Oggi è 17/02/2019

Cu riri fa muddichi

Pasta c’anciova e a muddica atturrata

Preparare la pasta c’anciova e a muddica atturrata, a casa mia, è come preparare un evento speciale, perché tutto deve essere come diu cumanna!!!

Pubblicato il 6 ottobre 2013

Pasta c’anciova e a muddica atturrata

Pi organizzare un matrimoni ci voli chiù picca tempu!

Si comincia con l’approvvigionamento degli ingredienti.

In ogni famiglia normale, la spesa, si fa al supermercato, o al massimo dal salumaio di fiducia con serenità e senza tanti sconvolgimenti alle abitudini familiari.

In una famiglia come la mia, non è così, al supermercato ci compri solo i detersivi e qualche scatoletta per le emergenze, il resto deve essere acquistato con metodo! Andiamo per ordine:

  • Unu: “a muddica” quella che compri nelle buste al supermercato, “nsa comu a fannu, pari terra”.
  • Dui: le acciughe sott’olio nei barattolini tanto sapuriti, adornati con il fazzolettino a quadrucci rossi e bianchi, “ci mettunu l’ogghiu arrancitusu”.
  • Tri: l’astratto ovvero il concentrato di pomodoro, quello dei tubetti: “’nsa maddiu ci mettunu u miricinali pi un farici fari i vermi.
  • Quattro: la pasta, ma si! la pasta la possiamo prendere al supermercato, purché sia di una certa marca!
  • Cincu: a passolina e i pinoli, ingredienti scevri da antiche tradizioni familiari li acquistiamo quando si acquista la pasta ma sempre col dubbio che possono essere contaminati!

Per farla breve, al super mercato si trama contro la mia famiglia, quindi la preparazione di una qualsivoglia pietanza. deve seguire un percorso spesso tortuoso e accidentato, ma che comunque, grazie al cielo, porta a buoni risultati.

Se ti viene voglia di mangiare pasta c’anciova e a muddica atturrata ci devi pensare una settimana prima,e così, se manifesti il desiderio di mangiarla, entra in campo mio padre che comincia a farfugliare qualcosa del tipo “apprima si mittia a muddica atturrata ‘nta pasta picchì un c’era u caciu! E appresso altre storie, altri ricordi di un ultraottantenne prolisso desideroso di trasmettere la sua memoria!

Mia madre, chi pari ca un ci curpa, e che ci piaciunu i cosi licchi, si rende disponibile per dire o picciottu ca ni porta u pani fatto ancora all’antica nel forno a legna, di chiedergli un vastidduni accussì, mentre ancora è friscu ni manciamu a crusta, a muddica a facemu a pizzudda nichi, a facemu asciucari pi na para di jorna e poi a saliamo.

Solo per il pan grattato passano circa quattro giorni!

La sarda salata, che dilemma! La sarda salata è un prodotto difficile da reperire, poiché grazie alle normative CEE non è più permesso venderle al dettaglio, per cui o ne compri un barile intero di dieci chili o chiedi, a zittu tu e zittu iu, al tuo salumiere di fiducia che le tiene ammucciate, che te ne favorisca un paio di etti, iddu ti talìa e te le vende solo picchì si tu e canusci tutta a to famigghia!

Astrattu: A fine estate, si va in campagna a fare astrattu.

Ci procuriamo il pomodoro dal contadino di fiducia, perché ormai papà è vecchietto e non fa più il suo orto; quindi il pomodoro ahinoi! Arriva dall’estero! Questo pomodoro viene prima lavato,poi spiricuddatu, poi quarato ‘nta quarara di rame stagnata, appena cotto si passa al passapomodoro, rigorosamente a mano, (e meno male che non troviamo la salsiera di rame della nonna) dopo di che viene messo di nuovo a bollire per circa un’ora e dopo si distribuisce ‘nte scannaturi e steso al sole, per tutta un’intera giornata e lì sempre ad arriminare col rischio di beccarsi un’insolazione, a fine giornata di raccoglie in contenitori più piccoli si porta in casa e lo si lascia all’aria per circa tre o quattro giorni, poi si mette nei barattoli di vetro coi tappi a vite e si conserva in frigo.

