Oggi è 22/07/2019

Politica

ESCLUSIVA di FiloDiretto, intervista al Senatore Francesco Campanella del M5S

Chi è il Senatore Franco Campanella? “Il senatore Campanella non c’è! C’è invece Franco Campanella, prestato alla politica e che tornerà al suo lavoro quanto prima”.

Pubblicato il 17 settembre 2013

ESCLUSIVA di FiloDiretto, intervista al Senatore Francesco Campanella del M5S

Il Senatore Francesco Campanella, 47 anni, impiegato alla Regione Siciliana, ha accettato di concedere a FiloDiretto un’intervista durante la riunione provinciale del M5S di Monreale. Tanti sono stati i temi affrontati con il senatore, Membro della 1ª Commissione permanente Affari Costituzionali e Membro della Commissione parlamentare per la semplificazione, in una conversazione in cui è venuta fuori non tanto la figura del politico freddo e chiuso nelle proprie idee ma quella del Francesco Campanella cittadino, eletto proprio perché tale: un cittadino prestato alla politica. 
Affrontiamo con Franco Campanella l’argomento rapporti con la stampa e sul rischio espulsione da parte di Beppe Grillo. “Non c’è mai stata un’epurazione da parte di Grillo per chi parlava con la stampa – risponde – c’è stata solo una raccomandazione ad evitare la partecipazione ai talk show, programmi caratterizzati da un’impostazione spettacolare. 
Secondo Campanella il problema con la stampa nazionale invece sta in un’impostazione molto condizionata dagli editori e dai titoli degli articoli. “Tutti sappiamo che chi dà un’occhiata veloce al giornale, usa il titolo come notizia; così si crea un effetto distorsivo dell’informazione”.

Il colloquio con l’Onorevole continua affrontando il tema dei famosi “mal di pancia” interni al Movimento ed in particolare sulla linea voluta da Beppe Grillo di non entrare in un eventuale governo-bis. Campanella è nella lista stilata dal Fatto Quotidiano dei 10 possibili transfughi verso il PD. “Né io, né gli altri abbiamo intenzione di lasciare il Movimento – risponde con sicurezza – Nel Movimento siamo cresciuti, siamo arrivati alla posizione istituzionale che occupiamo e vogliamo rispettare gli impegni presi con gli elettori. L’idea del trasformismo mi dava fastidio già quando la studiavo a scuola. In un ipotetico governo con il PD noi vediamo una serie di “trappole”.
Poi una riflessione: “Il PD ed il PDL, negli ultimi 20 anni, si sono sempre contrapposti ma su alcuni argomenti sono stati sempre d’accordo; penso alla TAV o agli F35. La gente non riesce a mangiare e a trovare lavoro, l’F35 non dà pane a nessuno ma il caviale a pochi. Allo stesso tempo però, sederci e restare a guardare, criticando tutte le fesserie che fanno e – precisa – ne fanno una quantità enorme, fino a che punto riesce ad assolvere il nostro compito di miglioramento della società?”

Cambiamo argomento e Franco Campanella esprime una valutazione sul Governo Crocetta verso cui è molto critico. “Quello che ho visto è che c’è un atteggiamento di sostanziale continuità con quella delle amministrazioni Lombardo e Cuffaro e questo si vede anche dalle persone scelte”. Secondo Campanella con Crocetta la Democrazia Cristiana cambia forma ma è sempre fatta della stessa sostanza. “La cosa dispiace – continua – anche perché Crocetta ha una storia personale interessante che contraddice; penso alle accuse di “mafiosità” ai manifestanti del MUOS. A parte lo scivolone comunicativo, sono accuse false e cattive”.

Proprio sulla questione MUOS chiediamo cosa stia accadendo realmente dietro le quinte. “C’è un peccato originale da parte di quelli che hanno dato i permessi alle richieste americane. – risponde – Gli USA sarebbero stati disposti a costruire il MUOS altrove. Nei comuni vicini all’istallazione del MUOS la gente ha paura ed è una cosa simile a ciò che sta avvenendo in Val di Susa. Tu stai a casa tua e te la ritrovi avvelenata; la reazione è comprensibile e bisogna fare tutti gli sforzi per bloccare il MUOS”. 

Abbiamo chiesto poi se il Movimento 5 Stelle ha soluzioni per la gestione dei rifiuti.
Campanella risponde con sicurezza su quest’argomento, cavallo di battaglia del M5S. “Noi sappiamo che i rifiuti sono soldi e l’idea di vederli bruciati ci lascia perplessi. Dietro ci sono problemi mostruosi dei proprietari delle discariche, dei costruttori degli inceneritori ecc.. 
Secondo il senatore dai rifiuti basterebbe sottrarre la componente umida, utilizzabile con il compostaggio, e riutilizzare la parte solida. “Abbiamo la possibilità di avere con le materie seconde la creazione di posti di lavoro. – dice – Poi il contrasto è sempre quello: interessi di tanti contro gli interessi di pochi potenti”. 

