Manifesti a sostegno del ministro Cècile Kyenge: appesi di notte e strappati di giorno

0
Araba Fenice desk

 

Nella notte tra il 4 e il 5 settembre a Monreale sono stati appesi poco meno di una decina di manifesti dell’ARCI a favore del Ministro dell’Integrazione, Cècile Kyenge, in seguito all’ennesimo atto discriminatorio ai suoi danni. 

Nei giorni scorsi, infatti, alcuni militanti di Forza Nuova hanno fatto ritrovare, nei pressi di uno dei municipi di Roma in cui la ministra più discussa d’Italia doveva partecipare ad un dibattito, alcuni manichini insanguinati che ricordano lontanamente (forse non troppo) i modi d’agire tipici del “Ku Klux Klan”. 
Come già accaduto in passato per i manifesti contro l’omofobia e la mafia, anche questi sono stati strappati in mattinata. Risultano rimosse le scritte “Kyenge”, “Razzismo” e “Ius Soli”. Parole che fanno paura anche in un paese come Monreale, in cui l’integrazione tra cittadini e stranieri non è mai stato un problema rilevante e rilevato.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Acquapark Monreale
Acquapark Monreale