Oggi è 27/05/2019

Cu riri fa muddichi

Pasta c’anciova e a muddica atturrata

Preparare la pasta c’anciova e a muddica atturrata, a casa mia, è come preparare un evento speciale, perché tutto deve essere come diu cumanna!!!

Pubblicato il 6 ottobre 2013

Pasta c’anciova e a muddica atturrata

Pi organizzare un matrimoni ci voli chiù picca tempu!

Si comincia con l’approvvigionamento degli ingredienti.

In ogni famiglia normale, la spesa, si fa al supermercato, o al massimo dal salumaio di fiducia con serenità e senza tanti sconvolgimenti alle abitudini familiari.

In una famiglia come la mia, non è così, al supermercato ci compri solo i detersivi e qualche scatoletta per le emergenze, il resto deve essere acquistato con metodo! Andiamo per ordine:

  • Unu: “a muddica” quella che compri nelle buste al supermercato, “nsa comu a fannu, pari terra”.
  • Dui: le acciughe sott’olio nei barattolini tanto sapuriti, adornati con il fazzolettino a quadrucci rossi e bianchi, “ci mettunu l’ogghiu arrancitusu”.
  • Tri: l’astratto ovvero il concentrato di pomodoro, quello dei tubetti: “’nsa maddiu ci mettunu u miricinali pi un farici fari i vermi.
  • Quattro: la pasta, ma si! la pasta la possiamo prendere al supermercato, purché sia di una certa marca!
  • Cincu: a passolina e i pinoli, ingredienti scevri da antiche tradizioni familiari li acquistiamo quando si acquista la pasta ma sempre col dubbio che possono essere contaminati!

Per farla breve, al super mercato si trama contro la mia famiglia, quindi la preparazione di una qualsivoglia pietanza. deve seguire un percorso spesso tortuoso e accidentato, ma che comunque, grazie al cielo, porta a buoni risultati.

Se ti viene voglia di mangiare pasta c’anciova e a muddica atturrata ci devi pensare una settimana prima,e così, se manifesti il desiderio di mangiarla, entra in campo mio padre che comincia a farfugliare qualcosa del tipo “apprima si mittia a muddica atturrata ‘nta pasta picchì un c’era u caciu! E appresso altre storie, altri ricordi di un ultraottantenne prolisso desideroso di trasmettere la sua memoria!

Mia madre, chi pari ca un ci curpa, e che ci piaciunu i cosi licchi, si rende disponibile per dire o picciottu ca ni porta u pani fatto ancora all’antica nel forno a legna, di chiedergli un vastidduni accussì, mentre ancora è friscu ni manciamu a crusta, a muddica a facemu a pizzudda nichi, a facemu asciucari pi na para di jorna e poi a saliamo.

Solo per il pan grattato passano circa quattro giorni!

La sarda salata, che dilemma! La sarda salata è un prodotto difficile da reperire, poiché grazie alle normative CEE non è più permesso venderle al dettaglio, per cui o ne compri un barile intero di dieci chili o chiedi, a zittu tu e zittu iu, al tuo salumiere di fiducia che le tiene ammucciate, che te ne favorisca un paio di etti, iddu ti talìa e te le vende solo picchì si tu e canusci tutta a to famigghia!

Astrattu: A fine estate, si va in campagna a fare astrattu.

Ci procuriamo il pomodoro dal contadino di fiducia, perché ormai papà è vecchietto e non fa più il suo orto; quindi il pomodoro ahinoi! Arriva dall’estero! Questo pomodoro viene prima lavato,poi spiricuddatu, poi quarato ‘nta quarara di rame stagnata, appena cotto si passa al passapomodoro, rigorosamente a mano, (e meno male che non troviamo la salsiera di rame della nonna) dopo di che viene messo di nuovo a bollire per circa un’ora e dopo si distribuisce ‘nte scannaturi e steso al sole, per tutta un’intera giornata e lì sempre ad arriminare col rischio di beccarsi un’insolazione, a fine giornata di raccoglie in contenitori più piccoli si porta in casa e lo si lascia all’aria per circa tre o quattro giorni, poi si mette nei barattoli di vetro coi tappi a vite e si conserva in frigo.

