Oggi è 23/01/2018

Politica

Salvatore Leto, QUESTIONE UNESCO – Lettera aperta al Sindaco di Monreale

“Occorre fare di più, evitando possibili rilievi dei commissari che in questi giorni visiteranno i nostri monumenti arabo-normanni”.

Pubblicato il 4 agosto 2013

Salvatore Leto, QUESTIONE UNESCO – Lettera aperta al Sindaco di Monreale

 

Salvatore Leto, candidato alle primarie monrealesi del PD, vuole ricordare le questioni sulle quali appare prioritario porre attenzione per evitare di essere redarguiti dai commissari UNESCO che a breve visiteranno la nostra città, rendendo vano un lungo lavoro fatto in precedenza anche dall’ex deputato nazionale, Tonino Russo.

Gentile Sindaco,

mi rivolgo a Lei che oggi rappresenta l’amministrazione della città perché avverto la necessità e la preoccupazione di sollecitare la massima attenzione sulla vicenda UNESCO che sta a cuore all’intera cittadinanza. È un tema al quale il Partito Democratico ha dedicato in questi anni la massima attenzione ed il massimo impegno, riuscendo a far giungere a Monreale, anche grazie all’interessamento dell’allora deputato nazionale Tonino Russo, la commissione cultura della Camera dei Deputati che ha espresso un giudizio unanime di condivisione del percorso. Inutile sottolineare che quell’occasione ha rappresentato un notevole avanzamento in un processo che in queste settimane segnerà una nuova tappa fondamentale per ottenere l’inserimento nella world heritage list. Di lavoro se ne è fatto molto ed anche alla sua amministrazione va riconosciuto il merito per l’attenzione e la disponibilità mostrata. Sarebbe inammissibile distrarsi adesso a pochi metri dal traguardo o mostrare superficialità e inadeguatezza. In sostanza, occorre fare di più, evitando possibili rilievi dei commissari che in questi giorni visiteranno i nostri monumenti arabo-normanni.

Le scrivo perché le notizie apparse mercoledì sulle pagine palermitane de “la Repubblica” non inducono all’ottimismo. Il giornale riporta infatti le motivazioni di insoddisfazione ed i rilievi che la commissione ha formulato all’amministrazione comunale di Palermo. Danni da smog, sporcizia, accessibilità, traffico, organizzazione, preparazione e operatività del personale, sicurezza; l’elenco delle criticità rilevate è lungo e sarà quindi onerosa l’opera di correzione richiesta nella relazione che è stata consegnata agli assessorati competenti. Si sottolinea che gli interventi richiesti non possono essere intesi come “azioni di maquillage” ma vanno invece strutturati e messi a sistema a garanzia della futura fruibilità dei monumenti da inserire nella lista UNESCO.

Riportando le problematiche segnalate alla realtà monrealese voglio rammentare le questioni sulle quali appare prioritario porre attenzione per evitare di essere pesantemente redarguiti.

Una delle maggiori criticità riguarda l’accessibilità dell’area monumentale e la mobilità del flusso turistico pedonale. A tal proposito sarebbe necessario:

attivare i percorsi pedonali per la fruizione dei monumenti ampliando e potenziando l’area pedonale nella zona circostante l’area monumentale;

ottimizzare i collegamenti da e per Palermo;

ottimizzare i parcheggi a servizio dell’area monumentale, il servizio taxi e migliorare, più complessivamente, la mobilità urbana pedonale;

minimizzare l’impatto del traffico non consentendo l’ingresso dei veicoli nelle vicinanze del complesso monumentale (inconcepibile vedere ancora le auto parcheggiate davanti al Duomo o all’interno dell’Antivilla). Occorrerebbe a tal fine disporre parcheggi esterni all’area collegati a un servizio bus navetta a circuito chiuso; realizzare un sistema di segnaletica e cartellonistica informativa, non solo in italiano, per i turisti.

Altro fattore di criticità riguarda il decoro degli spazi adiacenti all’area monumentale. Gli interventi più urgenti riguardano senz’altro la pulizia degli spazi verdi che andrebbero peraltro moltiplicati anche con la posa di piante.

