Monreale, in attesa dell’UNESCO… spazzatura ovunque

0
tusa big

 

Abbiamo ricevuto innumerevoli segnalazioni perché si evidenziasse il problema che crea la spazzatura sotto casa, come se il sindaco vivesse in un altro pianeta e non avesse collegamenti con la Terra.

IMG 20130727 095350Dal centro storico, Largo Tavola Rotonda, un accorato appello:

Il quartiere è uno dei più belli del paese di Monreale, ma il degrado sta diventando totale ed è a rischio l’incolumità dei cittadini:

 “Da due settimane non viene ritirata l’immondizia causando fortissimi odori, insetti e sporcizia” ci segnala un nostro lettore, Paolo Intravaia, che vive in zona.  “Oltre all’ immondizia è pieno di buche mai riparate, luci pubbliche ad intermittenza, e l’albero sta tagliando i cavi ENEL e i cavi telefonici”. Al centro della piazzetta infatti c’è un meraviglioso albero (ai piedi del quale si accumula regolarmente una montagna di spazzatura, visto che non esistono contenitori per la raccolta, nel quartiere) che dovrebbe essere messo in condizioni di convivere con i cavi ENEL e telefonici. Alcuni cittadini hanno segnalato il pericolo al Comune, ma “il personale, afferma il signor Intravaia,  ci ha riferito che non hanno gli addetti per fare questi lavori”.

I grisiesi si chiedono:

“Cari cittadini ma la legge è davvero uguale per tutti? EVIDENTEMENTE NO! Già la problematica era di palese evidenza credo per tutti, che non tutte le strade (di conseguenza non tutti i cittadini) sono meritevoli del DIRITTO di pulizia! Nello specifico, le vie ad essere spazzate sono, quasi esclusivamente, la via Vittorio Emanuele (non tutta), la Via A. Diaz e la Via Cesare Gaglio a tratti (oserei dire molto piccoli)… quali sono i criteri direttivi che spingono l’azione di pulizia degli operatori… hanno avuto direttive in proposito? Le unità operative nel territorio sono numericamente scarse (solo 2 persone come possono mai bastare!) e quindi, non possono ottemperare in maniera costante alle esigenze di un intero paese ma non si può alternare “la spazzata quotidiana” -a turno- un po’ su tutte le strade? Le tasse, in fondo, le paghiamo tutti in ugual misura! Nessuna risposta… tutto tace… evidentemente ci sono problemi più urgenti a Monreale… Grisì in fondo cosa conta? Si tratta solo di una manciata di voti sicuri da venire a mietere in tempo di elezioni e per quelle ancora c’è un anno bello pieno… Tutte le strade vanno spazzate già solo perché è diritto di tutti godere di spazi puliti.

Dobbiamo tener conto anche della nuova imposta (TARES) introdotta x l’anno 2013 (anno in cui -peraltro- abbiamo già dovuto pagare la TARSU maggiorata al 100%) Stiamo assistendo a una doppia imposizione fiscale nello stesso anno per il medesimo servizio, cosa VIETATA DALLA LEGGE (VDS D.P.R. 917/1986 (art. 163) e D.P.R. 600/1973 (art. 73)

L’annotazione di protesta non vuole essere un’accusa agli operatori ecologici i quali svolgono il loro lavoro giorno per giorno nonostante le note difficoltà che ci sono state all’ATO ma un semplice “APPELLO” a chi di dovere, a fare chiarezza e a darsi una mossa. I cittadini non possono e NON VOGLIONO più aspettare”.

{gallery}intrav:::0:0{/gallery}

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.