E l’olio? L’olio è di produzione propria, le olive raccolte nell’oliveto di papà, vanno spremute rigorosamente a freddo e l’olio va conservato in sterili contenitori d’acciaio che gli consentono di mantenere sempre integra la sua fragranza.

Nota dolente, le cipolle e l’aglio! Apprima c’era u papà che faceva tutto nel suo orto, dicasi tutto… anche banane e frutti tropicali, ora ci si deve accontentare di comprarle dal fruttivendolo… ma, quando devo andare dal fruttivendolo, mia madre che ha sempre avuto una gran fiducia in me mi fa a prerica: “ti pari a ttia ti fai dari chiddi ri dda ffora, c’è ddiri, a ddu cristianu, ca i voi nustrali”, questo è un life motiv, qualunque cosa si compri dal fruttivendolo deve essere “nustrali” puru i banani e u kumquat!!!

Eccoci arrivati al dunque, abbiamo superato la fase delicata del reperimento degli ingredienti e quindi possiamo passare all’elaborazione della ricetta.

Ingredienti per 4 persone:

  • circa ½ kg di pangrattato
  • quattro sarde salate o 6 acciughe salate
  • quattro cucchiai colmi di concentrato di pomodoro
  • 2 spicchi d’aglio
  • una cipolla di media grandezza
  • una busta di passolini e pinoli
  • olio q.b.
  • sale
  • pepe
  • due cucchiai da cucina di zucchero
  • 350 gr di pasta, preferibilmente margherite

Tritare finemente la cipolla metterla in un tegame con l’olio e lasciarla “ngranciare” a fiamma bassissima, finché non diventi trasparente, togliere il tegame dal fuoco e lasciarvi sciogliere due sarde salate precedentemente pulite e diliscate, rimettere sul fuoco e aggiungere circa tre quarti di litro di acqua, portare ad ebollizione, aggiungere il concentrato di pomodoro e lasciare che esso si sciogli lentamente a fiamma molto bassa; mettere il pepe e portare il sugo a cottura per circa tre quarti d’ora, poco prima di spegnere aggiungere i passolini e pinoli precedentemente ammollati in acqua tiepida.

Mentre il sugo raggiunge la cottura, si prepara la “muddica atturrata” e si mette a bollire l’acqua per la pasta.

Per fare a muddica atturrata, mettere in una padella di alluminio l’aglio e l’olio, fare soffriggere prestando attenzione che non bruci, non appena diventa leggermente biondo si toglie la padella dal fuoco, si toglie l’aglio e si lasciano sciogliere le sarde salate rimanenti, si rimette la padella sul fuoco, si aggiunge la mollica che precedentemente è stata fatta rinvenire con un po’ d’acqua e si lascia abbrustolire mescolando sempre fino alla fine, quando è imbiondita si aggiunge lo zucchero, si mescola per qualche altro secondo, si toglie dal fuoco e si travasa subito in altro contenitore, altrimenti continua ad abbrustolire e potrebbe bruciare (parlo per esperienza)

Fatto ciò, intanto l’acqua di cottura della pasta è arrivata ad ebollizione, ci si cala la pasta la si porta a cottura, si scola, si condisce col sugo all’anciova si porta in tavola e ogni commensale aggiunge la “muddica atturrata” a piacere.

Penso ne sia valsa la pena peregrinare così tanto per un buon piatto di pasta

buon appetito!!!

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Partinico. 29enne scippa una donna, ma viene seguito da alcuni testimoni. Arrestato

    Cu riri fa muddichi

    Partinico, 27 maggio 2019 - Arrestato questa mattina in flagranza di reato Issam Lghabi, 29enne responsabile di una rapito ai danni di una donna.