C’è poi il capitolo rifiuti, quello che in questi ultimi anni ci ha fatto maggiormente vergognare. Andrebbe prevista e mantenuta la rimozione e lo spostamento dei cassonetti nelle aree limitrofe al complesso monumentale; la pulizia straordinaria; un piano di pulizia giornaliero e la rimozione dei manifesti pubblicitari.

Occorre inoltre prevedere la sistemazione delle buche, dei marciapiedi e dei lampioni, almeno nelle vie circostanti i monumenti.

Andrebbe, infine prestata attenzione alla qualità dei servizi igienici pubblici, all’accessibilità ed ai servizi per i diversamente abili, a dispositivi di sicurezza da garantire in tutta la zona monumentale e nei percorsi da e verso i parcheggi.

Fiducioso della Sua attenzione e speranzoso in un tempestivo intervento dell’amministrazione, La saluto cordialmente.

Salvatore Leto.

QUESTIONE UNESCO – Lettera aperta al Sindaco di Monreale ***Gentile Sindaco,
mi rivolgo a Lei che oggi rappresenta l’amministrazione della città perché avverto la necessità e la preoccupazione di sollecitare la massima attenzione sulla vicenda UNESCO che sta a cuore all’intera cittadinanza. È un tema al quale il Partito Democratico ha dedicato in questi anni la massima attenzione ed il massimo impegno, riuscendo a far giungere a Monreale, anche grazie all’interessamento dell’allora deputato nazionale Tonino Russo, la commissione cultura della Camera dei Deputati che ha espresso un giudizio unanime di condivisione del percorso. Inutile sottolineare che quell’occasione ha rappresentato un notevole avanzamento in un processo che in queste settimane segnerà una nuova tappa fondamentale per ottenere l’inserimento nella world heritage list. Di lavoro se ne è fatto molto ed anche alla sua amministrazione va riconosciuto il merito per l’attenzione e la disponibilità mostrata. Sarebbe inammissibile distrarsi adesso a pochi metri dal traguardo o mostrare superficialità e inadeguatezza. In sostanza, occorre fare di più, evitando possibili rilievi dei commissari che in questi giorni visiteranno i nostri monumenti arabo-normanni.Le scrivo perché le notizie apparse mercoledì sulle pagine palermitane de “la Repubblica” non inducono all’ottimismo. Il giornale riporta infatti le motivazioni di insoddisfazione ed i rilievi che la commissione ha formulato all’amministrazione comunale di Palermo. Danni da smog, sporcizia, accessibilità, traffico, organizzazione, preparazione e operatività del personale, sicurezza; l’elenco delle criticità rilevate è lungo e sarà quindi onerosa l’opera di correzione richiesta nella relazione che è stata consegnata agli assessorati competenti. Si sottolinea che gli interventi richiesti non possono essere intesi come “azioni di maquillage” ma vanno invece strutturati e messi a sistema a garanzia della futura fruibilità dei monumenti da inserire nella lista UNESCO.Riportando le problematiche segnalate alla realtà monrealese voglio rammentare le questioni sulle quali appare prioritario porre attenzione per evitare di essere pesantemente redarguiti.Una delle maggiori criticità riguarda l’accessibilità dell’area monumentale e la mobilità del flusso turistico pedonale. A tal proposito sarebbe necessario:
attivare i percorsi pedonali per la fruizione dei monumenti ampliando e potenziando l’area pedonale nella zona circostante l’area monumentale;
ottimizzare i collegamenti da e per Palermo;
ottimizzare i parcheggi a servizio dell’area monumentale, il servizio taxi e migliorare, più complessivamente, la mobilità urbana pedonale;
minimizzare l’impatto del traffico non consentendo l’ingresso dei veicoli nelle vicinanze del complesso monumentale (inconcepibile vedere ancora le auto parcheggiate davanti al Duomo o all’interno dell’Antivilla). Occorrerebbe a tal fine disporre parcheggi esterni all’area collegati a un servizio bus navetta a circuito chiuso; realizzare un sistema di segnaletica e cartellonistica informativa, non solo in italiano, per i turisti.Altro fattore di criticità riguarda il decoro degli spazi adiacenti all’area monumentale. Gli interventi più urgenti riguardano senz’altro la pulizia degli spazi verdi che andrebbero peraltro moltiplicati anche con la posa di piante.C’è poi il capitolo rifiuti, quello che in questi ultimi anni ci ha fatto maggiormente vergognare. Andrebbe prevista e mantenuta la rimozione e lo spostamento dei cassonetti nelle aree limitrofe al complesso monumentale; la pulizia straordinaria; un piano di pulizia giornaliero e la rimozione dei manifesti pubblicitari.Occorre inoltre prevedere la sistemazione delle buche, dei marciapiedi e dei lampioni, almeno