DIECI! NOVE! OTTO! SETTE! SEI! CINQUE! QUATTRO! TRE! DUE! UNO! ZERO! Risate elettorali!

0
tusa big

 

Oggi inizia il countdown elettorale! Il conto alla rovescia che “rovescia” questi 10 mesi (o forse nove) di tempo che resta per le elezioni amministrative. Cercheremo di raccontare in chiave ironica tutti i fatti pubblici e di “corridoio”, senza peli sulla lingua, divertendoci così per il sano gusto di farci una risata.

Iniziamo da luglio 2013: MENO DIECI!

Sappiamo per certo che i primi candidati a Sindaco sono Filippo Di Matteo e Piero Capizzi. Entrambi avvocati saranno una causa persa?
Filippo Di Matteo è attualmente Sindaco di Monreale. Candidato nel 2009 nel PDL a poco a poco in questi 5 anni perde pezzi di P (del Popolo) e di L (di Libertà)… gli rimane la D: la D di Devo riprovare, non Demordo, la sua di Di Matteo e di DU DU DU DA DA DA .


Piero Capizzi è attualmente consigliere comunale (nella legislatura 2004/2009 è stato Presidente del Consiglio). Eletto nel 2009 nella lista Insieme, (sempre vicino all’Ex Sindaco Gullo) oggi cerca di trovare accordi INSIEME a tutti, senza se e senza ma. Dicono di incontri e cene con pezzi del PDL, del PD e di tutti quelli che vogliono provare (o cenare). Speriamo che in questi mesi di cene non gli venga un’indigestione … e per digerire gli occorra un’”AUTISTA”!


Un altro dato certo sono le primarie del PD: P-er D-ecidere.
Dopo travagliate riunioni, discussioni (anche su Facebook e Twitter) e votazioni interne al partito hanno partorito i tre nomi: Vittorio Di Salvo, Salvatore Leto e Massimiliano Lo Biondo.

Conosciamoli un po’:

Vittorio Di Salvo, revisore dei conti del Comune. Da quando sono “usciti” i tre nomi non una sola notizia sulle sue idee e sul suo programma sui giornali online. Di-Salvo complicazioni, aspettiamo un po’ prima di far satira.
Salvatore Leto, esperto di grafica sul Web. In questi 20 giorni di nomina per le primarie, ha avuto modo di parlare, notizie riportate sui giornali online, di due vicende. Per la prima, la vicenda “UNESCO”, dice: “Monreale non può fallire questa occasione”. Ancora gli esperti politichesi monrealesi si chiedono se questa frase è veramente rivolta all’UNESCO o alla sua candidatura alle primarie. La seconda è una proposta: “Nell’ex casa anziani di Fiumelato, un distaccamento dei Vigili del Fuoco”. Proposta che condivido appieno se non fosse che la struttura è più “ciacca” degli anziani che la dovevano utilizzare.
Massimiliano Lo Biondo, geologo, consigliere comunale da due legislature. Di Massimiliano Lo Biondo ci sarebbe tantissimo da parlare, anche perché lui è sempre pronto a dir la propria idea/opinione sui problemi di Monreale pur di apparire sui giornali online. I due fatti più recenti sono: Le auto in Piazza e nell’Antivilla e la TARES 2013. Sia nel primo che nel secondo fatto, per sommi capi, chiede che venga fatta luce, luce che poi verrà pagata da noi con la TARES.


Infine parliamo delle voci di corridoio.

“Arcipicchia”, qualcuno dice che Alberto Arcidiacono (presidente del consiglio comunale, adesso membro dell’ARCI dopo esser stato per anni un Diacono) possa essere un candidato a Sindaco di Monreale. Anche lui vorrà dire CambiAmo Monreale alla nuova alba?


Infine il Movimento Cinque Stelle non ha mai annunciato pubblicamente una sua partecipazione alle amministrative anche se in questo periodo si notano tante iniziative di piazza che fanno pensare diversamente. Se i ragazzi presenteranno una lista con il loro portavoce, speriamo che il motto non sia quello di Grillo “TUTTI A CASA”, anche perché se così fosse la Piazza di Monreale diventerebbe deserta.


Finisce qui questo primo COUNTDOWN! Cosa faranno i nostri politici il prossimo mese, oltre a cercare donne da candidare e andare a mare?

Lo scopriremo solo vivendo!

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.