E l’olio? L’olio è di produzione propria, le olive raccolte nell’oliveto di papà, vanno spremute rigorosamente a freddo e l’olio va conservato in sterili contenitori d’acciaio che gli consentono di mantenere sempre integra la sua fragranza.

Nota dolente, le cipolle e l’aglio! Apprima c’era u papà che faceva tutto nel suo orto, dicasi tutto… anche banane e frutti tropicali, ora ci si deve accontentare di comprarle dal fruttivendolo… ma, quando devo andare dal fruttivendolo, mia madre che ha sempre avuto una gran fiducia in me mi fa a prerica: “ti pari a ttia ti fai dari chiddi ri dda ffora, c’è ddiri, a ddu cristianu, ca i voi nustrali”, questo è un life motiv, qualunque cosa si compri dal fruttivendolo deve essere “nustrali” puru i banani e u kumquat!!!

Eccoci arrivati al dunque, abbiamo superato la fase delicata del reperimento degli ingredienti e quindi possiamo passare all’elaborazione della ricetta.

Ingredienti per 4 persone:

  • circa ½ kg di pangrattato
  • quattro sarde salate o 6 acciughe salate
  • quattro cucchiai colmi di concentrato di pomodoro
  • 2 spicchi d’aglio
  • una cipolla di media grandezza
  • una busta di passolini e pinoli
  • olio q.b.
  • sale
  • pepe
  • due cucchiai da cucina di zucchero
  • 350 gr di pasta, preferibilmente margherite

Tritare finemente la cipolla metterla in un tegame con l’olio e lasciarla “ngranciare” a fiamma bassissima, finché non diventi trasparente, togliere il tegame dal fuoco e lasciarvi sciogliere due sarde salate precedentemente pulite e diliscate, rimettere sul fuoco e aggiungere circa tre quarti di litro di acqua, portare ad ebollizione, aggiungere il concentrato di pomodoro e lasciare che esso si sciogli lentamente a fiamma molto bassa; mettere il pepe e portare il sugo a cottura per circa tre quarti d’ora, poco prima di spegnere aggiungere i passolini e pinoli precedentemente ammollati in acqua tiepida.

Mentre il sugo raggiunge la cottura, si prepara la “muddica atturrata” e si mette a bollire l’acqua per la pasta.

Per fare a muddica atturrata, mettere in una padella di alluminio l’aglio e l’olio, fare soffriggere prestando attenzione che non bruci, non appena diventa leggermente biondo si toglie la padella dal fuoco, si toglie l’aglio e si lasciano sciogliere le sarde salate rimanenti, si rimette la padella sul fuoco, si aggiunge la mollica che precedentemente è stata fatta rinvenire con un po’ d’acqua e si lascia abbrustolire mescolando sempre fino alla fine, quando è imbiondita si aggiunge lo zucchero, si mescola per qualche altro secondo, si toglie dal fuoco e si travasa subito in altro contenitore, altrimenti continua ad abbrustolire e potrebbe bruciare (parlo per esperienza)

Fatto ciò, intanto l’acqua di cottura della pasta è arrivata ad ebollizione, ci si cala la pasta la si porta a cottura, si scola, si condisce col sugo all’anciova si porta in tavola e ogni commensale aggiunge la “muddica atturrata” a piacere.

Penso ne sia valsa la pena peregrinare così tanto per un buon piatto di pasta

buon appetito!!!

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • San Martino delle Scale e Piano Geli, la raccolta differenziata partirà solamente con la nuova società rifiuti

    Cu riri fa muddichi

    San Martino delle Scale, 17 febbraio 2019 - L'avvio era previsto per fine settembre dello scorso anno ma ad oggi a San Martino delle Scale la raccolta differenziata non è ancora iniziata. “Partirà dopo l’individuazione del nuovo gestore che si aggiudicherà per un anno l’appalto di raccolta ..