nelle vie circostanti i monumenti.Andrebbe, infine prestata attenzione alla qualità dei servizi igienici pubblici, all’accessibilità ed ai servizi per i diversamente abili, a dispositivi di sicurezza da garantire in tutta la zona monumentale e nei percorsi da e verso i parcheggi.Fiducioso della Sua attenzione e speranzoso in un tempestivo intervento dell’amministrazione, La saluto cordialmente.Salvatore LetoQUESTIONE UNESCO – Lettera aperta al Sindaco di Monreale ***Gentile Sindaco,mi rivolgo a Lei che oggi rappresenta l’amministrazione della città perché avverto la necessità e la preoccupazione di sollecitare la massima attenzione sulla vicenda UNESCO che sta a cuore all’intera cittadinanza. È un tema al quale il Partito Democratico ha dedicato in questi anni la massima attenzione ed il massimo impegno, riuscendo a far giungere a Monreale, anche grazie all’interessamento dell’allora deputato nazionale Tonino Russo, la commissione cultura della Camera dei Deputati che ha espresso un giudizio unanime di condivisione del percorso. Inutile sottolineare che quell’occasione ha rappresentato un notevole avanzamento in un processo che in queste settimane segnerà una nuova tappa fondamentale per ottenere l’inserimento nella world heritage list. Di lavoro se ne è fatto molto ed anche alla sua amministrazione va riconosciuto il merito per l’attenzione e la disponibilità mostrata. Sarebbe inammissibile distrarsi adesso a pochi metri dal traguardo o mostrare superficialità e inadeguatezza. In sostanza, occorre fare di più, evitando possibili rilievi dei commissari che in questi giorni visiteranno i nostri monumenti arabo-normanni.Le scrivo perché le notizie apparse mercoledì sulle pagine palermitane de “la Repubblica” non inducono all’ottimismo. Il giornale riporta infatti le motivazioni di insoddisfazione ed i rilievi che la commissione ha formulato all’amministrazione comunale di Palermo. Danni da smog, sporcizia, accessibilità, traffico, organizzazione, preparazione e operatività del personale, sicurezza; l’elenco delle criticità rilevate è lungo e sarà quindi onerosa l’opera di correzione richiesta nella relazione che è stata consegnata agli assessorati competenti. Si sottolinea che gli interventi richiesti non possono essere intesi come “azioni di maquillage” ma vanno invece strutturati e messi a sistema a garanzia della futura fruibilità dei monumenti da inserire nella lista UNESCO.Riportando le problematiche segnalate alla realtà monrealese voglio rammentare le questioni sulle quali appare prioritario porre attenzione per evitare di essere pesantemente redarguiti.Una delle maggiori criticità riguarda l’accessibilità dell’area monumentale e la mobilità del flusso turistico pedonale. A tal proposito sarebbe necessario:
attivare i percorsi pedonali per la fruizione dei monumenti ampliando e potenziando l’area pedonale nella zona circostante l’area monumentale;
ottimizzare i collegamenti da e per Palermo;
ottimizzare i parcheggi a servizio dell’area monumentale, il servizio taxi e migliorare, più complessivamente, la mobilità urbana pedonale;
minimizzare l’impatto del traffico non consentendo l’ingresso dei veicoli nelle vicinanze del complesso monumentale (inconcepibile vedere ancora le auto parcheggiate davanti al Duomo o all’interno dell’Antivilla). Occorrerebbe a tal fine disporre parcheggi esterni all’area collegati a un servizio bus navetta a circuito chiuso; realizzare un sistema di segnaletica e cartellonistica informativa, non solo in italiano, per i turisti.Altro fattore di criticità riguarda il decoro degli spazi adiacenti all’area monumentale. Gli interventi più urgenti riguardano senz’altro la pulizia degli spazi verdi che andrebbero peraltro moltiplicati anche con la posa di piante.C’è poi il capitolo rifiuti, quello che in questi ultimi anni ci ha fatto maggiormente vergognare. Andrebbe prevista e mantenuta la rimozione e lo spostamento dei cassonetti nelle aree limitrofe al complesso monumentale; la pulizia straordinaria; un piano di pulizia giornaliero e la rimozione dei manifesti pubblicitari.Occorre inoltre prevedere la sistemazione delle buche, dei marciapiedi e dei lampioni, almeno nelle vie circostanti i monumenti.Andrebbe, infine prestata attenzione alla qualità dei servizi igienici pubblici, all’accessibilità ed ai servizi per i diversamente abili, a dispositivi di sicurezza da garantire in tutta la zona monumentale e nei percorsi da e verso i parcheggi.Fiducioso della Sua attenzione e speranzoso in un tempestivo intervento dell’amministrazione, La saluto cordialmente.Salvatore Leto

