Oggi è 21/05/2019

Cronaca

Intervista a Patrizia Roccamatisi, neodirigente del Mattarella

Abbiamo posto alla neo-dirigente, la professoressa Roccamatisi, un serie di domande – a cui ha risposto con disponibilità e grande sincerità – sia per conoscerla meglio che per capire come, insieme a lei, si potranno affrontare i grandi problemi che pone la gestione di questo Istituto comprensivo, che sembrerebbe, ad oggi, quello che dà più preoccupazioni ai cittadini e agli amministratori di Monreale e frazioni.

Pubblicato il 1 settembre 2013

Intervista a Patrizia Roccamatisi, neodirigente del Mattarella

Patrizia Roccamatisi comincia a lavorare nel 1994 come insegnante di scuola primaria, abilitata con concorso ordinario. Sposata, con tre figli, matura l’idea di continuare gli studi e comincia a frequentare l’università cercando di coniugare entrambe le cose.

“Certo non é stato molto facile, afferma, coniugare lo studio con la gestione di una famiglia,  ma spesso il desiderio di andare avanti e un pizzico di ambizione, mi hanno fatto superare ostacoli che sembrano essere insormontabili, ma che, in realtà, con qualche sacrificio, non lo sono affatto”.

Dal ’94 comincia la sua carriera lavorativa presso la scuola primaria di San Martino dove espleta il suo primo anno di esperienza in campo.

“Ricordo quell’anno come uno degli anni più interessanti della mia vita a livello lavorativo, perché dopo il primo impatto di solitudine, mi ritrovai accanto persone, colleghe, oggi ancora amiche, con cui ho condiviso esperienze significanti di un primo momento difficile di lavoro”.

La sua professione da docente é continuata presso il II Circolo di Monreale e terminata infine presso la D.D. P.Novelli. Nel 2005, proprio per quel pizzico di ambizione positiva che l’ha sempre caratterizzata, insieme a molta tenacia, partecipa a una selezione per esami e titoli per ricercatore presso l’IRRE Sicilia,

diventato poi Ansas e ancora, dopo, INDIRE.

Qui rimane per sette anni, collocata fuori ruolo dalla scuola, fino al 2012, dove svolge attività di aggiornamento, innovazione didattica e ricerca con docenti e scuole di ogni ordine e grado della regione Sicilia.

“Questo é stato un periodo molto formativo soprattutto perché, da docente spesso é difficile coniugare l’aggiornamento e la formazione con il lavoro quotidiano della classe. In questi sette anni ho avuto la fortuna di ricevere formazione da persone qualificate e incontrare tanti docenti con cui sperimentare nuovi percorsi innovativi e metodologici. Esperienza interessante é stata soprattutto quella di aver collaborato con altre regioni al mandato del Miur e di collaudare quelle che oggi sono le Nuove Linee guida per l’orientamento, sperimentate dal 2006 al 2008 e pubblicate nel 2009.

Ultima esperienza, ancora più significativa, ma molto estenuante, il concorso cui ho deciso di partecipare nel 2011, il concorso per esami, titoli e test preselettivo per Dirigente scolastico.

Non volli fare quello precedente del 2004, perché ero da poco arrivata in IRRE e volevo fare un passo alla volta, consapevole che più passi insieme spesso rischiano di farti inciampare. Così misi da parte mentalmente l’idea di poter diventare Dirigente Scolastico, prefiggendomi però di partecipare a un prossimo concorso.

Eccomi oggi qui, alla guida di una scuola, e ritornando alla solitudine del mio primo incarico di docente, penso adesso di sentirmi ancora più sola!

Ancor più di prima, penso di dover attraversare da sola – nonostante il sostegno dello staff che mi affiancherà – una strada non asfaltata, accidentata e piena di ostacoli che comunque mi motiverà e mi stimolerà ad andare avanti, riuscendo alla fine del mio primo anno di incarico a poter vedere un’altra immagine, una strada con qualche cespuglio di fiori e verde rigoglioso”

Le abbiamo chiesto di associare un’immagine alla scuola

“Se dovessi associare un’immagine alla scuola potrei sceglierne tante, ma quella che per me le si avvicina di più é rappresentata da una matrioska, un caratteristico insieme di bambole, composto da tanti pezzi, ognuno dei quali è inseribile in un formato più grande. La matrioska più grande rappresenta la scuola, ma dentro essa troviamo tanti mondi, a volte inseribili, a volte difficili da impilare uno dentro l’altro: mondi fatti di persone, tutte diverse tra loro, ma che lavorano, operano e interagiscono per obiettivi comuni.