    Continua a Leggere

  • Lo Biondo rifiuta l’offerta di Gambino e rilancia: “Roberto, una persona perbene e capace, da noi ha le porte aperte”

    Cu riri fa muddichi

    Monreale, 16 febbraio 2019 - “Ringrazio per l'ennesimo invito ma andiamo #OLTRE.  Ritengo che un invito pubblico, dopo una risposta chiara ricevuta a microfoni spenti, rischi (volutamente?) di creare caos ulteriore”. Massimiliano Lo Biondo co..

    Continua a Leggere

  • “INSIEME SI CRESCE CON IL PIZZINO DELLO SCONTO”. Nasce a Monreale una nuova iniziativa imprenditoriale

    Cu riri fa muddichi

    Monreale, 16 febbraio 2019 - "INSIEME SI CRESCE CON IL PIZZINO DELLO SCONTO”. È questo lo slogan di una nuova iniziativa ideata da Ester Cuccia, imprenditore monrealese del settore pubblicitario. E nel periodo in cui il digitale ha preso il sopravvento sul cartaceo, Cuccia ha pensato bene di r..

    Continua a Leggere

  • “La scuola siciliana oggi”, gli studenti dei Licei D’Aleo e Basile incontrano Lagalla

    Cu riri fa muddichi

    Monreale, 16 febbraio 2019 - Il prossimo 19 febbraio gli studenti dell’istituto Superiore “E. Basile-M- D’Aleo” riceveranno la visita dell’Assessore alla Pubblica istruzione, Roberto Lagalla. L’evento avrà luogo presso l’Aula Magna della sede di Via Biagio Giordano e sarà anche l’o..

    Continua a Leggere

  • Palermo – Brescia: 1 – 1. Un anticipo di serie A

    Cu riri fa muddichi

    Stadio Renzo Barbera (Palermo), 16 febbraio 2019 - Lo stadio Renzo Barbera torna ad essere il 12° uomo in campo. Si é registrato il record  stagionale anche di tutto il campionato cadetto. I tifosi presenti sono stati 22.329. Una cornice importante per una gara che ha rise..

    Continua a Leggere

  • Istituito punto di raccolta rifiuti nella villetta di Aquino, iniziativa spontanea di “alcuni” residenti

    Cu riri fa muddichi

    Monreale, 16 febbraio 2019 - La villetta di Aquino fa ancora parlare di sé, e anche questa volta nessun premio morale per gli ..

    Continua a Leggere

  • “Popolari per Monreale”. Ecco i primi nomi della lista che sosterrà Piero Capizzi

    Cu riri fa muddichi

    Monreale, 16 febbraio 2019 - "Popolari per Monreale" è il nome di una delle liste elettorali che sosterranno alle prossime consultazioni la candidatura del sindaco uscente, Piero Capizzi. Ieri è stato ufficializzato il nome della lista e presentato il logo, elaborato da Ester Cuccia. La composizio..

    Continua a Leggere

  • Domani screening mammografico gratuito a Palermo, Corleone e Petralia Sottana

    Cu riri fa muddichi

    Monreale, 16 febbraio 2019 - Screening mammografico gratuito domani negli ospedali aderenti. L'Asp di Palermo ha deciso l'apertura domenicale per i Centri in cui è possibile effettuare l'indagine. La prevenzione è importante e questa iniziativa darà la possibilità di effettuare i control..

    Continua a Leggere

  • Roberto Gambino: “Sarò il candidato sindaco”. E conferma: “Se andiamo al ballottaggio vinceremo”

    Cu riri fa muddichi

    [gallery ids="92343,92342,92341,92340,92339,92338,92337,92332,92331,92330,92328,92327,92326"] Monreale, 15 febbraio 2019 - “Sarò il candidato sindaco”. Questo pomeriggio, all’interno di un’affollata aula consiliare, Roberto Gambino ha sciolto la riserva, visibilmente emo..

