Monreale ricorda Guglielmo II: tre giorni di eventi ‘Nel segno di Guglielmo’

0
tusa big

Si è svolta oggi, nei locali dell’ex Convento dei Benedettini di Monreale, la conferenza stampa di presentazione della IV edizione della manifestazione ‘Nel segno di Guglielmo’, organizzata dalle Associazioni A.C.A.V. e TE.M.A., che si svolgerà nella città del duomo dal 13 al 15 Settembre prossimo. Tante le iniziative di quest’anno, nel segno della rievocazione storica e della riscoperta delle origini, delle tradizioni e delle eccellenze monrealesi. Il programma si apre infatti con la ‘fiera-mercato’ medievale, a partire dalle 17;00 di Venerdì 13, durante la quale figuranti e commercianti monrealesi dimostreranno gli antichi mestieri ed i loro sviluppi attuali, dal noto talento per i mosaici, alla pittura e decorazione della terracotta, passando per la lavorazione di monili, legno e cuoio, la cartografia e la pratica amanuense, senza disdegnare la lavorazione delle stoffe e quella del ferro per la produzione di spade; non mancherà l’esposizione dei prodotti di un’altra eccellenza monrealese, la panificazione e la produzione dolciaria.

Durante la fiera verranno rappresentate danze tipiche orientali e medievali, a testimonianza dell’antico spirito sincretistico della cultura normanna e monrealese, intervallate dalla lettura e recitazione di brani scritti dal direttore artistico della manifestazione, Salvatore Giaconia dell’associazione TE.M.A, e da Finella Matranga.

La fiera continuerà sino alle ore 24;00 e riaprirà i battenti il giorno successivo, dalle ore 18;00 alle 24;00. L’ingresso è gratuito.

Domenica 15, chiusura con il corteo storico accompagnato da musiche medievali che sfilerà alle 17;00 partendo da Largo Padre Pio, dipanandosi lungo Via Venero, attraversando nel suo percorso Piazza Inghilleri, Piazza Matteotti e Piazza Guglielmo II; le soste in queste piazze vedranno anch’esse la rappresentazione di danze tipiche orientali e medievali. Arrivo previsto presso i locali dell’Antivilla comunale.

Grande partecipazione della cittadinanza monrealese, dai volontari delle associazioni, ai commercianti, ai semplici cittadini, testimoniata anche dal numero dei figuranti previsti, non meno di 80, e dalla partecipazione attiva ai preparativi ed alle precedenti edizioni.

Alla conferenza stampa partecipava l’attore Girolamo Termini, in rappresentanza dell’Associazione TE.M.A.: il suo ricordo, a nome delle associazioni coinvolte nella manifestazione, è andato al Brigadiere Giuseppe Giangrande, coinvolto nella sparatoria del 28 Aprile scorso davanti Palazzo Chigi, che a breve compirà 50 anni. Oltre a lui, presenti anche il direttore tecnico della manifestazione, Mario Micalizzi (per l’associazione A.C.A.V.), il quale ha introdotto il programma dell’evento e l’assessore Lia Giangrande, che ha ricordato l’importanza di questo e degli altri appuntamenti organizzati da queste associazioni, nell’ottica di uno sviluppo della Città di Monreale e delle sue aspirazioni turistiche; la manifestazione, infatti, ha ormai una risonanza mediatica nazionale, testimoniata dall’interesse della rivista ‘Focus’ e di altri giornali e riviste che hanno chiesto delucidazioni sul suo svolgimento. In quest’ottica, il Comune ha avuto premura di pubblicizzare l’evento presso tutte le strutture ricettive e le agenzie di viaggio presenti nel territorio, allo scopo di incentivare un turismo non più ‘mordi e fuggi’, ma che offra momenti di attrazione tali da incentivare la permanenza del turista nella Città di Monreale.

In ultimo, da ricordare quello che, in realtà, è stato l’intervento d’apertura della conferenza stampa, effettuato dal Sindaco, Avv. Filippo Di Matteo, il quale, dopo aver ricordato la nascita di questa manifestazione e la sua promessa di promuoverne lo svolgimento negli anni della sua carica, ha ringraziato tutti i partecipanti, che hanno reso l’evento una manifestazione popolare, con l’auspicio che diventi importante tanto quanto la festa del SS Crocifisso.

Nell’intervento del Sindaco, però, non sono mancate le battute polemiche, naturalmente non nei confronti delle associazioni o dei partecipanti, ma della Regione Sicilia, rea di non aver finanziato l’evento nonostante le richieste del Comune, che ha visto bocciare i progetti presentati; l’accusa precisa del Sindaco Di Matteo, riguarda l’uso politico dei fondi pubblici, che a suo dire, la regione attua. Non si spiegherebbe altrimenti, se non con una scarsa conoscenza del territorio derivante dalla provenienza dell’assessore regionale al turismo Michela Stancheris, friulana nelle parole del Sindaco, bergamasca di nascita, il mancato finanziamento dell’evento, ed in generale la facilità con cui il Comune riesce a vedere approvati progetti con fondi europei, di contro alle difficoltà riscontrate nel reperimento di fondi regionali.

La manifestazione infatti è completamente autofinanziata, come più volte ribadito dagli altri interventi durante la conferenza stampa, e le associazioni hanno provveduto con i propri mezzi al reperimento dei fondi necessari.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Acquapark Monreale
Acquapark Monreale