Uno dei pezzi é il territorio che non può rimanere avulso da quello che é il pezzo più grande della matrioska, la scuola. Una scuola e un territorio che non interagiscono e non creano sinergie non possono far crescere gli unici destinatari del successo formativo che sono i nostri alunni.

E a questo proposito non può mancare anche un pizzico di creatività. Un dirigente scolastico deve anche dare sfogo alla creatività, alla passione per ciò che la scuola può dare, e non solo alla burocrazia.

Cosa cambierebbe e cosa le piace nella scuola pubblica?

Credo che occorrerebbe riflettere molto seriamente e attentamente per decidere cosa cambiare e, soprattutto, come cambiare.

Ci sarebbero molte cose da modificare: in primis occorrerebbe ripensare le modalità di apprendimento degli alunni; più finanziamenti per la formazione dei docenti; più retribuzione per i docenti; più innovazione didattica e metodologica per gli insegnanti; meno riforme e più concretezza.

Buono, mi sembra il funzionamento del segmento di base di istruzione, mi riferisco soprattutto alla scuola dell’infanzia e alla scuola primaria.

Come la pensa a proposito della laicità della scuola pubblica? E mi riferisco alle pratiche consolidate che riguardano benedizioni, visite pastorali, messe, precetti pasquali e attività di beneficenza a favore della Chiesa?

Ogni persona deve avere, nel suo campo, libertà di azione.

Credo che una risposta esaustiva possa essere data citando alcuni articoli della nostra Costituzione.

In particolare l’art. 3 che proclama la pari dignità sociale di tutti i cittadini e l’eguaglianza di fronte alla legge; l’art. 19 che proclama il diritto di tutti di professare liberamente la propria fede religiosa e l’art. 8 che sancisce l’uguale libertà di tutte le confessioni religiose.

La laicità, pertanto, é cultura del riconoscimento dell’altro, delle differenze e delle diversità e tale cultura non può che essere a fondamento della scuola, una scuola dove tutti siamo chiamati a vivere in una dimensione pluralista e interculturale.

Molte scuole monrealesi operano in quartieri culturalmente degradati e Monreale ha un alto tasso di microcriminalità e di dispersione scolastica, quali sono i primi interventi che pensa di attuare per agire efficacemente su questo versante, visto che a Monreale non c’è più la sede dell’Osservatorio sulla dispersione scolastica?

Questa é una domanda a cui non penso di poter rispondere in maniera frettolosa, soprattutto perché mi insedierò nel mio nuovo ruolo il 2 settembre. Interventi da attuare sicuramente ce ne saranno tanti ma prima devo conoscere il territorio in cui opererò, osservare, ascoltare più interlocutori possibili, riflettere per poter avviare un possibile cambiamento e poter modificare pian piano una realtà organizzativa che già esiste. Valutare situazioni, leggere processi e dinamiche e potere intervenire richiede tempo e conoscenza

Magari questa domanda me la riproporrà tra qualche mese.

La situazione scolastica del Mattarella è molto delicata. A Pioppo il preside Fundarò aveva avallato la decisione del sindaco di rinnovare il contratto di affitto per il vecchio edificio che ospitava la scuola primaria, ma che non è idonea ad ospitare bambini di primaria e infanzia a causa dei bagni a norma solo per la media che già ha una sede, come pensa di affrontare questo argomento? E come pensa di affrontare la situazione che riguarda la scuola materna di via Polizzi, di cui conoscerà la storia? E Villaciambra, dove i bambini di quarta e quinta sono ospiti in un vecchio edificio in cui due classi devono condividere un’aula separata da un muro con la serranda in comune?

Anche a questa domanda risponderò collegandomi alla precedente. Non mi sono ancora insediata per cui non conosco le realtà, le situazioni strutturali di Villaciambra e della scuola dell’infanzia di via Polizzi. Ciò che so, l’ho letto tramite i quotidiani, ma non mi sento di dare risposte in merito.