    Continua a Leggere

  • Operaio muore schiacciato, tragedia a San Cipirello

    Cu riri fa muddichi

    San Cipirello, 15 febbraio 2019 - È la terza in pochi giorni, ancora una

    Continua a Leggere

  • Incidente in via Pietro Novelli. Un malore improvviso gli fa perdere il controllo dell’auto

    Cu riri fa muddichi

    Monreale, 15 febbraio 2019 - Un malore, probabilmente un capogiro, lo ha colpito all’improvviso mentre era alla guida della sua auto insieme alla moglie. L'uomo di 62 anni, ha perso il controllo della Fiat Punto su cui viaggiava finendo fuori strada. La vettura è finita contro un tubo del metano ..

    Continua a Leggere

  • Ars, approvata la finanziaria. Salvata Riscossione Sicilia e i precari dei comuni in dissesto passano a Resais

    Cu riri fa muddichi

    Palermo, 15 febbraio 2019 - La finanziaria regionale è stata approvata nella notte. Come già accaduto molte altre volte in precedenza, l'esame del documento finanziario si è protratto fino a tarda ora e il voto finale è arrivato dopo le sette di mattina, con 44 voti a favore e 28 contrari. D..

    Continua a Leggere

  • Roberto Gambino candidato sindaco? Oggi scioglierà la riserva. La squadra sarà quasi tutta presente

    Cu riri fa muddichi

    Monreale, 15 febbraio 2019 - C’è molto interesse intorno all’incontro che si terrà questo pomeriggio in aula consiliare, nel corso del quale Roberto Gambino scioglierà la riserva in merito alla sua decisione di accettare l’invito a candidarsi a sindaco di Monreale. Una riserva mantenuta fin..

    Continua a Leggere

  • Chi è Salvatore Milano, già arrestato nel 2008 nell’operazione Perseo. Al maxiprocesso, Buscetta e Contorno lo indicavano quale socio occulto del marchio “Bagagli”

    Cu riri fa muddichi

    Palermo, 15 febbraio 2019 - È scattata questa mattina la confisca di svariati beni appartenuti a Salvatore Milano e Filippo Giardina, nei confronti dei quali il Tribunale ha anche disposto la sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno in città, per 4 anni per il ..

    Continua a Leggere

  • Abbandono rifiuti e scarti edili, Lo Biondo (#OLTRE): “La mia proposta per prevenire il degrado del territorio”

    Cu riri fa muddichi

    Monreale, 15 febbraio 2019 - Ancora una proposta amministrativa arriva da Massimiliano Lo Biondo, candidato a sindaco alle prossime consultazioni del 28 aprile con la lista #OLTRE. Stavolta l’obiettivo è il contrasto all’abbandono selvaggio di rifiuti e scarti edili. “Necessario prevenire ..

    Continua a Leggere

  • Confiscati i 3 punti vendita Bagagli di Palermo e beni per 8 milioni di euro. Secondo la Procura sono riconducibili a Cosa Nostra

    Cu riri fa muddichi

    Palermo, 15 febbraio 2019 - L a Direzione Investigativa Antimafia ha eseguito questa mattina un decreto di confisca, emesso dal Tribunale di Palermo, nei confronti di Salvatore Milano, 66 anni, e Filippo Giardina, 66 anni. Le indagini su Milano e Giardina ebbero inizio..

    Continua a Leggere

  • Fondi a favore degli inquilini morosi incolpevoli. Ecco come accedere

    Cu riri fa muddichi

    Monreale, 15 febbraio 2019 - Scade il 31 dicembre 2019 il bando per accedere al “Fondo destinato agli inquilini morosi incolpevoli”. Il contributo riservato a favore del Comune di Monreale è destinato a sostenere i conduttori morosi al fine di prevenire gli sfratti. La somma sarà erogata in mo..

    Continua a Leggere

  • Scenari post-apocalittici in via Pio La Torre: topi, cani randagi, spazzatura e televisori rotti (FOTO)

    Cu riri fa muddichi

    [gallery ids="92216,92217,92218,92219,92220,92221"]

    Monreale, 14 febbraio 2019 - È capitato spesso, purtroppo, di parlare di rifiuti abbandonati, sporcizia e degrado, ma il caso di via Pio La Torre è uno dei più vergognosi. L’argomento è già stato trattato in a..

    Continua a Leggere

  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com