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Caro sindaco non dimenticate Sarina. Appello per intitolare alla fondatrice del Quartiere l’anti-villa

    Politica

    Monreale, 23 gennaio 2018 - Ci sono giornate come questa che una città non può dimenticare perché è dovere di chi amministra una comunità fare in modo che non vengano scordati quei cittadini che sono stati un esempio e una testimonianza preziosa. Sarina Ingrassia è tra questi. Il 23 ge..


  • Pioppo, lezioni di educazione ambientale. Gaetano Guarino: «Insegniamo ai giovani la bellezza»

    Politica

    Monreale, 23 gennaio 2018 – Il bosco inteso come fonte di ricchezza non solo naturale e paesaggistica ma anche economica, per questo deve essere tutelato e valorizzato anche dalle nuove generazioni. Con quest'obiettivo è ricominciata l’attività di educazione civica e ambientale nelle scuole de..


  • Monreale, sorpreso con la droga in strada, arrestato. Altre sei persone denunciate /FOTO

    Politica

    Monreale, 23 gennaio 2018 - I carabinieri di Monreale hanno tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti il monrealese Vittorio Monte, classe 1992. Il ragazzo è stato sorpreso con 4 dosi di hashish da un grammo l’una e 100 euro in banconote di vario taglio. I ca..


  • Cuoche combattenti, in cucina un prodotto con un’etichetta antiviolenza

    Politica

    Monreale, 23 gennaio 2018 - Confettura di pera e cannella, confettura di pera e noci, pesto di radicchio e noci, gelatina di vin..


  • Sancipirellese e monrealese candidata al Senato con il M5S, è Cinzia Leone

    Politica

    Monreale, 22 gennaio 2018 – Una laurea in Economia e Finanza, una candidatura a sindaco alle spalle e tre anni di attivismo nel Movimento 5 Stelle. È Cinzia Leone, ufficialmente candidata a rivestire la carica di Senatore della Repubblica nel collegio Sicilia 1. Ad annun..


  • Monreale, il Liceo artistico Mario D’Aleo ha una nuova targa. È fatta in mosaico dagli studenti

    Politica

    [gallery ids="49748,49746,49749"] Monreale, 22 gennaio 2018 – Una nuova targa per il Liceo artistico di Monreale Mario D’Aleo. L’opera è stata realizzata dagli studenti con la guida dei professori Alvich, Urso e Messina con le tecnica del mosaico, ma non quella bizantina tipica dei mosaici..


  • Possesso di hashish, marijuana, capi di abbigliamento rubati al “Forum”. I Carabinieri arrestano diversi soggetti

    Politica

    Palermo, 22 gennaio 2018 - Possesso di hashish, marijuana, banconote di piccolo taglio, capi di abbigliamento rubati al supermercato “Ipercoop” del centro commerciale “Forum”, ed ancora alluci abusivi alla rete ENEL e alle condutture dell’AMAP. E’ quanto è emerso dal..


  • Spezia Vs Palermo: 0-0 

    Politica

    Palermo, 21 gennaio 2018 - Il mister Tedino temeva la sosta per un eventuale calo di tensione che lui aveva accuratamente creato come una corda di violino. Ma la gara ha dimostrato che il Palermo c’era e ha trovato uno Spezia che ha costruito la salvezza proprio in casa con un ott..


