Meno 8 alle elezioni

0
tusa big

Ecco, è passato settembre, anche il 29. E guardando il mondo che gira intorno a questo comune si aspettano le elezioni 2014. In questo mese ne sono successe di cose. Ma andiamo ad analizzarle, ironicamente, parlando delle dichiarazioni che i candidati alle elezioni hanno pubblicato nei vari giornali online monrealesi.
Filippo Di Matteo:
-Ad inizio settembre incontra i nuovi dirigenti scolastici e ad inizio nuovo anno scolastico augura ai bambini buon anno. I scolari, viste le condizioni delle strutture, si fanno una grossa risata.
-Polemica tra il Sindaco e l’assessore regionale al Turismo Stancheris. “Stanchis” di leggere questo infinito botta e risposta, non ne parlo per non “Stancarvis” ancor di più.
-La Regione propone la realizzazione dell’area metropolitana di Palermo, annullando di fatto anche il comune di Monreale. Di Matteo risponde contrariato alla regione: “Un errore cancellare millenni di storia”, non pensateci voi, a questo ci ho già pensato io in 4 anni.
-Felipe De Mateo presentas la Tares, una nueva tasa che aiuterà a incular…ehm scusates… a inculcares la culturas del riciclagio.
Piero Capizzi:
-Sulla proposta dell’area metropolitana di Palermo interviene anche il secondo candidato Piero Capizzi: “Un provvedimento di questo tipo mortificherebbe le realtà comunali, ognuna con la propria storia, la propria cultura e la propria realtà territoriale.” Anche lui nella sua mente pensa che a mortificar il nostro territorio ci hanno già pensato politici che hanno governato e anche politici che appoggeranno INSIEME a lui la sua candidatura.
Alberto Arcidiacono:
Niente. Non ci sono notizie. Per dirla tutta, come scritto nei primi mesi di questa rubrica, non si ha una notizia ufficiale della sua candidatura. ARCIpicchia! E se la voce di corridoio sul Ciuffo Felice Alberto non fosse vera?! Vedremo.
Movimento cinque stelle:
-Finalmente una mezza ufficialità: “Stiamo lavorando per la presentazione di una lista”. A comunicarlo è il portavoce dell’M5S Monrealese, Fabio Costantini. Quindi c’è la possibilità che il movimento entri in consiglio comunale e lo apra come una scatoletta “ri Sarde Salate”. Riusciranno gli attivisti a portare Grillo a Monreale?! Ma soprattutto, riusciranno gli attivisti ad esser veri attivisti a lungo termine?!
Il PD:
Ironizzare in questi giorni del PD è troppo facile, si stanno “distruggendo” da soli senza che nessuno faccia niente. Sembrano bambini della Materna che giocando a Pokèmon, si sfidano, vincono tutti per non perdere nessuno e poi ricominciano da capo mischiando Pokemon e Dragon Ball, sapendo che un mostriciattolo tascabile giallo non può competere con un’umanoide Super Saiyan.
Ho preso la decisione di non parlare dei tre candidati alle primarie. Primo perché è fastidioso leggere migliaia di articoli sulle mille vicende dei PiDdini nei vari giornali online e secondo, visto quello che è accaduto ad un candidato alle primarie a cui naturalmente va la mia solidarietà, perché voglio concludere questo pezzo con un pensiero rivolto a tutti coloro che si stanno candidando in qualsiasi lista e in qualsiasi sfida elettorale.
Quando accade qualcosa che è al di fuori della normalità e supera la legalità si deve denunciare immediatamente. Non si può aspettare. È una cosa che deve scattare automaticamente subito. Amministrare significherà anche questo, e noi cittadini abbiamo bisogno di questi semplici atti di coraggio e non di comportamenti silenziosi. Per cambiare veramente e non solo a parole. 
Ni viremo u prossimo misi.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Acquapark Monreale
Acquapark Monreale