Non si spegne il fuoco incrociato fra Regione Sicilia e Comune di Monreale

0
tusa big

Sembrava conclusa, con le dichiarazioni dell’assessore Stancheris, la diatriba fra Regione Sicilia e Comune di Monreale riguardo la destinazione dei fondi regionali a disposizione dell’assessorato al turismo. È di pochi minuti fa, invece, la contro-replica del Sindaco Di Matteo, che dichiara di non voler dare nessuna lezione di sicilianità, ma di aver semplicemente denunciato un fatto oggettivo. La replica continua, argomentando la tesi con le richieste presentate alla Regione: “Il Comune di Monreale ha presentato entro i termini e alle condizioni previste due istanze di finanziamento all’Assessorato Turismo: con la prima istanza veniva richiesto il patrocinio oneroso per la manifestazione ‘Il Premio internazionale della Pace’, alla quale hanno partecipato oltre 300 artisti non solo italiani ma di tutto il mondo. L’altra istanza presentata dal Comune riguarda la manifestazione ‘Nel segno di Guglielmo’.”

Rispedite al mittente anche le accuse riguardanti le presunte pressioni operate nei confronti dell’Assessore. Il Sindaco precisa infatti che l’unico incontro con gli uffici regionali è stato quello dell’Assessore alla cultura del Comune di Monreale Lia Giangreco, che però non ha esercitato alcuna pressione inopportuna, limitandosi a chiedere ai tecnici dell’assessorato regionale delucidazioni in merito all’iter burocratico delle richieste, nel pieno rispetto delle sue funzioni istituzionali.

Caustica la chiosa di Di Matteo:

“Alla luce dei proclami di legalità e trasparenza desidereremmo sapere quali   criteri sono stati adottati per finanziare le varie manifestazioni. L’assessore nella nota del 10 settembre afferma ‘Si è valutato opportuno finanziare altre iniziative in Provincia di Palermo’, vorremmo solo capire se per opportuno si intende fatto discrezionale soggettivo o opportuno risponde a criteri oggettivi”.

Ai cittadini di Monreale, rimane, alla luce di queste dichiarazioni, una certezza: con le proprie forze sono capaci di grandi risultati, alle fazioni politiche rimanga invece il tempo per impegnarsi nella loro battaglia dialettica, mentre la società civile opera per una città migliore.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com