Sandro Russo: “Uno scenario degno delle peggiori convention berlusconiane”. Il consigliere PD lancia il sospetto dell’appoggio a Lo Biondo da parte dell’area del sindaco Di Matteo

0
tusa big

La lettera inviata in redazione dal consigliere comunale del PD Sandro Russo segna in maniera inequivocabile il solco tra fazioni interne al Partito Democratico e inasprisce

Bersaglio della missiva è il candidato alle primarie del PD Massimiliano Lo Biondo, che venerdì scorso ha organizzato una manifestazione di sostegno alla sua candidatura. Per Russo lo scenario dell’evento è stato paragonabile alla “peggiore convention berlusconiana”.

Russo lancia il sospetto che dietro la candidatura di Lo Biondo vi sia il sostegno dell’area politica vicina al sindaco Di Matteo, che starebbe sostenendo il candidato del PD per fare saltare l’eventuale progetto di creare un’ampia coalizione di centrosinistra.

Il gruppo “Si Cambia“, che sostiene Massimiliano Lo Biondo, dichiara che “non intende continuare a rispondere ad affermazioni senza senso politico e alcun fondamento”. E’ questa la risposta a firma di Fabio Billetta, per conto del gruppo di Lo Biondo. Billetta invita questi “esponenti del PD, che hanno lavorato contro le primarie, ad identificare una loro o un loro rappresentante per un confronto pubblico, anche organizzato da Filodiretto”.

Riportiamo integralmente le due lettere inviate in redazione.

Sandro Russo scrive:

“Qualche pomeriggio fa, durante unassemblea pubblica ho visto sfilare  una schiera di fanciulle con addosso gonnelline attillate e magliette con scritte di buon auspicio per Monreale. Erano pronte a sfoderare sgargianti sorrisi artificiali dicendoci, per lennesima volta, che non è importante essere meritevoli di qualcosa, ma avere una bella immagine da offrire, magari ad un marito ideale che prima di tutto deve essere ricco. Nulla da criticare nei confronti di chi stava eseguendo ciò che era stato richiestopiuttosto descriverei tutto ciò come uno scenario degno delle peggiori convention berlusconiane in cui il protagonista, privo di contenuti, non dice mai nulla  ed è questa la sostanza del suo messaggio, avendo costruito tutto il suo percorso politico basandosi sul nulla e sul presenzialismo mediatico. Tutto questo accadeva nello stesso giorno in cui lItalia piangeva i migranti morti nel mare di Lampedusa, che tristezza

Penso che il protagonista di questa storia sia figlio della cultura politica di centrodestra con cui ha flirtato in questi quattro lunghi e pesanti anni di amministrazione Di Matteo, non è un caso che oggi egli stia ricevendo il loro sostegno per le primarie del PD con il tentativo di impedire la creazione di una ampia coalizione di centrosinistra.

Sarebbe  questo il nuovo che vorrebbe cambiare Monreale?”

Fabio Billetta scrive:

Il gruppo “Si Cambia”, che sostiene Massimiliano Lo Biondo, fa sapere che non intende continuare a rispondere ad affermazioni senza senso politico e alcun fondamento. Invitano questi esponenti del PD, che hanno lavorato contro le primarie, ad identificare una loro o un loro rappresentante per un confronto pubblico, anche organizzato da Filodiretto, e porre fine a questo stillicidio di comunicati stampa che tentano di sminuire la portata di un evento di partecipazione, come le Primarie di Monreale,  con migliaia di cittadine e cittadini coinvolti. Allo stesso modo, considerare una manifestazione politica come quella di presentazione del gruppo a sostegno di Massimiliano Lo Biondo in maniera stereotipata e fissarla ad un singolo aspetto, significa non volere cogliere tutti gli elementi di novità e di partecipazione genuina e motivata da parte di tante giovani donne e uomini che hanno contribuito alla riuscita della stessa iniziativa.

Per il Gruppo Monreale SI CAMBIA”

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.