Autolinee Giordano. Revocato il provvedimento di licenziamento per Perrone Raffaele e Affranchi Francesco, confermato quello per altri due dipendenti

0
Immobiliare Max

La revoca del licenziamento per due dipendenti, ma la conferma per altri due. Questo il risultato della crisi economica che sta coinvolgendo la ditta Autolinee Giordano di Monreale.

Nell’ultimo anno l’azienda ha sofferto il taglio orizzontale del 20% dei finanziamenti regionali sul settore del trasporto pubblico. Inevitabile il riflesso sui dipendenti. Il 25 settembre 2013, dopo avere cercato per tutto l’anno di evitarlo, l’azienda si è vista costretta a decretare il licenziamento di 4 lavoratori, Perrone Raffaele, Affranchi Francesco, Pilato Paolo e Badagliacca Antonio, per giustificato motivo.

 

L’intervento della UIL Trasporti è riuscito però a modificare l’epilogo di questa triste vicenda.

Giovedì 24 Ottobre 2013, presso la Commissione del Dipartimento Regionale del Lavoro in Via Briuccia a Palermo, si è concluso il primo atto  della vertenza in atto tra la ditta Autolinee Giordano e i quattro dipendenti.

La Uil Trasporti Sicilia, impegnatasi immediatamente a sostegno e tutela dei lavoratori, dopo una serie di trattative in sede aziendale, mirate ad intraprendere economie a favore dei lavoratori, ha ottenuto la revoca dei provvedimenti nei confronti dei Sigg.ri Perrone Raffaele e Affranchi Francesco.

Inoltre la dirigenza delle Autolinee Giordano si è impegnata, di concerto con il Sindacato Uil Trasporti, di attivare nei prossimi due anni ogni strumento utile per il reintegro nel posto di lavoro degli altri due dipendenti. Si pensa ad un taglio degli straordinari, ma soprattutto ad avviare delle procedure di accompagnamento alla pensione per i dipendenti più anziani, per permetterne la sostituzione con i colleghi appena licenziati.

“In un momento congiunturale così difficile per tutti i settori, – dichiara il segretario provinciale della UIL Trasporti Franco Trupia – annoverare una revoca di licenziamento è un  successo di enorme importanza, situazione altresì evidenziata con grande enfasi dalla stessa Commissione del Lavoro, dove per loro dire ‘in questo momento si fanno solo licenziamenti, era da tempo che non si adottavano provvedimenti di revoca’.

Ai due lavoratori rientrati in servizio ed alle loro famiglie va il compiacimento di tutta la Uil Trasporti, mentre agli altri due lavoratori, la Uil Trasporti assicura che metterà in campo ogni stratagemma ed iniziativa per il più immediato reintegro nel posto di lavoro”.

 

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.