Non poteva mancare una domanda sulle proposte che il Movimento sta portando avanti in Parlamento. 
Sono innumerevoli le proposte che il Movimento ha inoltrato in Parlamento ma la proposta più importante in questo momento è ostativa da un lato e propositiva da un altro. Si tratta del tentativo di revisione della Costituzione da parte della maggioranza. Per fare ciò hanno ritenuto opportuno creare un Comitato composto da 42 membri e per essere creato effettivamente deve essere approvata una legge costituzionale. “Noi stiamo cercando di operare affinché non riescano in seconda lettura ad ottenere i 2/3 delle Camere per poi a quel punto chiedere il referendum”. 
Il Movimento 5 Stelle le modifiche nella Costituzione le vuole; per esempio l’inserimento dei referendum propositivi, i referendum senza quorum; che l’inserimento delle leggi d’iniziativa popolare debbano essere obbligatoriamente trattate in Parlamento. “Le modifiche che vogliamo devono aumentare il livello di partecipazione dei cittadini e in questo processo di modifiche costituzionali vogliamo che anche i cittadini partecipino nella fase di analisi costituzionale”.
Orgoglioso poi dichiara: “Una proposta di legge che ho fatto io, insieme ai colleghi del Movimento, rientra nell’ottica della riutilizzazione del territorio e della creazione di posti di lavoro con capitali privati. La nostra proposta è di consentire il recupero degli immobili abbandonati nei centri storici, immobili caratterizzati da una proprietà dispersa; penso ad esempio alla vecchia casa della nonna abbandonata dai nipoti. L’idea è di consentire ai comuni di espropriare questi immobili, rivenderli con l’obbligo di ristrutturazione e con i soldi ricavati pagare i vecchi proprietari. In questo modo otteniamo una riqualificazione urbana e ridiamo linfa all’edilizia riutilizzando il territorio”.
La discussione con il Senatore si chiude con una domanda un po’ più personale. Chi è il senatore Francesco Campanella e cos’è per Lei la Politica?
Risponde ridendo: “Il senatore Campanella non c’è! C’è invece Franco Campanella, prestato alla politica e che tornerà al suo lavoro quanto prima. Sto vivendo questo impegno come un servizio civile. Sono una persona che non si è mai fatta i fatti suoi, che non è mai stata zitta e che ha sempre cercato la chiarezza e la trasparenza nelle cose. Per me la Politica è partecipazione vera e perché sia tale ci vuole l’informazione dei cittadini ed il cittadino deve essere il padrone della Cosa pubblica”.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Capizzi: “La vicenda del dissesto ha visto come protagonista l’attuale assessore Sandro Russo, mio ex assessore al bilancio per due anni”

    Politica

    MONREALE - “Credo che le alte temperature di questi giorni alimentino la voglia di qualcuno (e nello specifico mi riferisco al sig. Silvio Russo) di presentarsi come protagonista della politica Monrealese, con il consapevole rammarico d..


  • Giuseppe Morello, dolore al funerale del giovane monrealese (FOTO)

    Politica

    [gallery ids="111514,111515,111516,111517,111518,111519"] MONREALE - Una chiesa gremita ha accolto questo pomeriggio il feretro di Giuseppe Morello. Il giovane monrealese morto nel corso della notte del 20 luglio a Macari, frazione di San Vito lo Capo dopo essere caduto da un’altezza di 10 metr..


  • Monreale, continuano gli interventi degli operai dell’ESA impegnati nella cura del territorio

    Politica

    [gallery ids="111495,111496,111497,111498,111499"] MONREALE - Continuano gli interventi sul territorio monrealese degli operai dell’ESA (Ente Sviluppo Agricolo). Dopo la pulizia dei bordi della circonvallazione invasi dalle canne, così come..


  • I monrealesi possono “fare pace” con il comune, via al ravvedimento delle tasse

    Politica

    MONREALE - Il Comune dà il via al Ravvedimento operoso. I cittadini morosi potranno mettersi in regola con le tasse Imu, Tasi, Tari, Cosap e Pubblicità.  Grazie al Regolamento per l’applicazione del ravvedimento operoso approvato dal ..


  • Dichiarazione dei redditi, entro domani possibile inviare il 730 precompilato

    Politica

    C'è tempo fino al 24 luglio per presentare la dichiarazione dei redditi 2019. Due giorni di tempo per completare la  precompilata ed inviarla al Fisco. Entro domani, infatti, sarà possibile accettare la dichiarazione dei redditi così come messa a punto dall’Agenzia delle Entrate o int..


  • Riqualificazione del quartiere Carrubella, il comune avvia la gara per la progettazione

    Politica

    MONREALE - Il Comune di Monreale avvia la procedura per affidare la fase numero 3 dei lavori di riqualificazione dello storco quartiere Carrubella. Nel 2016 la Regione Siciliana ha ammesso al finanziamento delle spese relative alla progettazione definita dei lavori di riqualificazione urbana dello s..


