Oggi è 14/12/2018

Cu riri fa muddichi

Pasta c’anciova e a muddica atturrata

Preparare la pasta c’anciova e a muddica atturrata, a casa mia, è come preparare un evento speciale, perché tutto deve essere come diu cumanna!!!

Pubblicato il 6 ottobre 2013

Pasta c’anciova e a muddica atturrata

Pi organizzare un matrimoni ci voli chiù picca tempu!

Si comincia con l’approvvigionamento degli ingredienti.

In ogni famiglia normale, la spesa, si fa al supermercato, o al massimo dal salumaio di fiducia con serenità e senza tanti sconvolgimenti alle abitudini familiari.

In una famiglia come la mia, non è così, al supermercato ci compri solo i detersivi e qualche scatoletta per le emergenze, il resto deve essere acquistato con metodo! Andiamo per ordine:

  • Unu: “a muddica” quella che compri nelle buste al supermercato, “nsa comu a fannu, pari terra”.
  • Dui: le acciughe sott’olio nei barattolini tanto sapuriti, adornati con il fazzolettino a quadrucci rossi e bianchi, “ci mettunu l’ogghiu arrancitusu”.
  • Tri: l’astratto ovvero il concentrato di pomodoro, quello dei tubetti: “’nsa maddiu ci mettunu u miricinali pi un farici fari i vermi.
  • Quattro: la pasta, ma si! la pasta la possiamo prendere al supermercato, purché sia di una certa marca!
  • Cincu: a passolina e i pinoli, ingredienti scevri da antiche tradizioni familiari li acquistiamo quando si acquista la pasta ma sempre col dubbio che possono essere contaminati!

Per farla breve, al super mercato si trama contro la mia famiglia, quindi la preparazione di una qualsivoglia pietanza. deve seguire un percorso spesso tortuoso e accidentato, ma che comunque, grazie al cielo, porta a buoni risultati.

Se ti viene voglia di mangiare pasta c’anciova e a muddica atturrata ci devi pensare una settimana prima,e così, se manifesti il desiderio di mangiarla, entra in campo mio padre che comincia a farfugliare qualcosa del tipo “apprima si mittia a muddica atturrata ‘nta pasta picchì un c’era u caciu! E appresso altre storie, altri ricordi di un ultraottantenne prolisso desideroso di trasmettere la sua memoria!

Mia madre, chi pari ca un ci curpa, e che ci piaciunu i cosi licchi, si rende disponibile per dire o picciottu ca ni porta u pani fatto ancora all’antica nel forno a legna, di chiedergli un vastidduni accussì, mentre ancora è friscu ni manciamu a crusta, a muddica a facemu a pizzudda nichi, a facemu asciucari pi na para di jorna e poi a saliamo.

Solo per il pan grattato passano circa quattro giorni!

La sarda salata, che dilemma! La sarda salata è un prodotto difficile da reperire, poiché grazie alle normative CEE non è più permesso venderle al dettaglio, per cui o ne compri un barile intero di dieci chili o chiedi, a zittu tu e zittu iu, al tuo salumiere di fiducia che le tiene ammucciate, che te ne favorisca un paio di etti, iddu ti talìa e te le vende solo picchì si tu e canusci tutta a to famigghia!

Astrattu: A fine estate, si va in campagna a fare astrattu.

Ci procuriamo il pomodoro dal contadino di fiducia, perché ormai papà è vecchietto e non fa più il suo orto; quindi il pomodoro ahinoi! Arriva dall’estero! Questo pomodoro viene prima lavato,poi spiricuddatu, poi quarato ‘nta quarara di rame stagnata, appena cotto si passa al passapomodoro, rigorosamente a mano, (e meno male che non troviamo la salsiera di rame della nonna) dopo di che viene messo di nuovo a bollire per circa un’ora e dopo si distribuisce ‘nte scannaturi e steso al sole, per tutta un’intera giornata e lì sempre ad arriminare col rischio di beccarsi un’insolazione, a fine giornata di raccoglie in contenitori più piccoli si porta in casa e lo si lascia all’aria per circa tre o quattro giorni, poi si mette nei barattoli di vetro coi tappi a vite e si conserva in frigo.

E l’olio? L’olio è di produzione propria, le olive raccolte nell’oliveto di papà, vanno spremute rigorosamente a freddo e l’olio va conservato in sterili contenitori d’acciaio che gli consentono di mantenere sempre integra la sua fragranza.

Nota dolente, le cipolle e l’aglio! Apprima c’era u papà che faceva tutto nel suo orto, dicasi tutto… anche banane e frutti tropicali, ora ci si deve accontentare di comprarle dal fruttivendolo… ma, quando devo andare dal fruttivendolo, mia madre che ha sempre avuto una gran fiducia in me mi fa a prerica: “ti pari a ttia ti fai dari chiddi ri dda ffora, c’è ddiri, a ddu cristianu, ca i voi nustrali”, questo è un life motiv, qualunque cosa si compri dal fruttivendolo deve essere “nustrali” puru i banani e u kumquat!!!