  • Operazione antimafia, arrestato Giuseppe Biondino, il figlio dell’autista di Totò Riina

    Politica

    [gallery ids="49673,49674,49675,49676,49677"] Palermo, 21 gennaio 2018 - Nuova operazione antimafia nel mandamento di San Lorenzo. La Dda di Palermo ha disposto il fermo di cinque persone accusate di associazione mafiosa ed estorsione. Si è ricorsi al fermo perché i cinque si preparavano a fugg..


  • Un albero per ogni nuovo nascituro. A Monreale piantumato solo il 5% di piante rispetto a quanto previsto dalla legge

    Politica

    Monreale, 21 gennaio 2018 - Quante volte passeggiando per le strade ci siamo chiesti quanto sarebbe bella e accogliente un’area se solo fosse più verde? E quante altre dopo gli incendi devastanti abbiamo pensato al danno provocato e alle ricadute sull’ambiente? E pensare che og..


  • Tragedia a Palermo, giovane si lancia dal ponte Oreto: intervengono i vigili del fuoco

    Politica

    Palermo, 21 gennaio 2018 - Un giovane si è lanciato ieri sera dal ponte di via Oreto. Un ponte già tristemente noto per fatti del genere. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e gli agenti di polizia. Al momento non si conoscono le generalità del giovane che è finito contro il cemen..


  • Palermo, in sostegno di Biagio Conte una delegazione belga

    Politica

    Palermo, 20 gennaio 2018 - In mattinata una delegazione Belga ha portato la ..


  • Bimbo folgorato a Palermo: restano gravi le sue condizioni

    Politica

    Palermo, 20 gennaio 2018 - Prognosi riservata per il bimbo di sette anni che ieri pomeriggio è rimasto ustionato al volto e alle mani da una scarica elettrica in via Gaspare Palermo. Il piccolo, secondo una prima ricostruzione per gioco avrebbe aperto una cassetta dell’Enel e giocando con un..


  • Partinico, nel bene confiscato a Cosa nostra sorge la nuova guardia medica

    Politica

    Partinico, 20 gennaio 2018 - «Un bene confiscato alla mafia  diventa un punto di riferimento per l’intera comunità che potrà usufruire di prestazioni mediche in locali efficienti e funzionali. Siamo orgogliosi di potere consegnare ai cittadini di Partinico una struttura che assume anche il..


  • Rientra (per ora) l’emergenza. I rifiuti trasportati a Lentini a 230 km da Monreale

    Politica

    Monreale, 20 gennaio 2018 - Rientra, almeno per ora, l’emergenza rifiuti nei 50 comuni interessati dalla chiusura di Bellolampo, tra cui Monreale, Altofonte, San Giuseppe Jato, San Cipirello, Corleone. Gli autocompattatori erano stati dirottati fino allo scorso 18 gennaio a Motta Sant’Anastasia,..


  • Elezioni politiche, gli attivisti M5s incontrano i cittadini. Gli appuntamenti

    Politica

    Monreale, 20 gennaio 2018 - Le elezioni politiche 2018 si avvicinano, la campagna elettorale è cominciata e sarà al centro dell'attenzione per due mesi.  Gli attivisti del Movimento 5 Stelle,  per pubblicizzare e diffondere i punti salienti del programma di lavoro che il Movimento si ..


  • «Pronti a occupare l’assessorato ai Rifiuti», sit-in dei sindaci a Palazzo d’Orleans

    Politica

    Palermo, 19 gennaio 2018 - «Diteci dove dobbiamo andare a gettare i rifiuti dei nostri comuni». Questo pomeriggio si è svolto il sit-in di una nutrita delegazione di sindaci dei comuni esclusi dal conferimento dei rifiuti a Bellolampo. Ieri è arrivato anche lo stop anche dalla discarica Oikos di..


  • Terreni da coltivare per i giovani. Un’opportunità di fare impresa per chi ha voglia di “sporcarsi le mani”

    Politica

    Monreale, 19 gennaio 2018 - Terreni incolti ai giovani grazie alla Banca della Terra, un’opportunità di fare impresa per tutti quei giovani di età compresa tra i 18 e i 40 che hanno voglia di “sporcarsi le mani”. L'iniziativa è gestita dall’ISMEA, entro il 3 feb..


  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
    Acquapark Monreale