I 90 anni di Sarina, una festa di quartiere

0
Araba Fenice desk

Ieri a Monreale con una grande e partecipata festa abbiamo festeggiato i 90 anni di Sarina Ingrassia. Dove? Nel suo quartiere, in quella strada, la via Baronio Manfredi, dove lei, da 40 anni, tiene una porta aperta per la gente che lì vive e per quelli, tanti, che da altre parti dell’Italia e del mondo, sono venuti per conoscerla o condividere, in qualche momento della loro vita, le esperienze e le attività dell’associazione Il Quartiere. Tanti di noi hanno dato negli anni il loro piccolo o grande contributo, credendo nel volontariato, nella solidarietà e nell’impegno per una società più giusta. E Sarina è stata l’infaticabile animatrice di momenti di accoglienza, d’incontro e di attività di promozione socio – culturale in favore di minori e giovani.

E’ stata una festa colorata, gioiosa, emozionante, che ha visto la presenza costante della gente del quartiere, delle donne  in particolare, di tanti amici venuti da fuori, di alcuni che altrove, a Palermo o in altre città vivono realtà di volontariato e condividono con Sarina e l’associazione valori ed idealità. Tra i presenti anche l’On. Rita Borsellino, amica di Sarina e compagna di tante battaglie politico – sociali. Molti non hanno potuto esserci, ma alcuni di loro hanno comunque fatto pervenire messaggi di auguri e stima. Tra questi, Leoluca Orlando, Sindaco di Palermo, e Don Ciotti, presidente dell’associazione Libera.

In tanti ci siamo ritrovati per farle i nostri auguri e testimoniarle il nostro affetto. In tanti abbiamo voluto raccontare un episodio, un’esperienza o i motivi che ci legano all’associazione.

Ed in molti degli interventi sono emersi degli elementi comuni: quello che ci lega a Sarina e che in lei apprezziamo è la sua capacità di condivisione, l’attenzione e l’ascolto dell’altro, la lucidità nell’analizzare le disfunzioni di una società che crea troppe disuguaglianze e terribili infelicità, la volontà ferma e tenace di dare dignità, a chi nel nostro sistema sociale spesso non ha diritti.

Tutto questo la rende una persona speciale, talvolta burbera, insofferente di fronte alle ingiustizie e sempre pronta a mettersi in cammino, un cammino che abbiamo la pretesa di averle reso con la nostra presenza meno duro e talvolta anche divertente.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com