ATO PA2, assemblea dei 272 lavoratori che chiedono certezze

0
acqua park

Oggi, presso la sede di Aquino dell’ATO PA2, si è tenuta un’assemblea dei lavoratori. Sono giorni di tensione per i 272 dipendenti della società che si occupa del servizio di raccolta e smaltimento rifiuti per 17 comuni della provincia di Palermo.

La riforma regionale prevede lo scioglimento degli ATO entro il 30 settembre 2013. In questi giorni la giunta Crocetta ha emesso un documento per garantire la continuità operativa dei servizi in tutti i territori, elemento essenziale per evitare che il servizio si blocchi nella fase transitoria e che i comuni vengano colpiti dall’emergenza igienico-sanitaria.

Il destino è segnato. Nel caso dell’Alto Belice Ambiente rimarrà in sella l’avv. Roberto Terzo, in qualità di commissario liquidatore, che si occuperà esclusivamente di traghettare l’azienda verso la liquidazione, che dovrà avvenire improrogabilmente entro il 15 gennaio 2014. A Terzo verrà affiancato un altro commissario straordinario, a breve nominato dalla regione, per garantire continuità alla gestione del servizio, in attesa della creazione della SRR e dell’ARO.

I dipendenti chiedono di sapere quale sarà la loro sorte, ma pretendono anche certezze sul pagamento delle retribuzioni non ancora percepite. Il comune di Monreale è in debito di due mensilità, agosto e settembre. Ma i lavoratori, prima che si arrivi allo scioglimento della società, chiedono che vengano determinate le quote del loro tfr e varie altre competenze che, dichiarano, non sono state loro riconosciute, come il premio di produzione.

Oggi presenteranno precise richieste al commissario Terzo.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.