    Alcuni cittadini, dopo aver assistito al reato e seguito il responsabile, hanno..

    Continua a Leggere

  • “Si chiamava Palestina”: l’Arci Link presenta il libro di Cecilia Dalla Negra sul conflitto arabo-israeliano

    Cu riri fa muddichi

    Monreale, 27 maggio 2019 - I ragazzi del circolo Arci Link hanno proposto sabato sera, presso la loro sede, la presentazione del libro "Si chiamava Palestina", a cui ha presenziato anche l'autrice Cecilia Dalla Negra. Il libro racconta le principali tappe della colonizzazione israeliana in Palest..

    Continua a Leggere

  • “Fiat Voluntas Dei”: grande successo a Monreale, prossimamente nei circoli AUSER della provincia

    Cu riri fa muddichi

    Monreale, 27 maggio 2019 - Si è tenuto sabato sera, presso il circolo AUSER "Biagio Giordano" di Monreale, la rappresentazione della commedia "Fiat Voluntas Dei", a cura del regista Michele Farina. Una esilarante commedia seguita da tanti apprezzamenti da parte del pubblico: applausi e risate ha..

    Continua a Leggere

  • Monreale: 5 stelle primo partito (30%). E la Lega sfonda il tetto del 20%

    Cu riri fa muddichi

    Monreale, 27 maggio 2019 - Monreale si sveglia spostata a destra, ma con il Movimento cinque stelle al primo posto. È questo il risultato decretato dallo scrutinio del voto per le europee, che ribalta, o quantomeno non rispecchia, l'immagine dell'elettorato monrealese fotografata appena un mese pri..

    Continua a Leggere

  • Monreale. Assegnate le deleghe agli assessori. Il sindaco trattiene per sé Lavori pubblici ed Edilizia privata

    Cu riri fa muddichi

    Monreale, 27 maggio 2019 - Il sindaco di Monreale Alberto Arcidiacono, a circa 15 giorni dalla sua elezione, ha assegnato le deleghe ai cinque assessori della neonata giunta. Venerdì scorso si era tenuto il

    Continua a Leggere

  • Europee. A Monreale affluenza definitiva del 37.89%

    Cu riri fa muddichi

    Monreale, 26 maggio 2019 - Italiani alle urne, oggi dalle 7 alle 23. In 21 Paesi Ue si è votato per le elezioni che rinnoveranno il Parlamento europeo. 

    Arrivano i dati dell'affluenza alle Elezioni Europee, quelli delle 23,00. Stando alle cifre diffus..

    Continua a Leggere

  • III edizione “AlimentiAMO la vita”. L’olio d’oliva e il pane di Monreale difensori di patologie

    Cu riri fa muddichi

    “Siamo qui per concludere un percorso virtuoso di formazione e informazione dei nostri ragazzi sui valori della Dieta Mediterranea come scelta di salute e di vita". Questa l’introduzione della dirigente scolastica dell’I.C.S. Antonio Veneziano di Monreale, Beatr..

    Continua a Leggere

  • Europee, l’affluenza alle 19. A Monreale ha votato il 27,61%

    Cu riri fa muddichi

    Italiani alle urne, oggi dalle 7 alle 23. In 21 Paesi Ue si vota per le elezioni che rinnoveranno il Parlamento europeo. 

    Arrivano i dati dell'a..

    Continua a Leggere

  • Aquino: cassonetto per vestiti usati forzato e indumenti abbandonati a terra

    Cu riri fa muddichi

    Monreale, 26 maggio 2019 - Il cassonetto per la raccolta dei vestiti usati sito in via Santa Liberata viene sistematicamente danneggiato, aperto forzatamente e svuotato degli indumenti che i vandali trovano "appetitosi". È quanto segnalato questa mattina da un residente; dalla foto si vede chiar..