Da lunedì, secondo priorità di cui ho già una scaletta personale, andrò a visitare queste strutture e valuterò le condizioni delicate poste nella domanda.

Su quale argomento centrerà il suo primo discorso di presentazione al collegio docenti?

Qualche giorno fa, frequentando un corso di formazione propedeutico all’inizio del mio nuovo incarico, mi hanno consegnato una cartella con del materiale.

La prima scritta che balzò ai miei occhi è stata: “Buongiorno… sono il Dirigente Scolastico… Ora, che fare?”

E questa domanda echeggia nella mia testa da allora!

Come altri colleghi che in questo lavoro mi hanno preceduta, tutti hanno cominciato, in un modo o in un altro e tutti, certamente, hanno trovato la loro giusta dimensione per agire. Sicuramente mi presenterò, racconterò la mia esperienza, cercherò di costruire insieme ai docenti la mia idea di scuola che é quella di portare avanti i loro bisogni fondamentali, che poi si traducono in bisogni fondamentali e specifici per gli alunni, per creare una comunità educante, accostandoci a un modello culturale di scuola che superi la rigidità dei saperi e delle discipline e che crei sapere interdisciplinare.

Il mio progetto di scuola é naturalmente correlato a una analisi dei dati della scuola, del contesto, del suo modo di essere scuola, del suo modo di agire. Senza questi dati che rappresentano la struttura portante della scuola non può esserci un progetto reale ma solo un’idea!

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Piana degli Albanesi, 2 milioni per il recupero della piscina e il risparmio energetico degli uffici comunali

    Cronaca

    Piana degli Albanesi, 21 maggio 2019 -Lavori di efficientamento energetico della biblioteca e del palazzo comunale,  lavori di riqualificazione della piscina. Sono i tre progetti presentati dal comune di Piana degli Albanesi risultati ammissibili a finanziamento, per un complessivo di 1.980.402..

    Continua a Leggere

  • Monreale e lo spoil system. Poltrone di sottogoverno libere per gli uomini di Arcidiacono

    Cronaca

    Monreale, 21 maggio 2019 - Con la fine del mandato di governo di Piero Capizzi e l'insediamento del nuovo sindaco, Alberto Arcidiacono, ci sarà un passaggio di consegne che riguarderà i diversi incarichi di sottogoverno. A partire da quelle dei CDA degli enti partecipati dal comune, saranno u..

    Continua a Leggere

  • Domani gli alunni del Veneziano in corsa contro fame e malnutrizione nel mondo

    Cronaca

    Monreale, 21 maggio 2019 - Si terrà domani a Monreale la Corsa contro la fame, evento sportivo e solidale organizzato da Azione contro la fame (www.azionecontrolafame.it), organizzazione che da 40 anni lotta contro la fame e la malnutrizione infantile in 50 Paesi. L'iniziativa coinvolgerà le sc..

    Continua a Leggere

  • Lavora in nero ma prende il reddito di cittadinanza, beccato a Sferracavallo un furbetto

    Cronaca

    Palermo, 21 maggio 2019 - Un palermitano di 52 anni è stato denunciato dai Carabinieri della stazione Partanna Mondello e dal locale Nucleo ispettorato del lavoro a seguito di un servizio specifico per la verifica delle disposizioni in materia di

    Continua a Leggere

  • Operazione “Blacksmith”: 19 arresti, sbaragliata la nuova rete della droga palermitana (NOMI E FOTO)

    Cronaca

      [gallery ids="103954,103955,103956,103957,103958,103959,103960,103962,103963,103964,103965,103966,103967,103968"]

    Palermo, 21 maggio 2019 - Sono state messe in atto questa mattina le misure cautelari afferenti all’operazione denominata “

    Continua a Leggere

  • EUROSCHOOL Festival. Esibizione degli alunni del Pietro Novelli di Monreale al Museo Storico dell’Aeronautica Militare di Vigna di Valle

    Cronaca

    [gallery ids="103936,103937,103938,103939,103940,103941,103942,103943,103944,103945,103946,103947"] Vigna di Valle (bracciano), 21 maggio 2019 - Sabato 18 una delegazione di 12 bambini della la D.D. Pietro Novelli, accompagnati dalla Dirigente Scolastica Chiara Di Prima


  • Fiumi di droga in tutta l’isola provenienti da Calabria e Campania

    Cronaca

    https://www.youtube.com/watch?v=bgrvFCWobrY&feature=youtu.be Palermo, 21 maggio 2019 - Dalle prima luci dell'alba è in atto una vasta operazione antidroga della Polizia di Stato, il cui obiettivo è disarticolare un sodalizio criminale che riforniva tutta la Sicilia con enor..


