Museo Etno-Antropologico di Monreale: oggi l’inaugurazione della nuova sede

0
Araba Fenice desk

Monreale, 13 Dicembre 2013 – Stamattina è stata inaugurata la nuova sede del Museo Etno-Antropologico del comune di Monreale. Alla presenza del sindaco Filippo Di Matteo, dell’assessore alla Cultura Lia Giangreco, ma soprattutto di molti soci dell’ASCA e di un nutrito gruppo di scolaresche.

“Il Museo è il luogo del servire sociale, della pratica dell’incontro e della mediazione culturale”, si legge all’ingresso. Il Museo nasce con lo scopo di conservare la memoria del passato per indicare i legami che intercorrono tra vecchio e nuovo, e per risaltare la continuità tra ciò che è stato e ciò che é.

Nel Museo è disposta una ricca raccolta di oggetti, di interesse storico-scientifico, etno-antropologico e culturale, come è visibile dalla fotogallery.

Si deve soprattutto al lavoro della sig.ra Lucia Russo e della dott.ssa Rosalba Madonia, dipendenti del comune, l’allestimento dell’attuale museo, che percorre il “Ciclo della Vita” nella comunità locale e siciliana.

L’esposizione, denominata “Testimonianze del passato”, raccoglie oggetti donati da Stefano Zuccaro, un socio dell’ASCA oggi scomparso, che in tarda età coltivò la passione, e ne cominciò una proficua raccolta, per i reperti antichi, testimonianza della passata civiltà contadina, pastorale e artigianale del territorio. Zuccaro volle fare dono della personale collezione al comune di Monreale, che, soprattutto grazie a questo contributo, è riuscito ad allestire il Museo.

Il Museo si sviluppa su tre livelli. Al piano superiore sono esposti oggetti appartenenti al Ciclo della vita: la nascita, la crescita, il matrimonio. Nell’ammezzato sono collocate alcune opere dell’artista siciliano Attilio Guccione: un piccolo teatro dell’”Opra dei Pupi” introduce nel magico mondo delle tradizioni popolari raccontate dai cantastorie tramite dipinti su pannelli. Al piano inferiore si apprezza un’ampia panoramica di strumenti ed oggetti antichi legati ai mestieri del passato.

Il sindaco e l’assessore hanno ringraziato per la preziosa donazione la famiglia Zuccaro. All’inaugurazione era presente la moglie di Stefano Zuccaro con figli e nipoti.

La mostra è permanente, e si arricchirà nel tempo di altri oggetti, con l’intento di conservarli e valorizzarli per la fruizione pubblica e l’applicazione didattica.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com