  • Giuseppe, il ragazzo dagli occhi di mare: domani l’ultimo saluto a Santa Teresa

    Politica

    MONREALE - Domani nella Chiesa di Santa Teresa alle 15.30 familiari, parenti e i tanti amici di Giuseppe si riuniranno per dare l'ultimo saluto al ragazzo dagli occhi del mare. Quello stesso mare che se lo è portato via. Giuseppe se ne è andato cadendo dalla scogliera di Macari, frazione di San Vi..


  • Partinico, maxi coltivazione di marijuana: arrestati padre e figlio con pollice verde

    Politica

    PARTINICO - Il padre e il figlio hanno costruito una serra di marijuana che avrebbe fruttato almeno 100mila euro. La scoperta è stata fatta dai carabinieri di Partinico in contrada Tammì. Erano 112 le piante coltivate nel terreno di famiglia. Come riporta il Giornale di Sicilia, a finire in man..


  • «Monrealexit», verso il referendum per dire addio al comune di Monreale

    Politica

    SAN GIUSEPPE JATO - Continua l’operazione «Monrealexit» delle contrade monrealesi vicine al comune di San Giuseppe Jato. Il progetto prevede che 180 cittadini monrealesi, ma solo nella carta, passino sotto l’egida del Comune di San Giuseppe..


  • Un murale per Danilo Dolci, il Gandhi di Sicilia guarda il mare di Trappeto

    Politica

    TRAPPETO - Il volto del Gandhi siciliano rivive a Trappeto in un grande murale realizzato davanti al mare del paese in provincia di Palermo. L’immagine di


  • Ha pagato il pizzo per diciassette anni. Libero grazie all’associazione Addiopizzo l’imprenditore di Altofonte Giovanni Sala

    Politica

    ALTOFONTE - La Corte d'Appello ha confermato ieri le condanne in primo grado con rito abbreviato ai tre presunti taglieggiatori che da diciassette anni costringevano Giovanni Sala, proprietario di una cava ad Altofonte, a pagare il pizzo: si tratta del boss Salvatore Raccuglia, condannato a 17 anni ..


  • La nuova rubrica «Leggi le Leggi», Decreto crescita 2019: novità fiscali, imprese e terzo settore

    Politica

    Leggi, decreti, sentenze, circolari e delibere. Com’è difficile districarsi nell’infinito mondo della burocrazia italiana! Da oggi Filodiretto apre una nuova rubrica, curata da Massimiliano Lo Biondo, che cercherà di spiegare e descrivere alcune delle più importanti leggi e dei più significa..


  • Riorganizzazione macchina comunale, Giacopelli: Situazione difficile, ma non bisogna “appagnarsi”

    Politica

    MONREALE - In questi giorni, uno dei temi su cui maggiormente si discute è senza dubbio quello che riguarda la riorganizzazione della cosiddetta “macchina amministrativa” del Comune. Sull’argomento interviene il segretario aziendale della Cisl-Funzi..


  • Dissesto finanziario, Russo: “La Ficano è complice insieme a Capizzi, lo dice la Corte dei Conti”

    Politica

    Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del Segretario Aziendale Cgil Monreale, Silvio Russo. 

    In riferimento all’articolo dell’ex sindaco di Monreale Avv. Capizzi pubblicato ieri dalla testata giornal..


  • Contro “l’inverno dello spirito”. Riflessioni su Andrea Camilleri

    Politica

    Riflessioni su Andrea Camilleri Scrivere su Andrea Camilleri? Pallido tentativo, certamente banale, incompleto, riduttivo “riddiculu". Ci si può limitare a scrivere un aspetto della sua vita, uno dei tanti geniali pensieri, quello che magari più di tutti gli altri ha aiutato la vita di ciascu..


  • Monreale a lutto per Giuseppe Morello, aveva una vita davanti

    Politica

    MONREALE - Dolore e lacrime a Monreale per la morte di Giuseppe Morello. Un ragazzo che si trovava nel pieno della sua giovinezza. Aveva appena 20 anni Giuseppe e la comunità di Monreale è sotto choc per la sua scomparsa.

    Una giornata al mare con gli amici si è t..


  • Il boss di San Giuseppe Jato è malato, prosciolto dal processo Nuovo Mandamento

    Politica

    SAN GIUSEPPE JATO - Il boss mafioso di San Giuseppe Jato sta troppo male per sostenere il processo e la Corte d'appello lo proscioglie e ordina la sua scarcerazione. Gregorio Agrigento ha così ottenuto la libertà grazie a delle perizie che hanno stabilito la sua “incapacità irreversibile di ..


  • Giuseppe Morello, 20enne monrealese precipitato da oltre 10 metri sugli scogli a Macari. Indagini aperte

    Politica

    SAN VITO LO CAPO - Una giovane vita stroncata quella di Giuseppe Morello, 20enne monrealese morto ie..