Eccoci arrivati al dunque, abbiamo superato la fase delicata del reperimento degli ingredienti e quindi possiamo passare all’elaborazione della ricetta.

Ingredienti per 4 persone:

  • circa ½ kg di pangrattato
  • quattro sarde salate o 6 acciughe salate
  • quattro cucchiai colmi di concentrato di pomodoro
  • 2 spicchi d’aglio
  • una cipolla di media grandezza
  • una busta di passolini e pinoli
  • olio q.b.
  • sale
  • pepe
  • due cucchiai da cucina di zucchero
  • 350 gr di pasta, preferibilmente margherite

Tritare finemente la cipolla metterla in un tegame con l’olio e lasciarla “ngranciare” a fiamma bassissima, finché non diventi trasparente, togliere il tegame dal fuoco e lasciarvi sciogliere due sarde salate precedentemente pulite e diliscate, rimettere sul fuoco e aggiungere circa tre quarti di litro di acqua, portare ad ebollizione, aggiungere il concentrato di pomodoro e lasciare che esso si sciogli lentamente a fiamma molto bassa; mettere il pepe e portare il sugo a cottura per circa tre quarti d’ora, poco prima di spegnere aggiungere i passolini e pinoli precedentemente ammollati in acqua tiepida.

Mentre il sugo raggiunge la cottura, si prepara la “muddica atturrata” e si mette a bollire l’acqua per la pasta.

Per fare a muddica atturrata, mettere in una padella di alluminio l’aglio e l’olio, fare soffriggere prestando attenzione che non bruci, non appena diventa leggermente biondo si toglie la padella dal fuoco, si toglie l’aglio e si lasciano sciogliere le sarde salate rimanenti, si rimette la padella sul fuoco, si aggiunge la mollica che precedentemente è stata fatta rinvenire con un po’ d’acqua e si lascia abbrustolire mescolando sempre fino alla fine, quando è imbiondita si aggiunge lo zucchero, si mescola per qualche altro secondo, si toglie dal fuoco e si travasa subito in altro contenitore, altrimenti continua ad abbrustolire e potrebbe bruciare (parlo per esperienza)

Fatto ciò, intanto l’acqua di cottura della pasta è arrivata ad ebollizione, ci si cala la pasta la si porta a cottura, si scola, si condisce col sugo all’anciova si porta in tavola e ogni commensale aggiunge la “muddica atturrata” a piacere.

Penso ne sia valsa la pena peregrinare così tanto per un buon piatto di pasta

buon appetito!!!

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Strada Statale Palermo Sciacca: 8 auto danneggiate da un giunto sollevato

    Cu riri fa muddichi

    Monreale, 13 dicembre 2018 - Torna a far parlare di sé lo scorrimento veloce Palermo Sciacca, troppo spesso al centro di spiacevoli casi di cronaca. Questa volta, per fortuna, non ci sono stati morti né feriti.  Sono 8 le auto che hanno riportato ..

    Continua a Leggere

  • Parrucche distribuite gratuitamente a pazienti oncologiche. Salvo Lo Coco il parrucchiere di riferimento

    Cu riri fa muddichi

    Monreale, 13 dicembre 2018 - Saranno realizzate e donate gratuitamente alle donne che ne faranno richiesta. Cento parrucche vengono messe a disposizione delle pazienti oncologiche da Assoacconciatori, la nuova categoria di Confesercenti Sicilia, parte integrante dell’area Produzione guidata da Nun..

    Continua a Leggere

  • Allarme randagismo. I residenti di via della Repubblica presentano denuncia, inseguita una signora

    Cu riri fa muddichi

    Monreale, 13 dicembre 2018 - "Adesso basta, oltre la paura di uscire di casa abbiamo dovuto assistere ad una strage. I gatti che da tempo accudiamo sono stati torturati ed uno è stato squartato da un branco di cani. Abbiamo trovato resti ovunque". Sono esasperati i residenti di via della Repubblica..

    Continua a Leggere

  • Domani l’appuntamento con l’Open Day al Liceo Basile. Notte dei Licei l’11 gennaio

    Cu riri fa muddichi

    [gallery ids="86069,86070,86071,86072,86073"] Monreale, 13 dicembre 2018 -Domani dalle 9 alle 13,15 saranno presenti il Dirigente Concetta Giannino, docenti ed alunni della scuola ad accogliere gli ospiti. Verranno fatti visitare gli spazi e le strutture del Liceo classico e scientifico Emanuele ..

    Continua a Leggere

  • Salvaguardia dei boschi. Dal 1° dicembre aperte le richieste di finanziamenti

    Cu riri fa muddichi

    Monreale, 13 dicembre 2018 - Dal 1° dicembre 2018, e fino al 29 maggio 2019, tramite il portale Sian è possibile richiedere dei finanziamenti per avviare degli interventi di salvaguardia del territorio, nella fattispecie della superficie boschiva. La segnalazione arriva da Alberto Arcidiacono, ..