  • Guerra di mafia a Monreale, confermati i 3 ergastoli per l’omicidio Billitteri (FOTO)

    Cronaca

    [gallery ids="103908,103909,103910"] La seconda sezione della Corte d'assise d'appello di Palermo ha confermato i tre ergastoli inflitti in primo grado per l'omicidio di


  • Prof sospesa a Palermo, domani alla Veneziano il Teacher Pride

    Cronaca

    Monreale, 21 maggio 2019 - "L’arte e la scienza sono libere e libero ne è l’insegnamento". Sulla scia di questo pensiero, domani alle 11, nell'atrio della scuola Antonio Veneziano gli alunni delle terze classi insieme ai docenti leggeranno a voce alta gli articoli 21 e 33 della Costituzione Ita..


  • Decine di aziende pronte ad assumere laureati palermitani al “Career Day UniPa”

    Cronaca

    All’Università di Palermo arriva il Career Day UniPa, che permetterà ai laureati


  • Al “Margherita di Navarra” si studierà Pianoforte, Chitarra, Tromba e Percussioni

    Cronaca

    Monreale, 20 maggio 2019 - Grande traguardo raggiunto per l’Istituto Comprensivo Statale “Margherita di Navarra” di Pioppo che dal prossimo anno scol..


  • Tra vare e rosari

    Cronaca

    ..


  • Quando la musica fa la differenza: MayDay, 12 ore di concerti per sostenere l’antirazzismo

    Cronaca

    Palermo, 20 maggio 2019 - Sabato 25 maggio, presso il Castello a Mare, in via Filippo Patti, si terrà il MayDay: 12 ore di musica, arte e spettacoli dedicate a tutti coloro che credono e lottano per un mondo senza barriere. L'iniziativa, organizzata dalle associazioni Mediterraneo Antirazzista P..


  • Nuova voragine in via Olio di Lino. Un incubo senza fine

    Cronaca

    [gallery ids="103520,103521,103522"] Palermo, 20 maggio 2019 - Non c'è requie in via Olio di Lino. Una nuova voragine si è aperta pochi metri più avanti de..


  • Monreale. Il segretario generale Domenica Ficano prima vittima dello spoil system

    Cronaca

    Monreale, 19 maggio 2019 - È tempo di spoil system. Nuova amministrazione e nuovo giro di poltrone.  Il sindaco di Monreale appena insediato, Alberto Arcidiacono, avrà un bel daffare in questi mesi a dare un taglio (parziale o netto lo vedremo) co..


  • Una giornata con lo chef Benedetto Priolo: TED organizza per i suoi allievi un incontro molto speciale

    Cronaca

    Monreale, 17 maggio 2019 - Si terrà il 27 maggio, presso l'istituto TED formazione di Monreale dalle ore 9.00 alle ore 12.00, l'appuntamento con lo chef Benedetto Priolo. Priolo, membro del Culinary team Palermo, terrà una dimostrazione tecnica dal titolo "l'arte dell'intaglio", rivolta a tutti..


  • Corleone, più di 1milione di euro per il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile e il clima

    Cronaca

    Corleone, 19 maggio 2019 - "Sono soddisfatto, sia per i lavori d’aula che si sono conclusi con l’approvazione del 90% delle proposte all’unanimità dei presenti, sia per il clima di civile confronto/dibattito con il gruppo di opposizione". Così commenta Pio Siragusa, presidente d..


  • Taxi collettivo, una formula adottata anche a Monreale

    Cronaca

    Monreale, 19 maggio 2019 - Nasce un nuovo servizio per agevolare la mobilità dei numerosi turisti in visita a Monreale. Da pochi giorni è stata adottata la formula del taxisharing dai tassisti monrealesi, sette in tutto. Una formula già in uso a Palermo, che consente di offrire a differenti cl..