“Solo andata” e “Nuovo mandamento 2”: i dettagli delle operazioni

0
Araba Fenice desk

All’alba di oggi due operazioni dei carabinieri hanno permesso di sgominare una presunta rete di spaccio che operava nel palermitano ed in altre provincie, interessando in particolar modo l’area di via Ernesto Basile, il comune di Monreale e quello di San Cipirello, e di completare gli arresti dell’operazione “Nuovo mandamento” del settembre scorso.

Il nucleo centrale degli arrestati nell’operazione “Solo Andata”, sarebbe costituito da Salvatore e Ignazio Cottone, padre e figlio, e da Dario Accardi, nipote del Cottone. A fornire le sostanze stupefacenti, invece, Carmelo Migliaccio, mentre l’organizzazione si avvaleva, sempre secondo le indagini dei carabinieri, dell’operato di Sorrentino Gaspare, Agnello Giuseppe e Taormina Giuseppe, tutti arrestati oggi.

Questo il risultato dell’operazione “Solo andata”, che prende il nome dai numerosi fermi effettuati dal 2012 dai carabinieri sulla s.s. 624 “Palermo-Sciacca”: i militari, essendo già in corso le indagini, bloccavano consumatori e clienti dei Cottone, che rifornivano anche altre provincie, sfruttando le loro conoscenze nell’ambiente universitario.

Fra i fermati nei mesi scorsi, infatti, 10 residenti nella provincia di Palermo, 5 in quella di Agrigento, 4 in quella di Trapani e 1 in quella di Messina, mentre altre 19 persone sono state deferite in stato di libertà, e 16 soggetti sono stati segnalati quali consumatori.

L’attività dei carabinieri è consistita in indagini di tipo classico, con intercettazioni, fermi e pedinamenti, coordinati dalla procura di Palermo, nelle persone del sostituto procuratore Diana Russo e del procuratore aggiunto Maurizio Scalisa.

Per quanto riguarda l’operazione “Nuovo mandamento 2”, le indagini sono state coordinate dalla procura distrettuale antimafia, ed hanno portato all’arresto di sei persone, che sarebbero responsabili di coltivazione di stupefacenti; gli arrestati facevano capo a Cosa nostra, che dimostra di tornare ad interessarsi all’attività di produzione di stupefacenti, per finanziare le proprie attività illecite.

A riferire sulle operazioni, nella conferenza stampa di oggi, il Capitano dei Carabinieri Paolo Del Giacomo, il Colonnello Piero Solazzo ed il maggiore Mauro Carrozzo

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Acquapark Monreale
Acquapark Monreale