La dirigente del I Circolo di Monreale: “Potrebbe funzionare, proviamoci!”

0
tusa big

 

I problemi evidenziati dai genitori riguardano principalmente gli ingressi e le uscite degli alunni, che devono essere regolamentati secondo le leggi vigenti e per la salvaguardia della sicurezza degli utenti.

La dirigente ha rassicurato i presenti chiarendo che tutto quello che verrà fatto, sarà nell’ottica di tutelare la sicurezza dei minori e ha precisato che sta cercando di farsi garante nell’applicazione del regolamento approvato in Consiglio di Circolo, dove è presente e ha la presidenza, la componente genitori.

“Si sta cercando di sperimentare e praticare soluzioni diverse per garantire ai bambini sia un’uscita che un’entrata in sicurezza. Il servizio scolastico inizierà alle 7.55, dalla prossima settimana, e i cancelli si apriranno per gli studenti alle 7.50. Verrà istituito un servizio “prescuola” gestito da operatori scolastici che, nel caso fosse richiesta da almeno una decina di genitori, verrà attivato a partire dalle ore 7.30, così come gli operatori vigileranno sui bambini, fino a mezz’ora dopo la fine delle lezioni, e nel caso si dovesse verificare, da parte del genitore o di un suo delegato, un ritardo reiterato o anche casuale, oltre tale termine, il minore non sarà lasciato solo, ma verrà affidato come da norma, al servizio dei vigili urbani che avranno cura di rintracciare i genitori o gli affidatari”.

Un altro punto chiarito oggi, in sede di assemblea, è la delega che dovrà essere compilata, ritirando i prestampati in segreteria, perché i minori vengano affidati dai docenti ad un maggiorenne delegato dai genitori, per tutto l’anno, nel caso questi ultimi fossero impossibilitati a venire a prenderli a scuola

“Nessun minore può uscire da solo”, ribadisce la dirigente e chiede la collaborazione dei genitori per l’organizzazione delle uscite. Ricorda che da quest’anno tutte le classi fanno 27 ore di lezione, mentre l’anno scorso c’erano molte classi che erano organizzate con un orario differente e quindi lo “scaglionamento” all’uscita era anche più semplice da realizzare, ma a scapito degli alunni che perdevano almeno 2 ore di lezione alla settimana. Ha proposto una serie di soluzioni  che però devono essere sottoposte al Consiglio di Circolo per l’approvazione e ha tenuto conto delle esigenze personali di qualche genitore che evidenziava difficoltà nella gestione delle uscite di più figli dalle scuole, con lo stesso orario.

Chiara Di Prima ha sottolineato inoltre che “laddove finisce la responsabilità dell’Istituzione scolastica inizia quella dell’amministrazione comunale” e, sempre nell’ottica della collaborazione per il bene comune, ha contattato il vicecomandante dei VVUU che ha garantito la chiusura al traffico della via Archimede per mezz’ora, affinché si possa garantire ai genitori l’attesa oltre il cancello della scuola. Ha assicurato che cercherà di mettere al più presto in sicurezza le altre uscite per garantire un deflusso meno caotico e affollato. Chiede ai genitori di convocare il Comitato dei Genitori per poter lavorare in sintonia e comunica che giorno 25, alle 16.00, come avevamo già scritto nell’articolo pubblicato ieri, incontrerà i genitori, classe per classe, per condividere il “Patto di Corresponsabilità”.

1274488 600936629969312 2043216634 oIl cancello sarà chiuso durante le ore di lezione, ma i genitori saranno ricevuti dalla dirigente il mercoledì e il giovedì e in casi particolari tutti i giorni. Ha assicurato che gli operatori scolastici vigileranno su tutti i punti e i tempi critici, davanti al cancello, sulle rampe di scale e durante la ricreazione e che i docenti saranno in classe alle 7.55. I bambini usciranno a piano e si differenzierà l’uscita di 5 minuti che è il massimo consentito dalla legge. I bambini della scuola dell’infanzia entreranno con i genitori.

“Il 3 settembre ho richiesto all’amministrazione comunale che venisse ripulito il tratto dell’uscita Cavallaro che potrebbe essere usata come via di entrata e uscita da chi proviene da via P. Novelli, ma ancora non ci sono notizie. Siamo in fase di rodaggio”, ribadisce, e fa un appello: “siate voi il tramite tra me e gli altri genitori, non presenti stamattina. Stiamo attivando il sito perché la comunicazione passi in fretta. Datemi la possibilità di rigenerare questa scuola che ha bisogno di colore e di allegria”, afferma.

Parla infine di un progetto per la realizzazione di giardino fiorito da realizzare negli spazi esterni adiacenti all’edificio del P.Novelli.

I genitori applaudono più volte e si rendono disponibili alla collaborazione e a diffondere, col passa parola, le comunicazioni e le decisioni prese. Ma all’uscita, benché i vigili urbani abbiano garantito la chiusura al traffico, il solito caos ha inondato la scuola. Molti genitori hanno sconfinato dentro il cancello, impedendo l’applicazione delle regole appena condivise. Alla luce di quanto accaduto dunque, per motivi di sicurezza, la dirigente comunica che da domani, 18 settembre, si praticherà un’altra prova: gli alunni di seconda e terza usciranno dall’uscita principale che dà su via Archimede, mentre gli alunni di quarta e quinta usciranno dall’uscita laterale, su via Kennedy.

Progetti che hanno bisogno di tempo, di disponibilità e di “apertura” perché vengano messi in pratica da una comunità educante, quale si è sempre fregiata di essere quella della scuola primaria Pietro Novelli di Monreale

Buon anno scolastico.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com