    Continua a Leggere

  • A Monreale nasce BRQ, il primo show-room dove la casa dei tuoi sogni prende forma

    Cu riri fa muddichi

    Monreale, 13 dicembre 201..


  • Lavoratori ex Tech ancora in attesa dell’assunzione. Fumata nera in assessorato

    Cu riri fa muddichi

    Monreale, 13 dicembre 2018 - Ormai da circa 3 anni sono tenuti con il fiato sospeso i 28 ex dipendenti della Tech, la società che per circa 10 mesi, nel 2015, si era aggiudicata il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani per il comune di Monreale, in seguito al fallimento dell..

    Continua a Leggere

  • Strada Vicinale Cannizzara in totale abbandono, buche pericolose e avvallamenti

    Cu riri fa muddichi

    Monreale, 13 dicembre 2018 - Si è parlato più volte,

    Continua a Leggere

  • Oggi Monreale profuma di arancina

    Cu riri fa muddichi

    Monreale, 13 dicembre 2018 - Mentre da qualche parte continua la diatriba tra arancina al femminile o arancino al maschile, a Monreale non c'è mai stato dubbio e mai ci sarà, si chiama arancina.  Si inizia a pensare a Santa Lucia e all'arancina day subito dopo l'Immacolata. Si comprano gli..

    Continua a Leggere

  • Da giovedì 13 apre il nuovo Bed&Breakfast “A casa di Simona”

    Cu riri fa muddichi

    Monreale, 12 dicembre 2018 — ..

    Continua a Leggere

  • Via Pezzingoli. Altre buche, situazione rischiosa per il transito veicolare

    Cu riri fa muddichi

    Monreale, 12 dicembre 2018 - Arrivano segnalazioni da parte dei residenti di via Pezzingoli, dove le condizioni dell'asfalto continuano a peggiorare a vista d'occhio. Recentemente era stato già affrontato un problema simile in un

    Continua a Leggere

  • Arbi arredo, per un bagno da amare 

    Cu riri fa muddichi

    12 dicembre 2018 - Arredare un bagno oggi, significa essere attenti non solo alle tendenze del momento imposte dalle mode e dalle tendenze, ma significa rispondere ad esigenze totalmente nuove che fino a qualche anno fa erano impensabili per questa zona della casa; per questo bisogna affidarsi a pro..

    Continua a Leggere

  • Campagna di microchippatura. Il consigliere Silvio Terzo: “Getto la spugna”

    Cu riri fa muddichi

    Monreale, 12 dicembre 2018 - Ancora uno smarrimento e ancora un cane senza microchip e rintracciare il proprietario diventa un'impresa, ma per fortuna la potenza dei social aiuta. E l'amico a quattro zampe viene ritrovato. Sono in molte le persone che decidono di non microchippare l'animale, "compli..

    Continua a Leggere

  • La Regione stanzia 15.618.183,35 € per il miglioramento dei servizi socio-educativi per la prima infanzia

    Cu riri fa muddichi

    Monreale, 12 dicembre 2018 - Una nuova occasione per il settore no profit che opera a favore dei minori: l'Assesso..

    Continua a Leggere

  • Operazione COrSA NOSTRA. Corse truccate all’ippodromo. 9 arrestati

    Cu riri fa muddichi

    [gallery ids="85888,85889,85890,85891,85892,85893,85894,85895"] Palermo, 12, dicembre 2018 - Minacce di morte e intimidazioni per i fantini che non si piegavano al volere della mafia. È quanto risulta dalle indagini dei Carabinieri del Comando Provinciale di Palermo che all’alba di oggi, su de..

    Continua a Leggere

  • Monreale, a breve il nuovo assessore. Serena Potenza è stata chiamata ad entrare in giunta

    Cu riri fa muddichi

    Monreale, 12 dicembre 2018 - A meno di sviluppi dell’ultima ora potrebbe ricostituirsi tra oggi e domani la giunta comunale monrealese. Quasi certo il nome di chi prenderà il pos..

    Continua a Leggere

  • 12 dicembre 1969 – LA STRAGE DI STATO

    Cu riri fa muddichi

    Milano, 12 dicembre 2018 - Alle ore 16.30 di venerdì 12 dicembre 1969 un ordigno esplode dentro la Banca Nazionale dell'Agricoltura, a piazza Fontana, nel cuore di Milano. L'Italia intera è sconvolta ed attonita. Non fu un gesto di un fanatico solitario. Si trattò di un complotto, fu "Strag..

    Continua a Leggere

  • TARI, rateizzazione per le fasce più svantaggiate. Approvata la proposta di La Corte

    Cu riri fa muddichi

    Monreale, 12 dicembre 2018 - È passata all'unanimità dei consiglieri presenti in aula la proposta di rateizzazione del saldo Tari previsto per novembre e dicembre. La proposta è stata presentata ieri pomeriggio in consiglio comunale dal capogruppo della Lega, Giuseppe La Corte. La richiesta porta..

    Continua a Leggere

  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com