    Continua a Leggere

  • Ladri seriali del centro cittadino. La Polizia arresta due malviventi

    Cu riri fa muddichi

    Palermo, 26 maggio 2019 - Dovranno rispondere del furto di tre biciclette in via Libertà compiuto in momenti diversi, nonché di numerosi furti consumati e tentati in danno di esercizi commerciali del centro cittadino tra cui, una cioccolateria, un negozio di ristorazione. Ma anche di un furto ai d..

    Continua a Leggere

  • Europee. Monreale (non) vota. Solo l’8,49% degli elettori alle urne. In Italia affluenza del 16,2%

    Cu riri fa muddichi

    Monreale, 26 maggio 2019 - Dalle 7 di questa mattina fino alle 23 di stasera gli italiani sono chiamati alle elezione Europee 2019.  Pubblicati i primi dati sull’affluenza alle urne nelle 36 sezioni del comune di Monreale. Su 32.799 votanti alle 12 ha votato in 2.721. Registrata quindi un'..

    Continua a Leggere

  • Gaetano La Corte campione italiano “K1 pro”. Il video della vincita

    Cu riri fa muddichi

    [playlist type="video" ids="104550"] Il monrealese Gaetano La Corte si è aggiudicato il titolo italiano K1 pro  Fkbms.  Sfide, ring, adrenalin..

    Continua a Leggere

  • Pioppo, nel fiume Sant’Elia un Parco fluviale urbano

    Cu riri fa muddichi

    Monreale, 26 maggio 2019 - Una imbarcazione di legno insieme all’acquario fluviale permetterebbe di osservare le bellezze naturalistiche,  consentendo ai visitatori uno sguardo all’ambiente fluviale anche sotto il pelo dell’acqua. A Pioppo potrebbe sorgere un Parco fluvi..

    Continua a Leggere

  • Elezioni europee, 76 eurodeputati per L’Italia. Come si vota?

    Cu riri fa muddichi

    Domani i cittadini italiani sono chiamati a scegliere i 76 membri che spettano al nostro paese. Urne aperte dalle 7 alle 23 di domenica 26 maggio.  Mentre hanno già votato alcuni paesi tra cui Regno Unito, Olanda, Irlanda e Repubblica Ceca. Entreranno all’Europ..

    Continua a Leggere

  • Veleno tra i «putiara» monrealesi e l’ex giunta, Costantini prende le distanze da Valerio

    Cu riri fa muddichi

    È polemica al vetriolo a Monreale dopo che il consigliere comunale Geri Valerio ha definito con l’appellativo siciliano «putiara» i commercianti dell’Associazione Commercianti Monrealesi (ACM), che riunisce una fitta schiera di imprenditori commerciali del comprensorio norman..

    Continua a Leggere

  • “Ombre e Luci”: inaugurata ieri a Palermo la mostra della fotografa monrealese Maria Madonia

    Cu riri fa muddichi

    Palermo, 25 maggio 2019 - Si è tenuta oggi pomeriggio, presso l’educandato Maria Adelaide di Palermo, l’inaugurazione della mostra fotografica di Maria Madonia, fotografa di Monreale.

    Una mostra rispecchiata perfettament..

    Continua a Leggere

  • Geri Valerio: “Putiara, non commercianti. Filippo Tusa si faccia da parte, non faccia politica da presidente dell’ACM”

    Cu riri fa muddichi

    Monreale, 25 maggio 2019 - “Apprendo con stupore, tristezza, amarezza e delusione, le dichiarazioni dell'amico Filippo Tusa, presidente dell'associazione commercianti monrealesi”.  Dopo

    Continua a Leggere

  • Capizzi: “Finanziamento per il quartiere Carmine mai finito nel dimenticatoio. Si attende solo il decreto”

    Cu riri fa muddichi

    Monreale, 24 maggio 2019 - “Una sola precisazione, ad onor di verità. Il finanziamento per il quartiere Carmine non è mai finito nel dimenticatoio”. L’ex sindaco Piero Capizzi puntualizza quanto affermato  ieri dal suo successore, Alberto Arcid..

    Continua a Leggere