie di dibattiti, il primo dei quali è in corso di svolgimento stamane, che coinvolgano ogni componente della vita di uno studente: scuola, famiglia e istituzioni.

La vicepreside ha accolto positivamente la proposta auspicando contestualmente il rapido ritorno al normale svolgimento dell’attività didattica, che renderà possibile un intervento di pulizia straordinaria e di disinfestazione del plesso scolastico. Gli alunni hanno fissato un’assemblea per lunedì mattina, durante la quale decideranno se proseguire o meno con l’occupazione della scuola.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Acquapark Monreale
Acquapark Monreale